Round 1, Anteprima della 2a partita – Arvidson è uscito + potenza dell’ala, minuti difensivi, differenze playoff

OMS: Los Angeles Kings (1-0) @ Edmonton Oilers (0-1)
CHE COSA? PLAYOFF STANLEY CUP 2022 – Round 1, Gara 2:
QUANDO: Mercoledì 4 maggio alle 19:00 Oceano Pacifico
DOVE? Rogers Place – Edmonton, AB
COME SEGUIRE? VIDEO. Bally Sports So-Cal – AUDIO – iHeart Radio – TWITTER: @DooleyLAK: & @LAKings:

L’INCONTRO NOTTURNO DI OGGI. Questa è la seconda partita della post-stagione, Insiders. I Kings vincono la prima partita 4-3 qui a Edmonton, avendo l’opportunità di giocare qui di nuovo stasera, prima che la serie torni a Los Angeles venerdì.

TESTA A TESTA. I Kings hanno guidato Thor Moore, Philip Dano e Alex Jafalo all’andata mentre il trio si è combinato per sette punti per vincere. Moore ha aperto la strada con tre punti, inclusi i primi due gol assist della sua carriera post-stagionale, mentre Jafalo և Dano aveva un gol e due assistenti.

RE VITALI: Questo è un test completamente nuovo per i Kings stasera mentre si preparano per la loro seconda partita contro gli Oilers. Con un vantaggio di 1-0, questo è un altro solido test per la necessità di stasera di giocare tutte le partite dopo la stagione.

Come è stato per la maggior parte della stagione, il portiere Jonathan Quick non era sul ghiaccio oggi; era l’inizio della sua seconda partita stasera a Edmonton. Quick ha effettuato 36 parate su 39 tiri in Gara 1 ottenendo la sua prima vittoria nei playoff dal 2016. Quick ha ora effettuato ciascuno degli ultimi 86 lanci post-stagione da parte degli hacker di Kings. In ogni momento, Quick è 46-39 in bassa stagione, seguito da una percentuale di parate di 0,922 contro una media di 2,24 gol.

Pattinare questa mattina non indica un potenziale cambio di formazione, poiché la maggior parte del gruppo è sul ghiaccio o alcuni giocatori hanno scelto questa opzione, come a volte hanno fatto durante la stagione.

L’attaccante Victor Arvidson non era sul ghiaccio oggi, poiché ha lasciato l’allenamento sabato e l’esterno non ha giocato nella prima partita lunedì sera. Todd McLellan ha confermato questa mattina che Arvidson non giocherà in Gara 2 stasera.

A titolo informativo, ecco come era disposta la squadra nella prima partita, senza segnali evidenti che indichino che stasera il girone cambierà nella seconda partita.

Atanasio – Kopitar – Kempe
Iafallo – Danault – Moore:
Grundstrom – Lizot – Marrone
Lemierre – Byfield – Cali!

Edler-Roy
Anderson-Durzi
Maatta – Spence

Veloce:
Petersen

MISURE DI VITA DEGLI OLI. Edmonton non ha perso di fila quest’anno, con solo due sconfitte consecutive dal 9 marzo. Gli Oilers hanno perso solo sei delle 25 partite durante quella parte della stagione regolare.

Secondo Tony Brar su Oilers TV, è così che gli Oilers dovrebbero continuare stasera nella seconda partita.

Questo significa un passaggio dalla prima partita alla seconda, dove Edmonton sembra passare dall’11-7 al 12-6. Brar ha notato che è probabile che l’attaccante Josh Archibald venga controllato in attacco, mentre il difensore Chris Russell è in ritardo per il lavoro extra. Altrimenti, Edmonton probabilmente andrà con lo stesso gruppo della prima partita.

Appunti –

L’importanza delle ali nei giochi
Molto è stato fatto in questa serie sulle partite centrali durante questa serie, in particolare sulla coppia dinamica e offensiva di Conor McDavid և Anze Copitari di Leon Dryzitley և Philip Dano.

Quella coincidenza, ovviamente, era evidente in Gara 1, quando i quattro erano molto vicini sul ghiaccio nel tempo totale (Copitar e McDavid erano separati da 8 secondi, Danaultin և Dryzitlin da 11 secondi). La sua trama secondaria, però, è il gruppo di esterni che giocano accanto a quei centri, a loro viene chiesto di registrare quei minuti così come le partite. Kopitar, ad esempio, ha giocato 25:41 nella prima partita, ma la sua mano destra, Adrian Kempe, non era molto indietro a 24:55. Avere giocatori marginali che sappiano gestire anche queste situazioni è un elemento meno noto della serie, ma comunque possibile.

“Sì, entrambe le squadre hanno ali che giocano molto bene”, ha detto questa mattina Todd McClellan. “Si sta facendo molto sui loro due centrali, noi due. È una storia naturale. Se avessi il tuo lavoro, lo scriverei anche io, perché sono quattro grandi giocatori. Ma ci sono anche delle ali davvero brave in quelle linee che giocano un ruolo significativo nell’esito della partita. Siamo fortunati ad averne 5, 6 di loro che possiamo mettere lì և possiamo fare lo stesso. ”

Parlando con l’attaccante del Kempe Terror Moore, sono entrambi giocatori che accettano la sfida di quelle partite. In Gara 1, l’attaccante più comune di Kempe era McDavid. Moore era Zack Hayman e Dryzitle non era da meno.

Tema comune, ovviamente, durante i primi appuntamenti di lunedì.

Campo – Sì, Al che suona abbastanza schifo per me, sembra che anche BT non faccia per me. Giocare contro quei due ragazzi in quasi ogni turno sarebbe stata una bella sfida, ma ne abbiamo parlato prima della partita, siamo usciti là fuori, abbiamo fatto un lavoro abbastanza solido nella partita 5 contro 5 contro di loro. Le squadre speciali PK և saranno enormi, sappiamo quanto sono brave in quella situazione, ma 5 su 5 ce l’abbiamo fatta bene”.

