Vantarsi di far saltare in aria i generali russi può ucciderci tutti

Il presidente Biden և Vladimir Putin. illustrato |: Getty Images, iStock:

Quando la Russia ha invaso l’Ucraina alla fine di febbraio, mi aspettavo che il paese perdesse rapidamente e facilmente. Il fatto che l’Ucraina sia stata in grado di difendersi, di dare un contrattacco così impressionante, è un omaggio allo spirito combattivo del popolo del paese, alla guida coraggiosa del presidente Vladimir Zelensky e al grande sostegno della NATO e degli Stati Uniti Stati. aiuto և armi.

Secondo diversi recenti resoconti dei media, gli Stati Uniti hanno anche condiviso informazioni con Ki, che hanno permesso all’esercito ucraino di affondare almeno una nave da guerra russa e uccidere diversi generali russi.

Appoggio pienamente la politica dell’Ucraina di fornire intelligence per assisterla nella sua lotta, compresa l’intelligence che porta a dolorose sconfitte per le forze russe. È anche positivo che la Russia sappia che abbiamo svolto un ruolo significativo nel consentire all’Ucraina di difendersi.

Ma è molto brutto che queste informazioni siano note al pubblico. Non biasimo i giornalisti che ne hanno parlato. Se funzionari governativi di alto rango e credibili forniscono al giornalista informazioni degne di nota, di solito è accettabile pubblicarle. Incolpo le autorità, soprattutto perché l’amministrazione Biden ha chiarito di non autorizzare le rivelazioni. Questa è la persona o il gruppo di persone che mostrano ai giornalisti il ​​loro ruolo nel ferire la Russia. È estremamente imprudente, potrebbe portare a un’escalation estremamente pericolosa del conflitto, che si conclude con un confronto militare diretto USA-NATO con la Russia.

Ancora una volta, il problema con queste storie non è ciò che rivelano. L’invasione russa del suo vicino è l’operazione militare più aggressiva in Europa dal 1945, che potrebbe mettere la NATO sull’orlo di un confronto con una potente minaccia a est. Richiede una risposta forte. Se l’Ucraina fosse un membro della NATO, ora saremmo in guerra con la Russia. Ma poiché l’Ucraina non è membro della NATO, non è necessario uno scontro militare.

L’amministrazione Biden ha scelto una guerra per procura, in cui l’Ucraina combatte, seleziona obiettivi, spara armi, ma spesso forniamo armi e fornisce informazioni che consentono all’Ucraina di scegliere saggiamente i propri obiettivi. Questo dimostra la determinazione degli Stati Uniti e della NATO, che allo stesso tempo ci impedisce di essere coinvolti direttamente con le forze russe. È positivo che la Russia sappia che la nostra intelligence è abbastanza forte da consentire alle loro navi da guerra di rappresentare una seria minaccia per il personale militare di alto rango, che siamo pronti a condividere tale intelligence con l’Ucraina. Entrambi potrebbero portare a una riduzione dell’escalation poiché i comandanti militari russi, incluso il presidente Vladimir Putin, affrontano la realtà dell’impossibilità per loro di raggiungere nient’altro che gli obiettivi di una guerra relativamente minima.

Ma tale de-escalation diventa molto meno probabile se il ruolo americano nel ferire l’esercito russo è noto al pubblico. Questo perché la maggior parte delle politiche, anche nei regimi autoritari, implica la gestione dell’apparenza. Per vendere la politica di de-escalation al popolo russo, Putin deve essere in grado di presentarla almeno come una vittoria parziale. In caso contrario, corre il rischio di indebolirsi, aprire appoggi e/o tentare un colpo di stato, che potrebbe lasciarlo estromesso e persino morire. Umiliare Putin può anche infiammare la rabbia patriottica tra i russi comuni, che alla fine potrebbero chiedere riparazioni sotto forma di azioni faccia a faccia contro la NATO.

È così che vantarsi con i giornalisti del ruolo americano nell’aiutare l’Ucraina a fare più danni alle forze russe potrebbe creare una spirale crescente che porterebbe a uno scontro militare diretto tra Russia e Stati Uniti.

Questo è qualcosa di cui l’amministrazione Biden, almeno ai massimi livelli, sembra rendersi conto. Ma in tal caso, perché alcuni funzionari continuano a spettegolare sui giornalisti? L’autore Yuval Lynn ha scritto negli ultimi anni sulla tendenza delle persone che lavorano in grandi istituzioni a trattarle come piattaforme per l’attenzione personale, non come una piattaforma per limitare il comportamento individuale, dirigendolo verso gli obiettivi che l’istituzione serve. Dubito che sia quello che sta succedendo qui. All’interno, le persone che conoscono i nostri sforzi segreti per conto dell’Ucraina hanno deciso di vantarsene con i giornalisti, pensando che aumenterà la loro immagine nella spietata gerarchia ufficiale di Washington.

Questa non è una novità. Si è svolto su piccola scala all’interno della zona per molto tempo, fino a quando il Nagorno-Karabakh non ha notato la sua diffusione nella capitale, più ampiamente nella cultura americana. Ma i deflussi dall’Ucraina sono molto peggiori del normale a causa del potenziale di Washington di interrompere le già fragili relazioni tra Mosca e Mosca. Una cosa per lo stagista del Congresso era gridare al giornalista sullo stato dei negoziati sul bilancio del Campidoglio. È tutta un’altra cosa quando un funzionario del Pentagono o dell’NSS cerca di impressionare un giornalista dicendo che gli Stati Uniti stanno aiutando a far saltare in aria un’ammiraglia della Marina russa durante la guerra.

L’amministrazione Biden ha ogni sorta di contraccolpo per trasmettere il nostro ruolo alla Russia in un modo che non destabilizzi la situazione annunciando pubblicamente, mettendo così Putin in una posizione in cui sente il bisogno di cercare vendetta per l’onore offeso della Russia. È così և come farlo è la chiamata del presidente? Naturalmente, questo non è qualcosa che si deve decidere da soli senza permesso.

Se non stiamo attenti, finiremo nella terza guerra mondiale, forse perché alcuni funzionari ipocriti pensavano che sarebbe stato divertente mostrarlo a qualcuno. Il New York Times:.

Potrebbe piacerti anche

Le cause sempre più costose di Trump. Una “caccia alle streghe” o una piccola quantità di giustizia?

5 cartoni animati sul progetto Roe trapelato

Un alpinista nepalese ha stabilito il suo record mondiale sull’Everest

Leave a Comment

Your email address will not be published.