Sixers contro Calore. James Harden piange quando i Sixers vincono Gara 4 և pareggiano

Il cliché che i playoff non inizino fino alla vittoria della squadra in trasferta che James Harden ha utilizzato dopo la seconda partita dei Sickers a Miami suona al momento dubbioso.

I Sixers hanno vinto la loro seconda partita consecutiva a Filadelfia domenica sera, unendo il loro secondo turno in due partite contro gli Heat con un’intensa e imbattuta vittoria per 116-108 al Wells Fargo Center.

Harden li ha portati al traguardo con tonnellate di colpi di frizione. Ha segnato 31 punti, nove assist e sette rimbalzi.

Joel Embid ha segnato 24 punti և 11 rimbalzi. In tutte e cinque le formazioni titolari dei Sixers, George Niang ha segnato gol a doppia cifra.

Jimmy Butler ha avuto un’ottima serie di sconfitte di 40 punti.

Dwayne Dedmon ha saltato la partita di domenica a causa di un malore. L’allenatore di Heath Ledger Eric Spoelstra ha detto che il centro di riserva pre-partita era “quotidiano” e negativo per COVID-19.

La quinta partita si svolgerà martedì sera a Miami. Ecco le osservazioni sulla vittoria nella 4a partita dei Sixers.

Embiid è tornato all’offensiva commerciale

I Sixers sono stati determinati all’inizio nella difesa più profonda di Embiid contro i difensori più piccoli.

Significava cercare gli angoli giusti per azionare il convertitore di Miami e la parte anteriore, come manipolare gli Heat per aiutare i difensori a rimanere fuori dai giochi per un momento. Harden ce l’ha fatta con due passaggi bassi piuttosto alti, “Tobias Harris” ha alimentato Embiid per un facile secchio nel primo quarto.

Tuttavia, l’infilatura dell’ago non è automatica. Harden ha fatto tre giri nel primo tempo, di cui uno quando non è riuscito a mandare perfettamente la palla al limite di Embid. E nel secondo quarto, ha colpito il limite durante lo stesso tentativo. L’alimentazione forzata di Embidy è allettante, ma i Sixer a volte avranno opzioni migliori. Miami ha cercato di costringere coloro che a volte avevano difficoltà a studiare a prendere l’intera corte di Harden.

Embid era molto indietro nel suo primo tentativo da tre punti, ma ha fatto il suo secondo tentativo. Ha commesso il terzo fallo su Gabe Vincent con un tempo di 8,4 secondi nel primo quarto quando gli Heat Guards hanno eliminato Embiid per la posizione sopra l’area di Miami. I due calci di rigore di Embid gli hanno regalato 15 punti (5 contro 6) nel primo quarto, appena tre in meno di quelli segnati venerdì nella sua terza partita in campo, dando ai Sixers un vantaggio di 30-28.

Indossando una mascherina per proteggere la frattura dell’orbita destra, giocando sul legamento strappato del pollice destro, Embid, ovviamente, non sarà il migliore fisicamente a breve. L’inizio della 4a partita è stato almeno un segnale rassicurante che può ancora dominare le partite su entrambi i lati.

Funziona su problemi sfavorevoli più difficili

Anche prima che Harden fosse chiamato per il suo secondo fallo di 3:05, prima del primo, Shake Milton è rimasto nella rotazione flessibile dell’allenatore dei Sixers Doc Rivers. Furkan Korkmaz non ha giocato domenica. L’idea dei minuti di corsetto è sicuramente meno allettante quando i tiri esterni dei Sixers sono dolci, և Milton dimostra di essere un abile giocatore a due mani.

I Sixers fecero alcuni viaggi chiave, sedendosi con Harden. Matisse Taybul ha segnato i suoi primi tre dopo la seconda partita del primo turno. Tyrese Maxey ne ha anche sbarcato uno nell’area di Miami. Bam Adebayon և In generale, l’attacco di Heath è stato sorprendentemente più forte sulla panchina di Embid. I Sickers erano indietro di tre punti quando è tornato, e questo non sembrava un brutto risultato per la prima stagione di Paul Reed.

Danny Green ha sentito “Dan-ny!” grida sulla linea grezza dopo un 6-0 personale. Ha iniziato 3 a 3 dopo una lunga distanza nella 3a partita dopo aver giocato 7 per 9. È stata una piacevole battuta d’arresto per il verde medio, che ha segnato solo 2 su 3 delle prime և 2 partite contro 14.

Quei salti erano inversioni di impulsi. Harden è entrato brevemente nel solco, tre passi dietro Butler, dando ai Sixers un vantaggio di 56-46. I Sixers hanno quindi resistito all’ondata del mini-maggiordomo, prendendosi una pausa otto volte, nonostante abbiano segnato zero punti nel secondo quarto dalla loro grande stella.

Harden enorme nella seconda metà dello slagfest

Il coinvolgimento di Green con l’ex compagno di squadra Kyle Lowry ha costretto il 34enne a lasciare il terzo quarto con quattro falli. Niang è entrato.

Maxine ha accennato al maggior fascino dopo aver segnato 21 punti nel terzo tempo nel secondo tempo, quando il 21enne ha realizzato due tiri liberi sulla linea di fondo, abbattendone tre.

Tobias Harris si è poi unito a Green, commettendo quattro falli in poco meno di cinque minuti. Taibul lo ha sostituito e lo ha colpito quando Embid lo ha trovato libero lungo la linea di base. Anche Niang ha colpito duramente, rispondendo al trio Butler, che ha guidato i Sixers 74-70 con uno di loro.

Come dimostrano molte delle violazioni sopra citate, le condizioni fisiche del gioco si sono intensificate nel terzo quarto, և nessuna delle squadre era soddisfatta dell’arbitraggio, tranne che il giocatore stava lanciando liberamente. Adebayon, PJ Tucker e Max Strauss hanno tutti valutato il loro quarto reato nel terzo. Marquez Morris, residente a Filadelfia, ha giocato i suoi primi minuti di post-stagione quando Miami ha preferito un attaccante veterano al difensore centrale esordiente Omer Yurtzen.

Ovviamente, a Morris ci è voluto circa un minuto per una giocata approssimativa su Embid. Ed Embiid in seguito ha negato categoricamente l’ambizioso maglione Morris.

I Sixers hanno dissipato tutte le preoccupazioni di Embid sul time-lapse per iniziare il quarto stop stringendo insieme gli stop per sfruttare il secondo consecutivo di colpi di calore approssimativi (7 su 35 nell’intervallo da tre punti). Harden ha fatto esattamente ciò di cui la squadra aveva bisogno dall’altra parte, facendo tre assist ad Harris, facendo due errori e inciampando, il che ha portato i Sickers a 97-85.

Quasi non ha finito gli scioperi di massa. Il 10 stelle All-Actor ha ribaltato il trio su Adebayo, lo ha superato per un lay-up prima di seppellire un saltatore sulla lunga distanza che ha spinto i Sixers in avanti da otto minuti a tre minuti.

Harden emise un forte urlo dopo le tre. Quel tiro gli ha dato più di 30 punti per la seconda volta poiché Sixer ha assicurato che la serie non fosse ancora iniziata, almeno per definizione.

Leave a Comment

Your email address will not be published.