SpaceX batte il record di razzi con il prossimo lancio di Starlink: Spaceflight Now

Il razzo SpaceX Falcon 9 è atterrato su un drone l’8 aprile dopo aver lanciato una missione con equipaggio privato Ax-1. Lo stesso amplificatore sarà nuovamente utilizzato per la missione Starlink 4-16 a ovest il 29 aprile. Prestito: SpaceX

Venerdì, con la missione di schierare più satelliti Starlink, SpaceX cercherà di battere il record precedente dell’azienda di quasi una settimana tra i due lanci dello stesso amplificatore Falcon 9 nel più breve periodo di tempo.

Il razzo Falcon 9, che dovrebbe esplodere venerdì da Cape Canaveral, sarà alimentato dalla prima fase, iniziata appena 21 giorni fa, con la missione di astronauti privati ​​Ax-1 di Axiom sulla Stazione Spaziale Internazionale. SpaceX è destinato a superare il record di razzi di 27 giorni stabilito lo scorso anno.

Altri 53 satelliti Starlink sono montati sulla sommità del razzo Falcon 9 progettato per salire dalla 40a piattaforma della Cape Canaveral Space Force. Il lancio è previsto per il lancio immediato venerdì alle 17:27 EDT (2127 GMT). Le forze spaziali statunitensi che prevedono il lancio di Cape Canaveral prevedono una probabilità dell’80% di tempo favorevole per il volo nella seconda metà di venerdì.

La missione dello Starlink 4-16 sarà il 151° lancio del razzo Falcon 9 da quando SpaceX ha lanciato il suo veicolo equestre funzionante il 4 giugno 2010, il 43° volo Falcon 9, che è principalmente dedicato alle stazioni di ritrasmissione Internet Starlink. orbita. Il lancio sarà la diciassettesima missione dell’anno di SpaceX e il Falcon 9 lancerà il suo sesto SpaceX ad aprile, il massimo in un mese.

SpaceX ha aumentato la sua velocità di lancio quest’anno. Elon Musk, co-fondatore e CEO dell’azienda, ha affermato che SpaceX mira a effettuare 60 voli Falcon 9 և Falcon Heavy nel 2022, quasi raddoppiando le 31 missioni completate lo scorso anno. La velocità di lancio è mantenuta da SpaceX attraverso il riutilizzo di booster per razzi e limiti di carico utile. Solo uno dei 17 voli Falcon 9 quest’anno ha utilizzato un missile nuovo di zecca.

Durante la missione di venerdì, l’amplificatore volante (numero di coda B1062) è atterrato sul drone “A Shortfall of Gravitas” di SpaceX nell’Oceano Atlantico dopo essere stato lanciato dalle missioni Ax-1. Il drone ha restituito il razzo al porto per piccole riparazioni, quindi SpaceX ha integrato la fase dell’amplificatore con la nuova seconda fase e ha fatto rotolare il razzo in un hangar sulla 40a piattaforma.

All’interno dell’hangar, i tecnici di SpaceX hanno combinato il razzo con il suo carico utile di 53 satelliti Starlink, che erano già racchiusi nella parete anteriore del Falcon 9. SpaceX ha pianificato di far rotolare il Falcon 9 completamente assemblato in un pad appena a nord dell’hangar giovedì e quindi di sollevarlo verticalmente per finalizzare il lancio.

Come le recenti missioni Starlink, il Falcon 9 punterà su un’orbita quasi circolare a un’altitudine media di 192 miglia (310 chilometri) per ospitare 53 veicoli spaziali piatti, ciascuno del peso di poco più di un quarto di tonnellata.

Il set di satelliti Starlink è stato schierato su una missione missilistica Falcon 9 l’anno scorso. Prestito: SpaceX

Il razzo Falcon 9 viaggerà a nord-est di Cape Canaveral con nove motori a cherosene Merlin 1D che producono 1,7 milioni di libbre di propulsione. Due minuti e mezzo dopo il decollo, l’amplificatore decollerà dal secondo livello e inizierà la sua discesa nell’Oceano Atlantico, un drone “basta leggere le istruzioni” della Carolina.

Durante il suo sesto viaggio nello spazio, l’amplificatore combatterà a un’altitudine di circa 400.000 piedi, circa otto minuti e mezzo dopo il lancio per un atterraggio verticale su una piattaforma galleggiante.

La seconda fase brucerà il suo motore ottimizzato a vuoto singolo per due combustibili in modo che i satelliti Starlink siano nell’orbita corretta per la separazione. Il dispiegamento dei satelliti Starlink avverrà circa 59 minuti dopo la missione in South Australia.

Falcon 9 lancerà i satelliti in orbita con un angolo di 53,2 gradi rispetto all’equatore, uno dei cinque “gusci” orbitali utilizzati nell’Internet globale di SpaceX.

I satelliti Starlink espanderanno le masse solari, utilizzeranno motori ionici per raggiungere la loro orbita operativa a un’altitudine di 335 miglia (540 chilometri), dove entreranno in servizio commerciale e inizieranno a trasmettere segnali a banda larga ai consumatori.

Come parte della missione di venerdì, SpaceX ha lanciato fino ad oggi 2.888 satelliti Starlink, inclusi veicoli spaziali inattivi o precipitati. Più di 2.100 di questi satelliti sono in orbita fino a giovedì, secondo l’astrofisico Jonathan McDowell, che segue il volo spaziale.

Ciò rende la flotta di Starlink la più grande costellazione di satelliti al mondo, quasi cinque volte più grande della flotta di satelliti Internet OneWeb rivale.

E-mail all’autore

Segui Steven Clark su Twitter. @StefanoClark1:.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *