Tony Ferguson dice che non c’è niente di divertente in Dana White Privilege, paragona gli UFC agli spacciatori di droga

L’ultima volta che Tony Ferguson è salito sul palco durante una conferenza stampa dell’UFC, ha fatto un gesto al suo prossimo rivale Michael Chandler, dicendo che gli era stato dato il Dana White Privilege dopo aver ricevuto il titolo, salendo solo nel suo secondo incontro.

Il commento è stato ripreso dai presenti, per non parlare del presidente dell’UFC Dana White, che non ha potuto fare a meno di ridere del gioco di parole, ma Ferguson ora ammette che non c’era commedia in quello che ha detto.

“Non credo che s *** sia molto divertente”, ha detto Ferguson all’UFC 274 Media Day. “Puoi. Non credo sia molto divertente. Tutti lo guardano, sorridono e ridono, ma nessuno dice s ***.

“Sono qui per avere un privilegio di Dana Brown o come vuoi chiamarlo. Non credo sia molto divertente. Non credo che dovresti pensare che sia divertente. Quindi, mi vengono in mente delle idee e vederle scovarle è davvero divertente. Quindi colpirò il sedere di questo Dana White”.

Secondo Ferguson, i suoi problemi non sono direttamente legati a Chandler, ma all’UFC in generale, a causa dei tanti problemi che ha incontrato durante la sua carriera di promozione.

“Non c’è niente di personale in Chandler”, ha detto Ferguson. “Ma sarò reale, sono stanco delle tattiche di risposta dell’azienda”.

Tra le sue più grandi lamentele, Ferguson ha citato la paga complessiva dei combattenti, che è diventata una questione centrale per alcuni dei più grandi critici dell’UFC.

Poiché la campagna ha continuato a generare profitti record, sia durante che dopo l’epidemia, le richieste di una retribuzione più elevata per i combattenti sono state accolte con una risposta ancora maggiore, in particolare quando gli influencer sociali come Jake Paul hanno iniziato a farlo, mentre negli ultimi anni personalmente era d’accordo con Bianco.

Nel caso di Ferguson, è stato recentemente offeso da White che si è lamentato del fatto che i pugili erano stati pagati in eccesso, ma poi non ha permesso ai combattenti dell’UFC di andare effettivamente a guadagnare parte dello stesso importo in un altro sport.

“Penso che siamo pagati di meno, personalmente sarò reale”, ha detto Ferguson. “Non ho intenzione di dire molto. L’altro giorno Dana ha detto qualcosa, è sul mio telefono, penso che provenga da MMA Fighting, in realtà l’ha ripubblicato, parlando di come i pugili vengono pagati così tanto. Ho chiesto a Dana di fare boxe, ma lei ha detto di no. Sono tipo perché? Voglio andare a giocare a baseball, voglio andare a un altro sport professionistico. Sono un atleta. Sono cresciuto praticando vari sport professionistici ad altissimo livello. Ho vinto il campionato di calcio statale, eravamo 27-1. Vengo dalla Grand Valley State University come wrestler, voglio andare a lottare. Ho lo zio Brock [Lesnar] è proprio lì che mi sta guardando.

“Voglio andare a fare tutte queste cose, ma poi ho questo tizio che lavora come spacciatore ****** և mi dice che non posso farlo. Voglio andare a fare più soldi per la mia famiglia”.

Ferguson ha anche menzionato una situazione che gli era capitata nel 2018, quando ha dovuto affrontare Khabib Nurmagomedov per essere incoronato campione indiscusso nella categoria dei pesi leggeri dopo aver vinto un titolo provvisorio pochi mesi fa.

Pochi giorni prima della gara, Ferguson è scivolato su un filo durante un tour mediatico pre-combattimento, և un terribile incidente gli ha strappato il ginocchio, costringendolo a sottoporsi a un importante intervento chirurgico di riabilitazione.

Di conseguenza, Ferguson è stato eliminato dal combattimento, il suo titolo ad interim gli è stato portato via, mentre Nurmagomedov è andato alla battaglia di Al Jakinta, che ha deciso il nuovo campione dei pesi leggeri UFC.

“Ho avuto una brutta caduta alla FOX, mi hanno portato via il titolo”, ha detto Ferguson. “Devo fare causa. Ma quello che ho fatto è stato stare bene con la mia azienda, volevo essere un uomo. Volevo assicurarmi che tutti sapessero che potevo fare questo lavoro senza l’aiuto di nessuno.

“È una piccola parte della mia spalla. Continua ad entrare qui և sorridi, usa il poster և abbi quel valore alto. ”

Come ha detto su White, Ferguson non può fare a meno di provare lo stesso per l’UFC nel suo insieme quando si tratta di trattare i combattenti in cui tutti sembrano essere nella stessa macchina.

“I promotori qui a volte agiscono come spacciatori di droga”, ha detto Ferguson. “Stanno solo lanciando qualche dollaro qua e là, come ‘vieni qui, piccola, qui, prendi questo, prendi questo, prendi questo'” * »:

Apparentemente, è passato molto tempo da quando Ferguson ha ammesso che durante il suo anno lontano dallo sport ha fatto molte di queste cose.

Ora che ha l’opportunità di parlare di quello che sta succedendo, Ferguson non si morde più la lingua!

“Stai ascoltando ora”, ha detto Ferguson. “È interessante. Ecco perché non ho rilasciato alcuna intervista. Ecco perché ho tenuto la bocca chiusa per così tanto tempo. Molti combattenti tengono la bocca chiusa per molto tempo.

“Bisogna chiedere anche agli altri combattenti, che sono stati trattati come merda per molto tempo, perché non sono l’unico a pensarlo, a dirlo o a vederlo. esso. Potresti anche chiederglielo. ”

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *