Quanto pagherà l’inflazione? La risposta è nel passato

Pertanto, la Banca centrale si è separata dal “transitorio” e ha rivolto la sua attenzione a un nuovo termine che cambia l’inflazione.

“Il nostro compito è assicurarci che questa inflazione così sgradevolmente alta non si radichi nell’economia”, ha affermato mercoledì scorso il presidente della Fed Jerome Powell dopo aver annunciato un aumento del tasso di mezzo punto per combattere l’inflazione.

Non è chiaro che aspetto abbia esattamente l’inflazione radicata o come sapremo se l’abbiamo raggiunta. La Fed ha generalmente fornito pochissime indicazioni su quanto tempo ci vorrà prima che i tassi di interesse aumentino per ridurre l’inflazione. “È stato un ambiente molto difficile cercare di fornire una guida 60, 90 giorni fa”, ha detto Powell la scorsa settimana. “Ci sono solo un sacco di cose che possono accadere nell’economia di tutto il mondo”.

Gli investitori non odiano più l’incertezza, poiché i tassi di interesse in aumento hanno colpito i mercati statunitensi, vogliono più leadership. Gli americani, che sono stati duramente colpiti dall’aumento dei prezzi del gas e dei generi alimentari, vogliono anche sapere quando potranno finalmente provare un po’ di sollievo, soprattutto se l’aumento dei tassi della Fed metterà l’economia a rischio di una recessione.

Guardando indietro. Guardare il passato può dare una certa idea. Sebbene i prezzi siano stati relativamente stabili negli ultimi quattro decenni, le grandi fluttuazioni non erano rare fino all’inizio degli anni ’80.

La storia (dati della Fed ndr) mostra che la forza trainante dell’inflazione può essere utilizzata per prevedere quando i tassi finalmente scenderanno. I prezzi sono aumentati rapidamente durante la prima guerra mondiale և la seconda guerra mondiale a causa delle restrizioni in tempo di guerra, ma sono diminuiti di nuovo in tempo di pace. è ripreso.

Gli Stati Uniti hanno sperimentato il periodo di inflazione più lungo negli anni ’70. Il presidente Richard Nixon ha rimosso il dollaro dal gold standard; due aumenti dei prezzi del petrolio hanno portato l’inflazione al 12,3% entro il 1974. fine La Fed ha avviato una politica monetaria “stop-go”, alzando i tassi di interesse di riferimento al 16% e poi scendendo bruscamente. portano ancora una volta a un ciclo in cui i tassi di interesse non vengono mantenuti sufficientemente alti da fermare l’inflazione o aumentare la crescita.

Alla fine degli anni ’70, il presidente della Federal Reserve, Paul Walker, subentrò e pose fine a quella politica. Ha alzato i tassi di interesse, li ha mantenuti alti fino al calo dell’inflazione, facendo precipitare gli Stati Uniti nella recessione (il secondo decennio di essa), ma alla fine ha ridotto costantemente l’inflazione, dove è rimasta per i successivi 40 anni.

“Sono solo felice di essere qui [Volcker]Powell ha detto la scorsa settimana quando gli è stato chiesto dei cambiamenti della sua politica.

Guardando avanti. Quindi ci vorranno circa 20 anni, due recessioni, per tornare alla normalità? Powell, ovviamente, non la pensa così. “L’economia è forte, il tasso di disoccupazione non è lo stesso degli anni ’70”, ha detto Powell. Molti pensano che abbiamo già raggiunto il picco dell’inflazione, i numeri iniziano ad appiattirsi.

Gli analisti parlano spesso dei timori della stagflazione negli anni ’70, confrontano la nostra situazione attuale, ma l’inflazione odierna è dovuta al mix di crisi globale, alle interruzioni della catena di approvvigionamento, alla crescente domanda dei consumatori dalla chiusura del blocco del Covid.

“Il periodo di inflazione del secondo dopoguerra è probabilmente un confronto migliore con l’attuale situazione economica rispetto agli anni ’70. House Economic Council. Consiglieri in un white paper pubblicato di recente.

Tuttavia, poiché la crescita rallenta և i mercati si contraggono, le due espressioni S ստ stagflation և inflazione vischiosa si diffondono con frequenza crescente.

Alcuni investitori pensano che la risposta sia nel mezzo.

