Un nuovo sistema di deflessione degli asteroidi sta funzionando, può funzionare fino al 2025

C’è una vecchia barzelletta secondo cui i dinosauri si sono estinti solo perché non hanno creato un’agenzia spaziale. Naturalmente, lo svantaggio è che, a differenza dei nostri antenati rettili, noi umani possiamo salvarci dall’impatto imminente di un asteroide sulla Terra, dati i nostri sei decenni e mezzo di esperienza di volo spaziale.

Ma il fatto è che abbiamo ottenuto cose incredibili dal 1957, quando Sputnik iniziò l’era spaziale, e finora sono stati fatti pochi sforzi per sviluppare tecnologie di deflessione degli asteroidi. Siamo dolorosamente inesperti in questo campo e, a parte le nostre drammatizzazioni hollywoodiane al riguardo, non abbiamo ancora testato le nostre capacità. Ma questo sta per cambiare.

China Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space Space parte di un sistema di cui il CNSA è alle prime fasi. sviluppo.

Il sistema di monitoraggio consisterà in strumenti sia terrestri che spaziali utilizzati per elencare gli oggetti che potrebbero rappresentare una minaccia per la Terra.

I sistemi di osservazione sono particolarmente utili perché prima si cattura l’asteroide in arrivo, più facile è deviarlo. L’asteroide distante potrebbe aver bisogno solo di un leggero tocco per reindirizzarlo abbastanza da perdere la Terra. Più tardi sarà l’asteroide, più difficile sarà cambiare rotta.

Puoi dormire bene sapendo che le agenzie spaziali di tutto il mondo hanno già costruito potenti sistemi di monitoraggio degli asteroidi, elencando migliaia di oggetti nel Sistema Solare. Niente di tutto ciò rappresenta una vera minaccia per le nostre vite (attualmente l’oggetto a più alto rischio, noto come RF12 del 2010), ha una probabilità del 4,8% di colpire la Terra nel 2095.

Questo asteroide di 7 metri produrrà una palla di fuoco come un meteorite di Chelyabinsk nel 2013. Tuttavia, potrebbero essercene altri che non abbiamo ancora visto, quindi il nuovo progetto di monitoraggio del CNSA è un’aggiunta gradita.

Quando si tratta di cacciare gli asteroidi, gli oggetti più piccoli sono i più difficili da vedere, ma come le stelle cadenti che ruotano al sicuro nel cielo ogni notte dell’anno, è improbabile che causino danni.

Gli asteroidi più grandi all’altra estremità dello spettro possono causare un evento di livello di estinzione, ma sono facili da individuare.

In effetti, i più pericolosi sono gli asteroidi di medie dimensioni, abbastanza grandi da causare danni localizzati, ma così piccoli che potremmo non trovarli in tempo.

Uno sguardo più da vicino agli asteroidi ci aiuta anche a capire come deviarli al meglio. La missione OSIRIS-Rex della NASA, che ha recentemente visitato l’asteroide Benu vicino alla Terra, ha scoperto che Bennu è un buco di asteroide libero. Deviare un tale bersaglio richiederebbe una tecnica diversa rispetto a un pezzo di roccia solido e solido.

Con una sufficiente quantità di tempo di preavviso, le possibili opzioni includono il trattore gravitazionale (tira delicatamente l’asteroide attraverso la massa del veicolo spaziale in orbita attorno ad esso) o dipingere l’asteroide di bianco (cambiando il modo in cui l’asteroide si riscalda o si raffredda lentamente, influenzando la sua orbita attraverso il pavimento ).

(NASA)

Al di sopra. Il Gravity Tractor utilizza la massa del veicolo spaziale per esercitare un’attrazione gravitazionale sull’asteroide, cambiando lentamente la traiettoria dell’asteroide.

La soluzione più semplice, ovviamente, è colpire l’asteroide davvero duramente.

Il nuovo programma di monitoraggio della CNSA sarà combinato con gli sforzi ingegneristici per progettare e costruire un missile ad alto impatto in grado di trasportare un attaccante cinetico. un carico progettato per colpire un asteroide per cambiarne l’orbita. L’asteroide bersaglio su cui si prevede di testare l’attaccante non è stato ancora annunciato!

NASA և ESA և sta muovendo i primi passi per sviluppare capacità cinetiche per proteggere gli asteroidi. La missione DART della NASA, lanciata lo scorso novembre, cercherà di modificare l’orbita di Dimorphos, un piccolo satellite in orbita attorno all’asteroide Didimos, in collisione con la Luna ad alta velocità.

Questo è il primo test di questo tipo e il cambio di traiettoria sarà probabilmente molto piccolo. Questo è in gran parte il motivo per cui DART prende di mira la luna piuttosto che l’asteroide solitario. sarà più facile misurare piccoli cambiamenti nell’orbita di Dimorphos con l’asteroide più vicino Didymos, che è disponibile per fornire un sistema di riferimento.

La missione DART interesserà Dimorphos a settembre di quest’anno e nel 2027 seguirà Hera, la missione dell’ESA, che seguirà da vicino l’impatto dello sciopero.

La minaccia esistenziale di una collisione di asteroidi è piccola nel breve periodo, ma quasi certa nel (molto) lungo periodo.

Pertanto, i sistemi di monitoraggio degli asteroidi – test di deflessione come DART – il nuovo progetto di attacco della CNSA – potrebbero essere i primi passi per mantenere la Terra al sicuro և per essere sicuri di non seguire il percorso dei dinosauri. Ora, se solo potessimo controllare il cambiamento climatico…

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Universe Today. Leggi l’articolo originale.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *