Rientrano i Dallas Mavericks, che riducono il vantaggio dei Phoenix Suns a 2-1, ma sanno che non possono accontentarsi.

DALAS – Luka Doncic, superstar dei Mavericks, è rimasto deluso dai suoi compagni di squadra, che ha accuratamente descritto come uno sforzo difensivo “terribile” nella seconda metà della seconda sconfitta contro i Phoenix Suns. Il suo partner sotto copertura Jalen Branson aveva bisogno solo di una parola per riassumere la sua performance a Phoenix 0: 2. “Terribile.”

Entrambi sono arrivati ​​​​al centro dell’American Airlines venerdì sera per assicurarsi che la terza partita fosse diversa. Il duo è riuscito a rovinare il 37esimo compleanno della star di Sunny Chris Paul, portando Dallas a una vittoria per 103-94, regalando ai Mavs la loro prima vittoria nelle semifinali della Western Conference.

Branson ha ottenuto il punteggio più alto di 28 punti, sei in più di quelli che aveva segnato nelle prime due partite della serie, con i Mavs comodamente in vantaggio, mentre Doncic ha trascorso la maggior parte del secondo tempo in problemi senza successo. Doncic ha chiuso con 26 punti, 13 rimbalzi, 9 assist e due palle rubate.

“Tutti si sono uniti alla festa”, ha detto l’allenatore di Dallas Jason Kidd, commentando dopo la prima partita quando Doncic non ha ricevuto molto supporto. “Allora ci è semplicemente venuto a conoscenza. Luke è stato grande in difesa. Ha anche partecipato. Ci mette in una posizione diversa quando ciò accade”.

I portieri dei Mavs hanno nettamente superato il tuttofare dei Suns, Paul D’Booker, con più punti (sette) che field goal (11). Secondo le statistiche e la ricerca sulle informazioni di ESPN, le dozzine di turni nelle due stagioni dei loro compagni di squadra sono state le più alte in qualsiasi partita.

Ciò era in netto contrasto con il dominio dei Sunny Guards durante le prime due partite della serie a Phoenix.

“Non era da noi”, ha detto Booker, che ha segnato 18 punti su 13 dei 6 tiri. “Puoi apprezzarli. Sono usciti, hanno giocato duro, hanno giocato disperatamente. Ma è così. Abbiamo una serie”.

Paul ha fatto sette giri, una volta dietro il punto più alto nella sua carriera nei playoff, segnando 12 punti e quattro assist. Per fare un confronto, Paul ha segnato 14 punti solo nel quarto quarto della seconda partita, cacciando senza pietà usando i cambi di Donchich.

“Sono venuti fuori e hanno fatto quello che dovevano fare”, ha detto Paul. “Torneremo domenica”.

Gli attaccanti Reggie Bullock և Dorian Finney-Smith, rispettivamente i principali difensori di Paul և Booker, hanno guidato gli sforzi di Dallas a quell’estremità del campo. I Mavs hanno anche apportato alcune modifiche schematiche, come il doppio gioco di Booker più spesso mescolando in una zona. Ma gli sforzi notevolmente migliorati di Doncic, che sono arrivati ​​​​ore dopo che Kidd lo ha pubblicamente invitato a “partecipare” alla difesa, sono stati possibili.

“La prima o la seconda proprietà è caduta a terra”, ha detto Finney-Smith. “Quando vedi il miglior giocatore che lo fa, crea una sorta di umore”.

Doncic ha minimizzato le critiche alla sua difesa del secondo gioco, sia dal suo allenatore che da altri, come fattore motivante. Quella notte, si è incolpato per la difesa di Dallas.

“Sapevo che dovevo giocare meglio”, ha detto Doncic, che ha una media di 35,3 punti, 10,0 rimbalzi e 8,0 assist a partita. “Sapevo di poter fare di meglio. Penso di aver fatto un grande salto in difesa quest’anno. “Il secondo tempo (della seconda partita) è stato terribile per me. Sapevo che dovevo tornare nella mia squadra. Ho giocato meglio in difesa”.

Brunson è stata una stella rivoluzionaria al primo turno, con una media di 27,8 punti a partita in sei partite contro gli Utah Jazz, ma è stato un fattore determinante in entrambe le partite a Phoenix. Ha fallito prematuramente in entrambe le partite, quindi non è riuscito a trovare il suo ritmo, colpendo solo il 32,1% da terra.

“Volevo solo che fosse aggressivo”, ha detto Kidd. “Abbiamo parlato prima della partita, sii te stesso. Pensavo fosse la prima volta che era aggressivo. Non ha aspettato. Non sta ricercando”.

Branson è rimasto in attacco nonostante abbia sbagliato i suoi primi tre tiri, finendo il primo quarto con 10 punti da 4 a 7 tiri. Nel terzo, ha avuto un quarto di 10 punti, che è stato molto importante poiché Doncic ha fallito negli ultimi cinque minuti e 14 secondi a causa di un fallimento.

“Mi sono ritrovato a giocare con un salto leggermente più alto nella mia andatura, arrivando ai punti più velocemente, prendendo decisioni più velocemente”, ha detto Branson. “Le decisioni sono venute da me solo perché ero aggressivo. I miei compagni di squadra mi hanno appena dato la fiducia per giocare e l’ho fatto. Ho trovato un modo per tornare stasera, ma non posso accontentarmi di questo. »:

La vittoria ha interrotto la serie di 11 sconfitte consecutive dei Mavs contro i Suns, datata novembre 2019, una siccità di cui i giocatori e gli allenatori di Dallas hanno deliberatamente evitato di discutere durante la serie.

“Ci crederemo fino alla fine”, ha detto Doncic. “Qualcuno deve ottenere quattro vittorie, ‘che tu sia in basso o in alto’, devi crederci”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.