“Prevediamo un rallentamento dell’inflazione negli Stati Uniti nei prossimi due anni, ma i progressi saranno molto irregolari”, hanno scritto gli analisti della Bank Of America in un recente rapporto. “Ci sono prove preliminari che le sfide della catena di approvvigionamento si stanno attenuando. Ci aspettiamo un processo ‘due passi avanti, uno indietro’ il prossimo anno”. Ma questa non sarà una lotta di dieci anni, prevedono. I prezzi dovrebbero iniziare a indebolirsi entro il 2023.

Google è un’oasi verde in un’importante svolta tecnologica?

È stata una brutta settimana per i titoli tecnologici, ma gli analisti sono ancora interessati ad almeno un nome: la società madre di Google. Alfabeto: (GOOGL:).
Questa primavera, i titani della tecnologia sono stati vittime dell’aumento dei tassi di interesse e dei bassi redditi. PayPal, Amazon, la società madre di Facebook Meta Platforms և Netflix hanno tutti avuto orribili fughe di notizie ad aprile և Il Nasdaq ha avuto il suo mese peggiore in 14 anni.

Il settore tecnologico orientato al futuro è particolarmente vulnerabile a tassi di interesse più elevati. Gli investitori si aspettano che le società tecnologiche vedranno una crescita dell’elettricità, ma l’inflazione e i tassi di interesse più elevati avranno un grande impatto su tale profitto.

Ma non tutte le aziende saranno ugualmente colpite dal crollo tecnologico del 2022, affermano gli analisti. Molti considerano Google un’oasi verde nel deserto rosso.

“Google ha già affrontato alcune battute d’arresto; è sopravvissuto abbastanza bene”, ha affermato Aaron Kessler, analista di Raymond James. “Di solito, l’ultima cosa che gli inserzionisti tagliano è la loro spesa su Google”.

I numeri vengono sommati. La crescita della Ricerca Google nel primo trimestre è rimasta forte al 24%, mentre i ricavi di Google Cloud sono cresciuti del 44% nello stesso periodo. I ricavi degli annunci YouTube sono stati inferiori alle aspettative poiché gli inserzionisti in Europa si sono ritirati all’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, ma la dimensione di YouTube non corrisponde agli oltre 2 miliardi di utenti attivi mensili. Più di un terzo degli spettatori di YouTube non ha accesso a nessun altro servizio di streaming pubblicitario.

Alphabet ha un business più stabile rispetto alle sue controparti, hanno scritto gli analisti di Bank of America in un recente post. Eccelle anche nell’intelligenza artificiale և prodotti di apprendimento automatico, ha una notevole flessibilità in termini di costi և un team di gestione che fa di più per gli azionisti rispetto ad altre società.

Su quei vantaggi degli azionisti. Alphabet non si oppone a grattarsi la schiena dei suoi azionisti, la società ha riacquistato azioni per un valore di $ 52 miliardi negli ultimi 12 mesi e il consiglio ha consentito di riacquistare altri $ 70 miliardi.

La direzione ha anche annunciato all’inizio di quest’anno che le azioni di Alphabet sarebbero state divise in 20 azioni all’inizio di luglio.

Azioni più economiche significano che i rivenditori più piccoli possono inondare di scorte, aumentando ulteriormente i prezzi. Più liquidità di solito significa maggiore protezione contro le fluttuazioni estreme; segnali divisi agli investitori che l’azienda è in piena espansione; domanda da parte degli azionisti.

Kessler avverte che Google non è protetto dal vento contrario, che danneggia altre aziende. “Ci aspettiamo una crescita più lenta quest’anno rispetto allo scorso anno”, ha affermato.

Ma a lungo termine, dice Kessler, “pensiamo che Google abbia probabilmente il punto d’appoggio più forte nei grandi nomi di Internet”.

Prossimo:

Lunedi. Il sondaggio di aprile della Federal Reserve di New York sulle aspettative dei consumatori. Ricavi da Palantir, Tyson Foods և Duke Energy

Martedì aprile NFIB Small Business Optimism Index; Ricavi da Sysco, Coinbase և Electronic Arts

Mercoledì Indice dei prezzi al consumo di aprile; Rapporto sullo stato del petrolio del dipartimento di informazione sull’energia; Guadagni da Disney, Warby Parker և Beyond Meat

Giovedì Richieste settimanali di disoccupazione; Domanda finale dell’indice dei prezzi alla produzione di aprile; Approfitta dell’arazzo Motorola և

Venerdì: Prezzi all’importazione e all’esportazione di aprile; Stati d’animo dei consumatori dell’Università del Michigan

Leave a Comment

Your email address will not be published.