Shanghai rafforza i blocchi per raggiungere l’obiettivo zero COVID entro la fine di maggio

SHANGHAI, 8 maggio (Reuters) – Shanghai sta rafforzando il blocco del suo già grave COVID-19 con un nuovo impulso per eliminare le infezioni al di fuori delle aree di quarantena della città più grande della Cina entro la fine di questo mese, affermano persone che hanno familiarità con la questione.

È probabile che le restrizioni varino in 16 distretti della città, poiché alcuni hanno già raggiunto i loro obiettivi, ma le persone affermano che le restrizioni al traffico rimarranno in vigore fino alla fine di maggio, tra i timori di ripresa, nonostante un recente calo della peggiore epidemia di coronavirus del paese .

I resoconti dei residenti di diversi distretti, così come i post sui social media, hanno mostrato che il governo della città di 25 milioni sta accelerando e ampliando gli sforzi per trasferire stretti contatti positivi ai centri di quarantena centrali.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Molti residenti hanno affermato di dover trasferirsi in tali strutture, sebbene il test sia stato negativo dopo che nei loro edifici sono stati rilevati casi di frustrazione.

Altri residenti hanno affermato di aver detto sabato che non sarebbero più stati in grado di lasciare le loro porte o proprietà o di ricevere consegne per una settimana come parte dei loro sforzi per raggiungere l’obiettivo del “livello zero della comunità”.

Il governo di Shanghai non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Shanghai segnala migliaia di casi al giorno, la stragrande maggioranza dei quali si trova in spazi chiusi, come strutture di quarantena centrali, aree a circuito chiuso o appartamenti in cui ai residenti è vietato uscire dalla porta di casa.

La fine delle transizioni a livello di comunità al di fuori di tali aree è stata un punto di svolta in città come Shenzhen, che il mese scorso ha riaperto i trasporti pubblici per consentire alle persone di tornare al lavoro.

Ma Shanghai sta lottando per fermare la trasmissione della comunità sotto forma della contagiosa versione Omicron. Inizialmente le autorità intendevano raggiungere l’obiettivo entro il 20 aprile, secondo quanto riportato da Reuters il mese scorso, ma solo in due distretti. leggi di più

“NON C’È UN PERCHÈ”

Sabato le autorità della contea di Putuo-Changing hanno rilasciato una dichiarazione in cui affermano che i residenti dei complessi residenziali di “prevenzione” più a basso rischio della città non potevano più lasciare le loro case.

Un residente del distretto di Pudong Nor Ara, dove si trova il centro finanziario di Shanghai, ha detto a Reuters di aver ricevuto una notifica simile dal suo edificio.

I residenti del distretto di Suez, che comprende l’area dell’ex concessione francese, hanno detto ai residenti di nove complessi di appartamenti che sabato i loro comitati distrettuali hanno annunciato che non sarebbero stati autorizzati a lasciare la porta di casa o a ricevere consegne per almeno una settimana.

“Questo dovrebbe essere fatto il prima possibile a ‘livello di comunità di livello zero’ per consentire che il blocco venga revocato”, ha affermato Xuhu da Reuters. Dice che i cordoli dureranno fino al 15 maggio.

Una delle commissioni distrettuali ha affermato nel suo resoconto ufficiale WeChat che per la sicurezza della comunità, tutti i residenti di un edificio dovrebbero essere trasferiti e l’area disinfettata quando il test residente è risultato positivo.

Il video, che è stato condiviso migliaia di volte sui social media, afferma che la polizia in uniforme sta discutendo con i residenti a cui è stato detto che dovrebbero essere messi in quarantena dopo un test di vicinato.

“Questo è così che possiamo rimuovere completamente tutti i casi positivi”, ha detto l’ufficiale. “Smettila di chiedermi perché, non c’è perché. “Dobbiamo seguire le linee guida nazionali e le politiche di controllo delle epidemie”.

Reuters non ha potuto verificare il video da solo.

Al di fuori dell’area di quarantena, Shanghai ha raggiunto il COVID-19 solo due volte, il 30 aprile e il 1 maggio. Da allora gli eventi quotidiani sono stati a doppia cifra. I funzionari della città affermano che le aree in cui non ci sono stati casi di quarantena per tre giorni consecutivi sono considerate aver raggiunto il loro obiettivo.

A partire da sabato, Shanghai aveva segnalato 11 casi in cinque distretti al di fuori della quarantena.

I funzionari hanno dato poca chiarezza su come alla fine rimuoveranno il blocco, avvertendo il pubblico di compiacimento.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Relazione di Engen Tami, Zhang Yang, Winnie Zhou և Jason Xue; Scritto da Brenda Goh; A cura di William Mallard

I nostri standard. Principi di Thomson Reuters Trust.

Leave a Comment

Your email address will not be published.