SpaceX sta rilasciando il suo amplificatore Falcon 9, Spaceflight Now, per la seconda volta in tre settimane

SpaceX lancia il razzo Falcon 9 nel cielo di Cape Canaveral con 53 satelliti Starlink 53s. Credito: Michael Kane / Spaceflight Now / Fotografia di Coldlife

SpaceX ha continuato ad accelerare la sua velocità di lancio con un’altra missione Starlink da Cape Canaveral venerdì, completando un’elaborazione rapida con l’amplificatore Falcon 9 di prima fase, che vola per la seconda volta in 21 giorni.

La missione di venerdì, progettata come Starlink 4-16, è stato il 151° lancio del razzo Falcon 9 dopo che SpaceX ha lanciato il suo veicolo equestre funzionante il 4 giugno 2010, il և 43° volo Falcon 9, che è principalmente dedicato all’orbita di Starlink Internet relè. Il lancio è stata la diciassettesima missione dell’anno di SpaceX e il Falcon 9 è stato il sesto lancio ad aprile, il massimo di SpaceX in un mese.

SpaceX ha aumentato la sua velocità di lancio quest’anno. Elon Musk, co-fondatore e CEO dell’azienda, ha affermato che SpaceX mira a effettuare 60 voli Falcon 9 և Falcon Heavy nel 2022, quasi raddoppiando le 31 missioni completate lo scorso anno. La velocità di lancio è mantenuta da SpaceX attraverso il riutilizzo di booster per razzi e limiti di carico utile. Solo uno dei 17 voli Falcon 9 quest’anno ha utilizzato un missile nuovo di zecca.

Durante la missione di venerdì, l’aereo (numero di coda B1062) è atterrato sul veicolo aereo senza pilota “A Shortfall of Gravitas” di SpaceX dopo aver lanciato una missione Axiom Ax-1 nell’Oceano Atlantico l’8 aprile. Il drone ha restituito il missile al porto per l’ispezione. riparazione, quindi SpaceX ha integrato la fase di amplificazione con la nuova seconda fase; il razzo è rotolato nell’hangar sulla 40a piattaforma.

All’interno dell’hangar, i tecnici di SpaceX hanno combinato il razzo con il suo carico utile di 53 satelliti Starlink, che erano già racchiusi nella parete anteriore del Falcon 9. Giovedì, SpaceX ha fatto rotolare il Falcon 9 completamente assemblato verso un pad appena a nord dell’hangar, quindi lo ha sollevato verticalmente per i preparativi per il rilascio finale.

La partenza di venerdì ha segnato la svolta più veloce nei voli del Falcon Booster, superando il record precedente di 27 giorni.

Dopo un regolare ricalcolo, il Falcon 9 ha avviato i suoi motori principali Merlin e ha lasciato la 40a piattaforma presso la stazione spaziale di Cape Canaveral venerdì sera alle 17:27:10 EDT (2127: 10 GMT). Alimentati da motori a cherosene և ossigeno liquido, i motori Merlin 1D hanno alimentato il razzo alto 229 piedi (70 metri) attraverso la stratosfera a nord-est della costa della Florida.

Credito: Steven Clark / Volo spaziale ora!

Sotto il rombo sbiadito dei motori a razzo Falcon 9, il primo stadio si è chiuso, è saltato e poi è saltato a un’altitudine di circa 400.000 piedi prima di atterrare su un drone per un atterraggio verticale. mezzo minuto dopo l’inizio.

Come le recenti missioni Starlink, il volo più alto del Falcon 9 ha posizionato 53 satelliti Starlink in un’orbita quasi circolare a un’altitudine media di 192 miglia (310 chilometri) per ospitare i 53 veicoli spaziali piatti, ciascuno del peso di un po’ di più. un quarto di tonnellata.

La seconda fase ha avviato il suo unico motore ottimizzato per il vuoto per due combustibili per posizionare i satelliti Starlink nell’orbita corretta per la separazione. I satelliti Starlink sono stati schierati nell’Australia meridionale circa 59 minuti dopo la missione.

