“Tutti” i civili sono stati evacuati dall’acciaieria Mariupol. NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA:

Questa immagine satellitare scattata da Planet Labs PBC mostra i danni all’acciaieria Azovstal a Mariupol, in Ucraina, venerdì.

Planet Labs tramite PBC AP


nascondi titolo

abilita titolo:

Planet Labs tramite PBC AP


Questa immagine satellitare scattata da Planet Labs PBC mostra i danni all’acciaieria Azovstal a Mariupol, in Ucraina, venerdì.

Planet Labs tramite PBC AP

ZAPORICIA, Ucraina – Sabato le forze russe hanno sparato missili da crociera contro la città ucraina meridionale di Odessa, bombardando l’acciaieria di Mariupol dove erano di stanza civili ucraini e distruggendo aerei da combattimento nella città portuale durante le celebrazioni del Giorno della Vittoria. L’Ucraina ha annunciato che tutte le donne, i bambini e gli anziani sono stati evacuati dall’acciaieria, uno dei principali obiettivi della guerra russa, da tempo assediata.

In segno di una difesa inaspettatamente efficace, che ha continuato i combattimenti fino all’undicesima settimana, le forze armate ucraine hanno livellato la posizione russa sull’isola del Mar Nero, occupata nei primi giorni di guerra, diventata un simbolo della resistenza ucraina.

Gli analisti militari occidentali affermano che il contrattacco ucraino si sta muovendo anche intorno alla seconda città più grande del paese, Kharkov, e che rimane l’obiettivo principale dei bombardamenti russi. L’esercito ucraino afferma di aver preso il controllo di cinque villaggi, parte di un sesto villaggio vicino alla regione di Kharkov, fortemente contesa.

Con l’avvicinarsi della sconfitta della Russia contro la Germania nazista nella seconda guerra mondiale, le città ucraine si prepararono all’attesa escalation degli attacchi russi. Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha esortato i residenti sopraffatti dalla guerra, che infuria da oltre 10 settimane, a prestare attenzione agli avvertimenti di attacchi aerei.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha dichiarato sabato che Zelensky e il suo popolo “incarnano lo spirito di coloro che hanno vinto la seconda guerra mondiale”. Ha accusato il presidente russo Vladimir Putin di “cercare di capovolgere la storia cercando di giustificare la sua” brutale guerra non provocata contro l’Ucraina”.

“Mentre scoppia di nuovo la guerra in Europa, dobbiamo rafforzare la nostra determinazione ad affrontare coloro che ora stanno cercando di manipolare la memoria storica per portare avanti le proprie ambizioni”, ha affermato Blinken in una dichiarazione rilasciata dopo che gli Stati Uniti և Regno Il regno ha celebrato la vittoria degli alleati. Europa 77 anni fa.

I combattimenti più aspri degli ultimi giorni si sono verificati nell’Ucraina orientale, dove le due parti sono in una corsa feroce per conquistare o riconquistare il territorio. L’attacco di Mosca nell’Ucraina orientale si è concentrato sul fingere di trovarsi nella regione industriale del Donbas, dove i separatisti sostenuti dalla Russia combattono dal 2014 e occupano alcuni territori.

Mosca ha cercato di distruggere l’Ucraina meridionale “tagliando fuori il paese dal mare” e annettendo il suo territorio alla regione separatista della Transnistria in Moldova, che era stata a lungo sede delle truppe russe. Ma ha lottato per raggiungere questi obiettivi.

Sei missili da crociera russi lanciati da un aereo hanno colpito la regione di Odessa sabato, dove le autorità hanno imposto il coprifuoco fino a martedì mattina. Nei video postati sui social network, si vede che su Odessa si alza un fumo pesante, con il quale piangono.

Le immagini satellitari analizzate dall’Associated Press mostrano che l’Ucraina ha preso di mira l’isola di Snakes, controllata dalla Russia, nel tentativo di contrastare gli sforzi della Russia per controllare il Mare del Nord. Un’immagine satellitare scattata da Planet Labs PBC sabato mattina presto ha mostrato ciò che la classe Serena è atterrata sulla spiaggia a nord dell’isola.

La foto corrisponde a un video militare ucraino, che mostra un drone che colpisce una nave russa e le dà fuoco. Snake Island, situata a circa 35 chilometri (20 miglia) dalla costa, fu un inizio memorabile della guerra quando le guardie di frontiera ucraine disobbedirono agli ordini russi di arrendersi, apparentemente usando un linguaggio colorito.

In questo contesto, i combattenti ucraini hanno preso una posizione finale per impedire la completa cattura di Mariupol. La fornitura del porto strategicamente importante del Mar d’Azov fornirà a Mosca un ponte terrestre verso la penisola di Crimea, che la Russia ha annesso all’Ucraina durante l’invasione del 2014.

Nuove immagini satellitari analizzate dall’AP mostrano ingenti danni all’acciaieria offshore, l’ultimo angolo della resistenza ucraina in città. L’impianto di Azovstal, incluso quello che probabilmente ospitava centinaia di civili civili, aveva grandi buchi aperti nel tetto, secondo le immagini scattate venerdì da Planet Labs PBC.

“L’ordine del presidente è stato eseguito. “Tutte le donne, i bambini e gli anziani sono stati evacuati da Azovstal (un’acciaieria)”, ha detto sabato il vice primo ministro Irina Vereshchuk, senza ulteriori dettagli. “Questa parte dell’operazione umanitaria Mariupol è finita”.

L’agenzia di stampa russa Tass ha riferito che 50 civili sono stati evacuati dalla fabbrica sabato. Un numero simile è partito venerdì. Gli ultimi sfollati sono seguiti da circa altri 500 a cui nei giorni scorsi è stato permesso di lasciare la fabbrica in altre parti della città.

L’evacuazione dei civili dall’impianto ha attirato l’attenzione mondiale poiché il Comitato Internazionale della Croce Rossa delle Nazioni Unite cerca disperatamente di organizzare le partenze.

Nei giorni scorsi, i combattenti all’interno della fabbrica hanno descritto come hanno evacuato piccoli gruppi di civili che si erano nascosti per settimane. L’attentatore ha colpito poco dopo mezzogiorno davanti a un centro di reclutamento della polizia, uccidendo almeno 12 persone e ferendone altre dozzine, hanno detto i funzionari.

Tuttavia, negli ultimi giorni, le forze russe hanno intensificato il fuoco sull’acciaieria con lanciagranate, artiglieria, lanciarazzi su camion, bombardamenti aerei e lanciarazzi dal mare, il che complica i lavori di evacuazione.

Al momento non si sa cosa farà dopo aver lasciato il posto. Nei giorni scorsi, il governo ucraino ha rivolto un appello a diverse organizzazioni internazionali affinché garantiscano il loro passaggio in sicurezza.

La fuga dei cittadini esercita una nuova pressione sull’Ucraina affinché trovi una via d’uscita dai combattenti, che hanno promesso di non arrendersi. Secondo i funzionari ucraini, le forze russe hanno già ispezionato la centrale nucleare e hanno persino raggiunto il corridoio dei suoi tunnel.

Il governo ucraino ha anche chiesto alle organizzazioni internazionali di aiutare a evacuare i jet da combattimento a guardia dell’impianto. Secondo le ultime stime della Russia, circa 2.000 combattenti ucraini rimangono nell’acciaieria Azovstal. Si sono ripetutamente rifiutati di arrendersi.

Il presidente dell’Ucraina Vladimir Zelensky ha affermato che gli “stati influenti” sono coinvolti negli sforzi per salvare i soldati o non hanno nominato nessuno.

“Stiamo lavorando su opzioni diplomatiche per salvare le nostre truppe che sono ancora in Azovstal”, ha detto in un videomessaggio sabato mattina presto.

La calma degli sfollati ha ammorbidito il ricordo del resto.

“Hanno un disperato bisogno del nostro aiuto”, ha detto Serkhi Kuzmenko, 31 anni, che è scappato dal loro bunker con sua moglie, sua figlia di otto anni, e se n’è andato a 30 anni. “Dobbiamo farli uscire”.

Mentre stavano distruggendo la fabbrica, le forze russe hanno lottato per quasi due mesi e mezzo per ottenere un successo significativo altrove, trasformandosi in una guerra devastante che ha ucciso migliaia di persone, costretto milioni di persone a fuggire dall’Ucraina e raso al suolo gran parte di alcune città.

Kharkov, la prima capitale sovietica dell’Ucraina con una popolazione prebellica di circa 1,4 milioni, è rimasta l’obiettivo principale del lancio di razzi russi nel nord-est. Ma gli analisti militari occidentali affermano che le forze ucraine stanno facendo progressi nel garantire posizioni intorno alla città.

L’Istituto per gli studi sulla guerra con sede a Washington ha affermato in una recente dichiarazione che le forze armate ucraine potrebbero “spingere le forze russe fuori da Kharkov nei prossimi giorni” per garantire la pace alla città. հնարավորություն Opportunità di trasformare lo slancio dei difensori in un “contropiede più ampio e di successo”.

In altri eventi, sabato un missile russo ha distrutto il Museo Nazionale dell’Ucraina, dedicato alla vita e all’opera di un filosofo del 18° secolo, ha detto un consiglio locale. Ha pubblicato foto su Facebook sostenendo che il Museo Grigory Skovoroda era in fiamme.

Come segno della sua importanza per il patrimonio culturale dell’Ucraina, l’immagine di Skovoroda adorna la banconota ucraina. Il Museo Skovorodinivka si trova vicino al confine russo nella regione di Kharkov, dove si svolgono aspri combattimenti.

Nel suo discorso notturno, Zelensky ha affermato che “la straordinaria forza della posizione dell’Ucraina” è che tutti i paesi del mondo libero si rendono conto della posta in gioco in una guerra devastante.

“Ci stiamo difendendo dall’assalto della tirannia che cerca di distruggere tutto ciò che dà libertà agli stati-popolo”, ha detto. “E una tale lotta per la libertà բռն contro la tirannia è completamente comprensibile in qualsiasi società, in qualsiasi angolo del globo.”

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato all’unanimità la sua prima dichiarazione sull’Ucraina a New York venerdì, esprimendo “forte sostegno” agli sforzi del Segretario generale per trovare una soluzione pacifica alla “controversia” durata 10 settimane.

I negoziati per porre fine alla guerra si sono fermati. Zelensky ha detto venerdì che sarebbe stato aperto ai colloqui con la Russia, ma solo se Mosca avesse ritirato le sue forze dalle posizioni pre-invasione.

“In questa situazione, saremo in grado di iniziare a discutere le cose normalmente”, ha detto Zelensky in un incontro al think tank Chatham House a Londra. “L’Ucraina può quindi utilizzare ‘canali diplomatici’ per ricostruire il suo territorio”, ha affermato.

Leave a Comment

Your email address will not be published.