Twitter aggiunge un’etichetta di avviso ai tweet che considera “disinformazione virale”

Twitter ha annunciato una “politica di disinformazione sulla crisi” che cercherà di reprimere i post che la società considera “disinformazione virale”.

La piattaforma di social media ha annunciato la politica giovedì in un post ufficiale sul blog. La funzione consentirà agli utenti di Twitter di censurare o disabilitare i post che ritengono fuorvianti o falsi. La società ha affermato che gli strumenti di pressione sarebbero stati utilizzati solo in caso di “crisi umanitaria”.

“Oggi presentiamo la nostra politica di disinformazione di crisi. Una politica globale che guiderà i nostri sforzi per raccogliere informazioni affidabili e autorevoli aiuterà a garantire la disinformazione virale durante le crisi che non si intensificano o suggeriamo. “In tempi di crisi, informazioni fuorvianti possono minare la fiducia del pubblico e danneggiare ulteriormente le comunità già vulnerabili”.

ILONE MUSCHIO. I DEMOCRATICI SONO DIVENTATI UNA PARTITA “PARTNERSHIP E ODIO”.

“Ai fini di questa politica, definiamo crisi come situazioni in cui vi è un rischio pervasivo per la vita, l’incolumità fisica, la salute o il sostentamento di base”, ha affermato la società. “Questa definizione è in linea con la definizione delle Nazioni Unite di crisi umanitaria e altre valutazioni umanitarie”.

Lunedì 25 aprile 2022 viene visualizzato un cartello vicino alla sede di Twitter a San Francisco. (Foto AP / Jed Jacobsohn / Sala stampa AP)

Twitter utilizzerà una serie di metodi per reprimere i tweet “fuorvianti”, inclusa la rimozione dei messaggi dai contenuti suggeriti e il divieto di migliorare i tweet attraverso il coinvolgimento.

NY AG LANCIA UN’INDAGINE SULL’AZIENDA DI SOCIAL MEDIA DOPO LA PUBBLICAZIONE DI GOMEZIN

Ticker Sicurezza: Scorso: Modificare: Modificare%
TWTR: TWITTER INC. 36.85: -1.47: -3,84%

“Per ridurre i potenziali danni, non appena avremo prove che un reclamo potrebbe essere fuorviante, non aggiungeremo né raccomanderemo i contenuti coperti da questa politica su Twitter, incluso il Programma principale, Cerca և Cerca”, ha spiegato su Twitter. h: . “Inoltre, daremo la priorità all’aggiunta di notifiche di avviso ai tweet altamente visibili և tweet da account di alto livello come account di media affiliati allo stato, account ufficiali verificati dello stato”.

Twitter notoriamente ha sospeso il New York Post dalla sua piattaforma poco prima delle elezioni del 2020 per pubblicare una storia sull’esistenza del laptop di Hunter Biden. Esso: contiene un laptop lettere, sms, fotografie և documenti finanziari attestanti operazioni commerciali estere che coinvolgono il primo figlio և famiglia di Biden.

Twitter ha compiuto sforzi senza precedenti per impedire la diffusione della storia del Mail, sostenendo che provenga da “materiale rotto”, il che è un’affermazione imprecisa.

LA CONDIZIONE DI ILON MUSK PER ACQUISTARE TWET PER “SQUADRA DI NEGOZIAZIONE”.

Tuttavia, Twitter ha raddoppiato il suo impegno percepito nello sviluppo dell’app, dichiarandola un vero e proprio strumento per manipolare i dati da utilizzare nella messaggistica.

Il post sul blog di Twitter è continuato. “Il controllo dei contenuti è più che lasciare o rimuovere contenuti, abbiamo ampliato la gamma di azioni che possiamo intraprendere per garantire che siano commisurate alla gravità del potenziale danno. Abbiamo trovato. “Non rafforzare o suggerire determinati contenuti, aggiungere contesto tramite tag e, nei casi più gravi, disconnettersi da Twitter sono modi efficaci per mitigare il danno tenendo traccia di potenziali eventi globali”.

In effetti, la società ha dichiarato alla fine del suo post sul blog che le estensioni delle politiche sono già in fase di sviluppo per “ulteriori forme di crisi”.

“Sebbene questa prima iterazione si concentri sui conflitti armati internazionali dalla guerra in Ucraina, prevediamo di aggiornare ed espandere la politica per includere ulteriori aspetti della crisi. “La politica integrerà il nostro lavoro esistente, che viene utilizzato in altre crisi globali, come l’Afghanistan, l’Etiopia e l’India”.

La notizia arriva poco dopo che il Dipartimento per la sicurezza interna ha annunciato la sospensione del suo programma di disinformazione, guidato dall’amministratore delegato Nina Yankovic.

Il consiglio è stato brutalmente battuto in confronto diretto al Ministero della Verità di George Orwell. Mentre sul tabellone Direttore Esecutivo Nina Yankovich è stato fuorviato dai critici per aver diffuso informazioni errate sul suo travagliato passato կասկած su post sospetti sui social media.

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ SU FOX BUSINESS

Da allora, Yankovich si è dimesso del tutto dal DHS.

CREA QUI FOX BUSINESS CON CLICCA QUI

Kyle Morris di Fox News, Andrew Murray և Joseph A. Wolfson ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *