Sintesi di Sixers-Heat Game 3. Il mascherato Joel Embidy torna per aiutare Phil a vincere

Quando la serie del secondo round dei 76ers si è trasferita a Filadelfia, i percorsi interrotti di Joel Embid sono tornati alla serie per il gioco 3. I Sixers hanno sconfitto gli Heat 99-79 in una terrificante partita difensiva, conducendo la serie 2-1 a Miami.

Danny Green si è scaldato dal basso, regalando ai Sickers i 21 punti più alti della squadra. Dopo un inizio lento, Tyrese Max ha segnato 21 punti con l’88,3% di tiri reali e sei assist. James Harden ha avuto un inizio caldo, segnando 17 punti con otto rimbalzi e sei assist, mentre Embid ha concluso con 18 punti, 11 rimbalzi e un recupero pur dominando la difesa. Ecco alcuni momenti del 3° gioco.

La prima metà

  • Non sorprende che i Sixers siano sembrati molto più energici dall’inizio di questo gioco rispetto ai due giochi precedenti. La difesa del distretto è stata giorno e notte, rispetto alle due partite precedenti, i Sickers hanno mantenuto Miami solo 17 punti nel primo quarto և 34 punti nel primo tempo.
  • All’inizio il crimine era tutt’altro che perfetto. Ci è voluto del tempo prima che il ragazzo grande tornasse in pista in una settimana senza alcuna attività di basket, ma sono comunque riusciti a mettere molta pressione sulla difesa degli Heat spingendolo nel canestro. Nonostante le preoccupazioni per le sue condizioni prima della partita, il primo quarto di turno di Embid è stato di circa 10 minuti, che normalmente sarebbero stati quando era completamente in salute.
  • I primi sette quarti di giro, di cui quattro (cinque se si conteggia il primo quarto del secondo quarto) per finire il quarto di fila, hanno permesso a Miami di tagliare il vantaggio a quattro, anche se Phil è stato molto più avanti di Heath per la maggior parte del turno di apertura . Anche i Sixer hanno continuato a essere uccisi nel vetro d’attacco.
  • A causa di alcune legittime preoccupazioni, i verbali del centro di riserva sono stati restituiti integralmente a Paul Reed alla presenza di Embiid. Sia la partita contro Harden che Embid in panchina è stata disastrosa; il parziale di 9-0 quando Harden è tornato in campo ha riportato i Sickers al posto di guida.
  • Era solo questione di tempo prima che i Sixers vedessero battute d’arresto positive in questa serie. Il primo tempo di Danny Green è stato un grande salto rispetto alla sua prestazione nel secondo gioco, andando oltre l’arco nel primo tempo con il punteggio di 3-4. Il verde ha avuto una mano calda per tutta la notte, finendo con 21 punti con 7-9 gol, guidando la squadra per numero di gol.
  • La pausa dei Sixers è stata posticipata quando Harden si è seduto in panchina, soprattutto quando The Beard ha dovuto sedersi negli ultimi due minuti della partita allo sbando. Questo problema ha continuato ad affliggere i Sixers quando Harden ha commesso il suo quarto fallo all’inizio del terzo.

Seconda metà

  • Dopo un caldo inizio di gioco, in cui i progressi sono balzati a 12, la violazione di Philly è diventata davvero negligente. Hanno lottato per prendersi cura del basket con tutte le trappole che Miami ha inviato loro, soprattutto quando Harden era in panchina. Jimmy Butler è diventato un vero fastidio nel terzo, con 12 dei suoi primi 33 in quel periodo.
  • È iniziata come una brutta serata per Tyrese Maxey, ma alla fine del terzo quarto il suo aumento di cinque punti avrebbe potuto salvare la partita. I tre hanno interrotto la corsa di 20-6, che ha svegliato i “Sixers” e la folla.
  • Nella ripresa i “Sickers” sono andati al Bbol Paul un po’ più tardi del solito, permettendo a Embidi di iniziare il quarto quarto. Questo aggiustamento ha funzionato bene per Philly, in quanto sono stati in grado di respingere il comando fino a quando durante questi sette periodi, bi Embiid tornerà con 11 punti di vantaggio.
  • Se il suo terzo quarto ha salvato la partita, il quarto quarto l’ha fermata. Maxey non ha segnato dal campo fino a meno di tre minuti prima della fine del terzo, ma una volta si è convinto di avere un impatto. Il suo gioco di correre quasi al punto di saltare fuori limite era decisamente pazzesco.
  • Proprio alla fine della partita, Embid ha colpito accidentalmente Bam Adebayo in testa. Rimarrebbe in gioco per tirare i calci di rigore, spero che non succeda nulla di grave.

Sixers ottiene la vittoria più potente! Una sconfitta per 3-0 sarebbe la pena di morte. Ora, se vincono la 4a partita, tutto è sistemato.

Leave a Comment

Your email address will not be published.