Fuliggine – Sì, penso che sia una grande sfida, ma allo stesso tempo è una grande opportunità. Phil lo ha fatto, come ha fatto l’anno scorso, giocando contro alcuni dei migliori giocatori del campionato. Sapendo che ho quella fiducia in lui և manterrò il mio peso և esso [our line] farà lo stesso.

Parlando con Kempe questa mattina, i suoi minuti hanno sicuramente mostrato un aumento di ciò che ha fatto durante la stagione regolare in Gara 1.

La sua capacità di imparare da Anze Copitar in quel campo è stata immensa per lui come giocatore di linea che ha guidato quei momenti durante i playoff per tutta la stagione.

“Mi sento come se avessi cercato di imparare da lui tutto l’anno quando si tratta di cose come questa”, ha detto Kempe. “Prima, forse quando non ci sei abituato, tu [were gassed] nel primo o nel secondo periodo: non avevo quell’energia nel terzo. “Ora sento di potercela fare con la mia esperienza, so di essere pronto per quei momenti, a che ritmo devi lavorare per tutta la partita”.

Difesa come unità
La più grande differenza tra gli attaccanti ei difensori dei re è legata a quegli incontri.

Ogni Defender of the Kings, che era vestito in Gara 1, ha giocato almeno sette minuti in una partita 5 contro 5 contro almeno un McDavid և Dryzitley, il che significava che ognuno aveva diversi turni և alcuni momenti forti contro quegli individui. : Se si considerano le squadre speciali, nessuno ha giocato contro almeno uno di quei due individui per meno di 10 minuti, inoltre quel totale non conta i casi in cui entrambi gli attaccanti erano sul ghiaccio insieme, discostandosi un po’ dai dati .

In ogni caso, parla alla squadra del girone in quelle situazioni, rendendosi conto che è difficile eguagliare lungo il percorso, che ognuno dei sei nelle retrovie si ritroverà in questa situazione in questa fila.

“Ovviamente in questa serie hanno i loro due grossi calibri, che di solito sono a metà del ghiaccio”, ha detto questa mattina Mike Anderson. “È difficile incontrarsi per strada, siamo fuori da molto tempo”, i ragazzi stanno invadendo. Nessuno di loro è davvero cambiato, tutti stanno invadendo, ognuno ha il suo ruolo e le sue responsabilità, tutti se ne vanno. proprio adesso.”

Anderson è stato uno dei quattro giocatori Blues a fare il loro debutto per i Kings nei playoff lunedì, con il suo compagno di squadra Sean Durres in barca.

Parlando ieri con Durzi, lui, come Anderson, è ben consapevole delle qualità offensive che gli Oilers hanno come attaccante. Ha raddoppiato le cose che i Kings hanno fatto bene nella parte finale della stagione, riunendosi in gruppo, sottolineando la comunicazione e il gioco di intensità. Essendo un gruppo di sei persone, più di due coppie, è un punto di forza per i re.

“Devi essere forte contro questa squadra di calibro offensivo”, ha detto Durzi. “L’intera notte è stata incredibile per noi, ma ha a che fare con lo stare insieme, comunicare, cose che devi fare nei playoff. Intensità, comunicazione, pensavo l’avessimo portata in tutti quegli scenari. “Penso che possiamo migliorare molto, è su questo che siamo concentrati per la seconda partita”.

Dal momento che quella potenza di fuoco offensiva non andrà da nessuna parte presto, ogni partita è un altro problema per questi difensori.

Con gli alti e bassi della serie post-stagione, “Kings” sa che ogni partita è diversa, ci sono diverse sfide che devono essere superate. Qualcosa che Anderson և non vede l’ora di ospitare stasera.

“Non ci sono ancora passato, quindi penso che questa sera sarà un passo per tutti i nostri ragazzi per imparare e capire come farlo”, ha detto. Abbiamo quella grande leadership, siamo preoccupati per la seconda partita, la prima è finita. Porta via le cose che vogliamo fare di nuovo, ma stasera è un animale completamente diverso rispetto alla sera prima”.

Nuovo livello del post-stagione
Non è molto rilevante per la trama, ma ho trovato la citazione di Mike Anderson davvero interessante sulle differenze tra giocare nella NCAA National Cup e giocare negli spareggi della Stanley Cup.

Anderson ha vinto due campionati nazionali nel Minnesota Duluth mentre era al college; ha giocato una medaglia d’oro ai Mondiali Junior come capitano della squadra degli Stati Uniti. Qui nella NHL, invece, è un animale completamente diverso, “Anderson spiega perché”.

“I nervi sono simili, ma sono completamente diversi. Il college è un sito neutrale, quindi non hai tutta la tua base di fan lì, o la base di fan dell’altra squadra, è un misto dei due. Essendoci dentro la notte scorsa, hai tutti i loro fan, l’energia è molto più alta, gli edifici fanno costantemente rumore, cosa che non si ottiene molto al college. Funziona anche l’intera serie, devi vincerne solo una al college, qui devi vincerne quattro, quindi sta a te puntare i piedi e provare a farlo di nuovo.

Ottima prospettiva per un giocatore che ha un curriculum abbastanza ampio di partite significative giocate a 22 anni.

I Kings and Oilers torneranno a Los Angeles stasera alle 19:00 nel Pacifico per la terza partita di venerdì alla Crypto.com Arena. Un’altra grande vittoria di T̶w̶o̶ ̶b̶i̶g̶ ̶p̶o̶i̶n̶t̶s̶ stasera a Edmonton.

Leave a Comment

Your email address will not be published.