Falcon 9 ha lanciato i satelliti in orbita con un angolo di 53,2 gradi rispetto all’equatore, uno dei cinque “gusci” orbitali utilizzati sul World Wide Web di SpaceX.

I satelliti Starlink espanderanno le masse solari, utilizzeranno motori ionici per raggiungere la loro orbita operativa a un’altitudine di 335 miglia (540 chilometri), dove entreranno in servizio commerciale e inizieranno a trasmettere segnali a banda larga ai consumatori.

Finora SpaceX ha lanciato 2441 satelliti Starlink, compresi i veicoli spaziali che sono stati dismessi o si sono schiantati. Più di 2.100 di questi satelliti sono in orbita a partire da venerdì, afferma l’astrofisico Jonathan McDowell, che segue il volo spaziale.

Ciò rende la flotta di Starlink la più grande costellazione di satelliti al mondo, quasi cinque volte più grande della flotta di satelliti Internet OneWeb rivale.

Viene lanciato il razzo SpaceX Falcon 9 con la missione Starlink 4-16. Credito: Michael Kane / Spaceflight Now / Fotografia di Coldlife

SpaceX completa la sua rete di attuale generazione con 4400 satelliti. Alla fine, SpaceX prevede di lanciare fino a 42.000 satelliti Internet, ma la cifra finale dipende dalla domanda del mercato di Starlink, che offre connettività ad alta velocità e bassa latenza.

SpaceX afferma che il servizio è più adatto per i clienti in aree remote e difficili da raggiungere, come comunità rurali, case appartate, isole e navi. I clienti possono iscriversi al servizio Starlink online pagando una quota di prenotazione di $ 599 per un modem antenna. SpaceX addebita $ 110 al mese per il servizio clienti Starlink.

SpaceX ha collaborato con le forze armate statunitensi per dimostrare la connettività Starlink con gli aerei. Secondo il Wall Street Journal, Delta Air Lines ha anche condotto test di “ricognizione” del sistema Starlink per un possibile utilizzo futuro negli aerei passeggeri.

La compagnia aerea JSX ha annunciato il 21 aprile che ripristinerà i suoi 100 jet privati ​​per il WiFi utilizzando il servizio Internet SpaceX. Il primo aereo JSX equipaggiato con Starlink dovrebbe volare entro la fine di quest’anno, ha affermato la compagnia.

“Internet ad alta velocità e a bassa latenza è un must nella nostra epoca moderna e i viaggi aerei non fanno eccezione”, ha affermato Jonathan Hoffler, vicepresidente delle vendite commerciali di SpaceX presso SpaceX. “Attraverso Starlink, possiamo fornire un’esperienza Internet simile o migliore di quella che i viaggiatori si sentono a casa. Stiamo creando un futuro in cui quando tutti i clienti salgono sull’aereo, Internet funziona, senza problemi, senza accesso. “Essendo il primo vettore Starlink, JSX stabilisce lo standard per questo nuovo viaggio aereo.”

La Hawaiian Airlines ha annunciato il 25 aprile che sarebbe stata la prima grande compagnia aerea passeggeri a includere Starlink nei suoi aerei. La compagnia aerea ha annunciato che fornirà l’accesso Wi-Fi gratuito a tutti i suoi passeggeri sui voli tra le Hawaii, gli Stati Uniti continentali, l’Asia e altre parti della regione dell’Oceania.

“Quando inizieremo con Starlink, avremo la migliore esperienza di comunicazione aerea”, ha affermato Peter Ingram, CEO e CEO di Hawaiian Airlines. “Abbiamo aspettato che la tecnologia raggiungesse i nostri elevati standard di esperienza per gli ospiti, ma vale la pena aspettare.”

E-mail all’autore

Segui Steven Clark su Twitter. @StefanoClark1:.

Leave a Comment

Your email address will not be published.