Sostituire il 20% della carne bovina con proteine ​​microbiologiche “potrebbe dimezzare la deforestazione” | Cibo

Secondo una recente analisi, sostituire il 20% del consumo mondiale di carne bovina con proteine ​​microbiologiche come Quern potrebbe dimezzare la deforestazione del pianeta nei prossimi tre decenni.

Questa mossa dimezzerà anche le emissioni del sistema alimentare globale, riducendo la distruzione degli alberi e le emissioni di metano dal bestiame. Studi precedenti hanno dimostrato che le alternative alla carne hanno un’impronta ambientale inferiore, ma quest’ultima analisi è la prima a valutare l’impatto che ciò potrebbe avere sul mondo.

La deforestazione distrugge anche la fauna selvatica, ma è molto difficile fermarla. Gli esperti affermano che il modo migliore è ridurre la domanda di prodotti che causano disastri, sostituendoli con alternative più ecologiche. Le proteine ​​batteriche vengono cotte in bioreattori caldi, come la birra, con batteri che si nutrono di zucchero. Gli scienziati affermano che i prodotti ricchi di proteine ​​possono rendere la carne tanto nutriente quanto nutriente.

Oggi, l’83% dei terreni agricoli è utilizzato per il bestiame e le loro colture foraggere, ma la carne e i prodotti lattiero-caseari costituiscono solo il 18% delle calorie consumate dall’uomo. La produzione di carne di ruminanti, principalmente manzo ma agnello, è più che raddoppiata dal 1961, ma numerosi studi hanno dimostrato che il consumo di carne nei paesi ricchi deve essere drasticamente ridotto per superare la crisi climatica.

“Il sistema alimentare è alla base di un terzo delle emissioni globali di gas serra, e la carne di ruminanti è l’unica fonte principale”, ha affermato il dottor Florian Humpenoder, ricercatore presso l’Istituto di Potsdam per la ricerca sull’impatto climatico (PIK) in Germania. studio. “La buona notizia è che le persone non dovrebbero aver paura che in futuro possano mangiare solo verdure. Possono continuare a mangiare hamburger և cose del genere, solo quei biscotti per hamburger saranno fatti in modo diverso. ”

Lo studio si è concentrato sulla carne microbiologica, poiché è stata prodotta industrialmente per 20 anni ed è ora disponibile, afferma la dott.ssa Isabel Weindl, che è anche al PIK. “Anche prendendo lo zucchero come materia prima, le proteine ​​microbiologiche richiedono molto meno terreno agricolo rispetto a [with] carne di ruminanti”. Studi precedenti hanno dimostrato che la qualità delle proteine ​​microbiologiche della carne è equivalente a quella della carne bovina, ma richiede il 90% in meno di suolo, acqua e produce l’80% in meno di emissioni di gas serra.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature, ha utilizzato modelli informatici che includevano previsioni statistiche medie di fattori socioeconomici, come la crescente domanda di carne bovina, la crescita della popolazione globale, la crescita dei ricavi e i cambiamenti nel commercio internazionale.

La riduzione del 56% della deforestazione a 78 milioni di ettari (193 m3) con un quinto della sostituzione di un quinto della proteina del manzo si è verificata in America Latina e nell’Africa subsahariana. Il modellismo presenta ancora una significativa deforestazione dovuta alla produzione di altri prodotti, come olio di palma e cacao.

Iscriviti alla First Edition, la nostra newsletter giornaliera gratuita, ogni giorno lavorativo alle 7:00 BST

I ricercatori hanno scoperto che la sostituzione della proteina batteriologica ha ampiamente invertito il previsto aumento della domanda di carne bovina, il che significa che non è necessario abbattere nuove aree di pascolo nelle foreste. L’aumento della quota di carne bovina sostituita fino al 20% ha portato a una riduzione dei raccolti, poiché la maggior parte della deforestazione era già stata prevenuta e una sostituzione del 50% ha portato a una riduzione dell’82% della deforestazione entro il 2050.

Le proteine ​​batteriche possono essere prodotte da una varietà di microrganismi, compresi i batteri, ma oggi la principale fonte sul mercato sono i funghi, il leader di mercato è Quorn. “La migliore alternativa alla carne è mangiare di meno”, ha detto Humpenoder. “Ma [microbial protein products] Può rendere più facile per le persone evitare la carne. ”

Lo studio non ha analizzato gli effetti delle alternative a base vegetale sulla carne, ma si prevede che riducano anche significativamente l’impatto ambientale. La carne coltivata da cellule animali nei bioreattori è ancora nelle prime fasi di sviluppo և non è stata inclusa nello studio a causa della mancanza di dati rilevanti.

La dott.ssa Tilly Collins, dell’Imperial College London, che non faceva parte del gruppo di ricerca, ha dichiarato: “Sebbene le previsioni di questi modelli dipendano fortemente dalla nostra capacità di fornire tale sostituzione proteica, non c’è dubbio che l’efficacia delle alternative basate sulla biotecnologia sia promettente. Enorme potenziale per un cibo più sostenibile in futuro.

“I governi համակարգ devono coordinare le imprese alimentari per sviluppare standard adeguati [for microbial protein] և, di conseguenza, la futura fiducia del pubblico. “I nostri frammenti potrebbero non essere più gli stessi.”

I bioreattori utilizzati per produrre le proteine ​​microbiche richiedono il riscaldamento e l’uso di fonti di elettricità ad alto contenuto di carbonio compenserà alcuni dei loro vantaggi, ma l’elettricità verde si sta espandendo rapidamente poiché i costi continuano a diminuire.

“Le proteine ​​batteriche non vanno viste come un proiettile d’argento, ma piuttosto come un materiale da costruzione nella grande trasformazione dell’intero sistema alimentare և agricolo, abbinandolo alla riduzione degli sprechi alimentari, lo stimolo per un’alimentazione più sana:. la vendita di prodotti ad alto impatto ambientale.”

Leave a Comment

Your email address will not be published.