Regole statunitensi sulla condivisione di informazioni con l’Ucraina

Quando si carica un’azione articolo ciuccio

Gli Stati Uniti stanno inviando miliardi di dollari di equipaggiamento militare in Ucraina, tra cui artiglieria pesante, droni e missili anticarro. I funzionari dell’amministrazione hanno elencato pubblicamente questi investimenti, fino al numero effettivo di proiettili. Ma sono molto più cauti quando descrivono un altro contributo decisivo al successo sul campo di battaglia ucraino. informazioni sull’esercito russo.

Le informazioni sul dispiegamento delle forze russe in Ucraina sono trapelate in tempo reale, comprese le immagini satellitari e i rapporti raccolti da fonti statunitensi sensibili, secondo funzionari USA-ucraini, che hanno parlato in condizione di anonimato perché non erano autorizzati a parlare con i media.

“L’intelligenza è molto buona. “Ci dice dove sono i russi in modo che possiamo colpirli”.

Gli Stati Uniti non sono in guerra con la Russia e la loro assistenza ha lo scopo di proteggere l’Ucraina dall’invasione illegale, ha affermato Biden. Ma in pratica, i funzionari statunitensi hanno un controllo limitato su come i loro beneficiari ucraini usano l’equipaggiamento militare e l’intelligence.

Minaccia il Cremlino di vendicarsi contro gli Stati Uniti, i suoi alleati e aumenta la minaccia di un conflitto diretto tra le due potenze nucleari.

L’amministrazione ha sviluppato una linea guida per lo scambio di informazioni concepite per evitare l’escalation delle tensioni tra Washington e Mosca. Dato il personale dell’intelligence a livello di lavoro, la guida ha posto due ampie restrizioni sui tipi di informazioni che gli Stati Uniti potrebbero condividere con l’Ucraina, hanno affermato i funzionari.

L’ultimo rifugio sicuro nella colpita Kharkov sono i freddi e bui seminterrati

In primo luogo, gli Stati Uniti non sono stati in grado di fornire informazioni dettagliate che potrebbero aiutare l’Ucraina ad assassinare leader russi, come alti funzionari o ministri militari, affermano i funzionari. Questa categoria comprendeva, ad esempio, il capo di stato maggiore delle forze armate Valery Gerasimov e il ministro della Difesa Sergey Shoigu.

Questo divieto non si applica ai militari russi, compresi i generali, alcuni dei quali sono stati uccisi sul campo di battaglia. Tuttavia, un alto funzionario della difesa ha affermato che mentre il governo degli Stati Uniti si stava “limitando alla leadership strategica sulla carta”, aveva anche deciso di non fornire ai generali informazioni sulla posizione dell’Ucraina.

“Gli Stati Uniti non li stanno attivamente assistendo nell’uccisione di alcun generale”, ha detto.

La seconda categoria di intelligence vietata è qualsiasi informazione che potrebbe aiutare l’Ucraina ad attaccare obiettivi russi al di fuori dell’Ucraina, hanno affermato i funzionari. La regola è in parte intesa a dissuadere gli Stati Uniti dall’attaccare l’Ucraina all’interno della Russia. Queste preoccupazioni hanno spinto l’amministrazione a sospendere i piani precedenti per la fornitura di aerei da combattimento forniti dalla Polonia che l’Ucraina potrebbe utilizzare per lanciare attacchi sul suolo russo.

Gli Stati Uniti hanno fornito informazioni che hanno aiutato l’Ucraina ad affondare una nave da guerra russa

I funzionari statunitensi non hanno scoraggiato l’Ucraina dall’intraprendere tale azione da sola.

“L’Ucraina deve ‘fare ciò che è necessario per proteggersi dall’aggressione russa'”, ha detto il mese scorso il segretario di Stato Anthony Blinken a un comitato del Congresso. Ha aggiunto che “le sue tattiche sono le loro decisioni”.

Blinken ha rilasciato la dichiarazione dopo che funzionari ucraini hanno affermato che incendi ed esplosioni inspiegabili contro obiettivi sensibili in Russia erano giustificati, senza rivendicarne la responsabilità.

Oltre a categorie limitate di condivisione dell’intelligence, gli Stati Uniti hanno regole per fornire all’Ucraina quelle che i funzionari chiamano “informazioni mirate”. Funzionari affermano che gli Stati Uniti non diranno alle forze ucraine che uno specifico generale russo è stato avvistato in un luogo specifico e quindi non diranno né aiuteranno l’Ucraina a colpire.

Ma gli Stati Uniti rilasceranno informazioni, ad esempio, sull’ubicazione delle strutture di comando e controllo, luoghi in cui sono spesso presenti ufficiali russi di alto rango, poiché potrebbero aiutare l’Ucraina a difendersi, affermano i funzionari. Se i comandanti ucraini decidessero di colpire l’obiettivo, sarebbe la loro chiamata: se il generale russo fosse stato ucciso nell’attacco, gli Stati Uniti non lo avrebbero preso di mira, affermano i funzionari.

Non prendere di mira le truppe russe a terra, ma fornire informazioni che l’Ucraina usa per uccidere i russi, potrebbe sembrare nessuna differenza. Ma gli esperti legali affermano che la definizione di bersagli fornisce una guida politico-giuridica completa che potrebbe aiutare gli Stati Uniti a dimostrare di non essere parte in conflitto, anche quando riversano equipaggiamento militare in Ucraina e accendono uno scontro a fuoco.

“Se gli Stati Uniti hanno fornito informazioni mirate a un paese straniero, ‘siamo strettamente coinvolti nelle decisioni mirate, dirigiamo quelle forze’, agiscono come delegati per noi”, ha affermato Scott R. dell’ex stato. Anderson. Un funzionario del dipartimento che era un consulente legale presso l’Ambasciata degli Stati Uniti a Baghdad. “Può essere visto come una vera linea di attacco alla Russia, dove la Russia può rispondere in modo controverso a vicenda”.

“Per questo motivo, il targeting dell’intelligence è diverso da altri tipi di condivisione dell’intelligence”, ha aggiunto Anderson, che ora è membro della Brookings Institution.

L’affondamento di Mosca, portabandiera della Russia da parte della marina ucraina, mostra come gli Stati Uniti possano fornire utili informazioni che, per quanto indirettamente, minacciano di far precipitare il Paese nella guerra.

Ad aprile, l’Ucraina ha avvistato la nave al largo delle sue coste. Le informazioni fornite dagli Stati Uniti hanno contribuito a stabilire la sua identità, secondo i funzionari che hanno familiarità con il caso.

Gli Stati Uniti forniscono regolarmente informazioni all’Ucraina sulle navi russe nel Mar Nero che hanno lanciato missili contro l’Ucraina e potrebbero essere utilizzate per supportare attacchi a tali città a Odessa, ha affermato un alto funzionario della difesa. Tuttavia, il funzionario ha sottolineato che l’intelligence “non era un’informazione specifica sull’obiettivo delle navi”. L’informazione ha lo scopo di assistere l’Ucraina nella sua difesa. I funzionari ucraini avrebbero potuto decidere che invece di colpire Mosca, avrebbero dovuto prendere provvedimenti per rafforzare le difese intorno a Odessa o evacuare i civili.

Il portavoce del Pentagono John Kirby ha dichiarato in una dichiarazione scritta: “Non abbiamo preso parte alla decisione degli ucraini di colpire la nave o all’azione da loro intrapresa. Non sapevamo in anticipo dell’intenzione dell’Ucraina di prendere di mira la nave. “Gli ucraini hanno la capacità di rimpatriare e prendere di mira le navi della marina russa, come hanno fatto in questo caso”.

Ma senza l’intelligence statunitense, l’Ucraina avrebbe cercato di prendere di mira la nave da guerra con la sicurezza necessaria per spendere due preziosi missili Nettuno che mancavano, secondo le persone che hanno familiarità con l’attacco.

L’artiglieria occidentale che sta invadendo l’Ucraina si trasformerà in una guerra con la Russia

Gli analisti affermano che l’affondamento di un missile antinave così potente è stata un’umiliazione per il presidente russo Vladimir Putin, uno dei più drammatici successi dell’Ucraina nella guerra fino ad oggi. Aderendo alle regole di scambio di informazioni progettate per evitare l’escalation del conflitto agli occhi di Putin, i funzionari dell’amministrazione Biden hanno ripetutamente affermato di non aver assistito direttamente l’Ucraina nell’attacco.

Venerdì, quando il Washington Post e altri organi di stampa hanno rivelato il ruolo degli Stati Uniti nello sciopero di Mosca, Biden ha fatto telefonate separate al direttore della CIA William J. Burns, il direttore dell’intelligence nazionale Avril Haynes e il segretario alla Difesa Lloyd Austin, un alto funzionario dell’amministrazione, hanno dichiarato: Il presidente ha chiarito di essere indignato dalla fuga di notizie e ha avvertito che avrebbe minato l’obiettivo degli Stati Uniti di aiutare l’Ucraina, ha affermato un funzionario dell’amministrazione.

Paul Sonn, Ashley Parker և Tyler Page hanno contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment

Your email address will not be published.