“Questo non è stato il suo primo tentativo di suicidio”.

La madre di Chesley Christie, April Simpkins, ha parlato della vita e dell’eredità di sua figlia nell’ultimo episodio. Discorsi da tavola rossa. Esso: Aggiuntivo: La giornalista և “Miss USA 2019” si è suicidata il 30 gennaio, dopo aver combattuto la depressione.

“Sapevo che Chesley soffriva di depressione, non ne conoscevo la gravità”, ha detto Simpkins ai conduttori Jada Pinkett Smith, Willo Smith e Adrienne Banfield Norris.

Simpkins ha anche rivelato che Cristo aveva precedentemente tentato il suicidio.

“Non è stato il suo primo tentativo di suicidio. “Ha tentato il suicidio in passato”, ha detto, aggiungendo che l’esperienza li ha avvicinati a motivare Christie a cercare risorse per aiutarla a mantenere la sua salute mentale.

“Sono molto vicino, volevo che si sentisse a suo agio nel chiamarmi”, ha detto Simpkins. «[I told her] “Se sei in crisi, chiamami”, ha iniziato a fare tutti i passi giusti. Cominciò a consultarsi. ha dormito bene la notte. Sapeva tutto da fare”.

Chesley Christ aveva 30 anni quando morì. (Foto di Dia Dipasupil / WireImage)

Poco dopo la notizia della sua morte, sua madre ha confermato che Cristo si era suicidato in un post su Instagram, ammettendo che sua figlia, brillante personaggio pubblico, aveva nascosto la sua lotta personale contro la depressione.

“È difficile da credere, è vero. Chesley ha vissuto sia una vita pubblica che privata. Nella sua vita personale, stava affrontando una grave depressione che stava nascondendo a tutti, incluso me, il suo più fedele lealista. “Poco prima della sua morte”, si legge nella nota.

Simpkins ha detto ai padroni di casa Discorsi da tavola rossa che questa capacità di “deviare” è ciò che ha reso Christine così vicina alle sue migliaia di follower e fan.

“Ecco perché per così tante persone si sentono come i migliori amici di Chesley, perché era così ansioso di parlare di loro, non di lei”, ha detto la madre in lutto.

Durante l’intervista, Simpkins ha anche condiviso il testo che Cristo gli ha inviato il giorno della sua morte.

“Mi dispiace quando lo riceverai, non sarò più vivo, sono ancora più triste di scrivere questo perché so che ti farà più male”, si legge nel testo di Cristo. Riferendosi al giorno della morte di sua figlia, Simpkins ha osservato che “in quel momento mi sono sentito male perché era trascorsa un’ora durante la lettura del testo”.

Il testo di Cristo descrive anche i travolgenti sentimenti di disperazione e solitudine che lo perseguitarono fino alla sua morte.

“Ti amo, mamma, և sei la mia migliore amica, sei la persona per cui vivo da anni”, ha continuato l’ex reginetta di bellezza. “Vorrei poter stare con te, ma non posso più sopportare il peso opprimente della costante tristezza, disperazione, solitudine. Non ti ho mai detto queste sensazioni perché non volevo che ti preoccupassi, speravo che alla fine sarebbero cambiate. Ma so che non lo faranno mai. Sono con me ad ogni traguardo, successo, riunione di famiglia, cena amichevole. Piango quasi ogni giorno, come in lutto. “Ho voluto morire per anni.”

Aprile: in un'intervista a Red Table Talk, David Simpkins parla della loro figlia alle prese con la depressione.  (Foto di Jordan Fisher)

Aprile և David Simpkins racconta della loro figlia che combatte la depressione Discorsi da tavola rossa colloquio. (Foto di Jordan Fisher)

Alla fine dell’intervista, Simpkins è stata raggiunta da suo marito և il “padre bonus” di Cristo, David Simpkins. La coppia ha condiviso ciò che è stato più utile ascoltare durante il loro dolore.

“Ho detto al mio assistente che avrei dovuto chiedere ai miei colleghi, և quando mi presento, ho bisogno di una piccola oasi del mio dolore և per favore, di’ loro solo di dire: “Siamo felici che tu sia qui.” “È difficile avere quasi tutte le persone che simpatizzano con me e mi parlano di Chesley”, ha detto.

“Ci sono persone che scrivono semplicemente, ‘Niente parole, sono qui’, ‘questo è tutto ciò di cui avevo bisogno”, ha aggiunto il patrigno di Christie.

Simpkins ha anche detto che sperava di porre fine alle voci e alle speculazioni sulla morte di sua figlia.

“Una cosa che vorrei che riposassero è questa teoria secondo cui Chesley è stato ucciso, questo invito alle persone a farsi coinvolgere dalla polizia”, ​​ha detto. “So che mia figlia è morta suicida. È triste sentire le persone contraddire costantemente ciò che sappiamo assolutamente. “Spero che coloro che vogliono continuare a confondere la sua morte con qualcosa di semplicemente falso si fermino e permettano alla nostra famiglia di guarire”.

Se tu o qualcuno dei tuoi conoscenti avete pensieri suicidi, chiamate il 911 o la National Suicide Prevention Hotline al numero 1-800-273-8255 o scrivete una riga di testo di crisi HOME al 741741.

Vuoi ricevere notizie sullo stile di vita և salute nella tua casella di posta? Registrati qui Per la newsletter di Yahoo Life.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *