Shanghai segna il principale punto di riferimento di Covid, Pechino è al limite

SHANGHAI – Shanghai sabato ha dichiarato di non aver rilevato nuovi casi di Covid-19 al di fuori dell’area di quarantena, una pietra miliare significativa nella sua lotta contro il virus, che ha paralizzato una città di 25 milioni di abitanti e spinto i residenti di Pechino sull’orlo del baratro.

Le strade della capitale erano terribilmente tranquille all’inizio della lunga pausa di lavoro, և I residenti erano preoccupati che le autorità avrebbero imposto ulteriori restrizioni alle ferie, quando molte persone di solito viaggiano o interagiscono.

Scarica l’app NBC News per le notizie և politica

A Shanghai, la città più popolosa della Cina, le scene di case ed edifici in cui i residenti sono stati limitati per impedire loro di andarsene sono diventate i titoli dei giornali nelle ultime settimane poiché molti altri paesi del mondo imparano a convivere con il coronavirus.

La Cina mantiene una politica zero Covid per sradicare la malattia, portando frustrazione e frustrazione tra i residenti, che collaborano da più di un mese. Lottando per il cibo e altre necessità quotidiane, alcuni hanno mostrato una rara opposizione pubblica allo stretto controllo del governo.

Se la campagna di tolleranza zero funzionerà, significherà la vittoria dell’approccio del presidente Xi Jinping nell’anno in cui dovrebbe assicurarsi un terzo mandato, infrangendo il suo precedente.

I funzionari di Shanghai non hanno discusso le linee guida nella loro conferenza stampa quotidiana venerdì, ma i social media cinesi sono stati lieti di ricevere oltre 190.000 visualizzazioni su Weibo sabato mattina su “Shanghai non vede la trasmissione di Covid a livello di comunità”. piattaforma.

“Shanghai a livello di comunità ha finalmente raggiunto lo zero!!! “Lascia che Shanghai si svegli il prima possibile!!”, si legge nel post. “C’è speranza che possiamo liberarcene dopo le vacanze di maggio”, ha detto un altro.

Zero casi fuori quarantena a Shanghai venerdì, rispetto ai 108 di giovedì. Altre città cinesi nel blocco hanno iniziato ad allentare le restrizioni dopo aver interrotto i trasferimenti al di fuori della quarantena.

L’abitante del villaggio che trasportava i bagagli viene disinfettato quando torna a casa dopo essere stato messo in quarantena nel villaggio di Lianqing nella città di Pechino, nel distretto di Pudong New di Pechino, martedì.Jin Liwang / AP:

Ma alcuni mettono in dubbio il bar di Shanghai, dicendo che la maggior parte dei residenti della città è stata messa in quarantena.

I funzionari sanitari hanno dichiarato sabato che c’erano circa 16.000 aree chiuse a Shanghai, di cui a più di 4 milioni di persone è stato impedito di lasciare le loro case. Ad altri 5,4 milioni di persone è stato impedito di lasciare le proprie case.

Infatti, molti dei residenti rimasti nelle aree di prevenzione a basso rischio non sono ancora autorizzati a lasciare le proprie associazioni.

“La sorveglianza epidemiologica nella città è ancora fondamentale e la tendenza è che le persone devono intensificare la loro sorveglianza”, ha affermato Zhao Dandan, vicedirettore della Commissione sanitaria di Shanghai. “Manteniamoci tutti a questo livello di difesa conquistato duramente che abbiamo raggiunto”.

IMPATTO ECONOMICO

A Shanghai, la lotta per frenare la versione ad alta trasmissione dell’Omicron è costata cara all’economia, agli affari e alle persone, mentre le compagnie di navigazione sono state sopraffatte e le catene logistiche sono state limitate.

L’attività delle fabbriche cinesi è scesa più velocemente in 26 mesi ad aprile, al livello più basso dai primi mesi dell’epidemia, segnalato per la prima volta nella Cina centrale quando i blocchi hanno interrotto la produzione industriale e interrotto le catene di approvvigionamento. I dati pubblicati sabato hanno sollevato preoccupazioni per un forte rallentamento nel secondo trimestre, che influenzerà la crescita globale.

I funzionari di Shanghai che affermano di volere che le fabbriche tornino al lavoro hanno affermato che oltre l’80% delle 666 aziende prioritarie ha ripreso la produzione, diventando così il secondo elenco di 1.188 aziende.

Le infezioni si stanno attenuando quando il paese più popoloso del mondo entra nella pausa del Labor Day, che dura fino a mercoledì, tradizionalmente una delle stagioni turistiche più trafficate della Cina, ma che quest’anno è stata duramente colpita dal virus.

Alcuni osservatori affermano che negli ultimi giorni le autorità sono state meno rigorose nel testare le persone.

Le autorità di Pechino sono in competizione per rilevare i casi di Covid e isolare i contatti stretti con le persone infette. Il governo locale ha affermato che i residenti devono fornire i risultati del test dell’acido nucleico entro sette giorni prima di recarsi in luoghi pubblici o utilizzare i mezzi pubblici, che entreranno in vigore dopo le vacanze.

In entrambe le città, le autorità non hanno fornito un calendario o una strategia per tornare alla normalità.

Nomura stima che 46 città siano completamente o parzialmente bloccate, colpendo 343 milioni di persone. La Société Générale stima che l’80 per cento della produzione economica cinese provenga da province con significative limitazioni alla mobilità. In risposta agli altri contrattacchi di Covid, la Cina rafforzerà il suo sostegno politico all’economia, ha affermato venerdì il massimo organo decisionale del Partito Comunista, portando le azioni al di sotto del minimo di due anni.

Venerdì a Shanghai ci sono stati 47 decessi per Covid-19, rispetto ai 52 del giorno precedente.

Alcuni hanno messo in dubbio il bilancio delle vittime poiché molti residenti affermano che parenti o amici sono morti dopo essere stati infettati dal coronavirus all’inizio di marzo.

Pechino ha riportato 48 casi sintomatici di Covid-19 al giorno, rispetto ai 47 del giorno precedente, secondo quanto riportato da Xinhua sabato. La città ha riportato anche sei casi asintomatici, rispetto ai due del giorno precedente.

La Cina continentale ha riportato 10.793 casi di Covid-19 al giorno, in calo rispetto ai 15.688 nuovi casi del giorno precedente, ha affermato sabato la Commissione sanitaria nazionale.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *