“Pericoli di errori di calcolo”. La Corea del Nord lancia un altro missile Novità sulle armi

L’ultimo lancio è il 15° missile quest’anno, incluso il primo test di Pyongyang di un missile balistico intercontinentale dal 2017.

La Corea del Nord ha lanciato un missile balistico tre giorni prima dell’insediamento del presidente eletto sudcoreano Yoon Suk Yol, che ha promesso di prendere una posizione dura contro Pyongyang.

L’esercito sudcoreano afferma che la Corea del Nord ha testato un missile balistico lanciato da un sottomarino (SLBM) al largo della sua costa orientale alle 5:07 di sabato dalla Xinhua, dove Pyongyang ha un grande cantiere navale.

Il ministero della Difesa giapponese ha anche affermato che il missile potrebbe essere un missile balistico. L’emittente pubblica giapponese NHK, citando fonti governative, ha affermato di essere sbarcata al di fuori della zona economica esclusiva del Giappone.

Giappone և Corea del Sud ha stimato che SLBM ha volato da 50-60 km (30-40 miglia) a 600 km (370 miglia).

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida ha ordinato ai funzionari di prepararsi a tutte le “situazioni imprevedibili”, per garantire l’incolumità degli aerei e delle navi, ma non ci sono state segnalazioni immediate di danni.

“È assolutamente inaccettabile”, ha detto ai giornalisti il ​​ministro della Difesa Nobuo Kish.

Il lancio è stata probabilmente la prima dimostrazione dell’SLBM da parte della Corea del Nord dall’ottobre dello scorso anno, quando ha testato un nuovo missile a corto raggio, l’8.24 Yongung, l’unico sottomarino conosciuto in grado di lanciare un missile.

Mercoledì la Corea del Nord ha lanciato un missile balistico in mare al largo della costa orientale, la Corea del Sud e il Giappone hanno dichiarato che Pyongyang avrebbe sviluppato le sue forze nucleari alla “massima velocità”.

L’ultimo lancio è stato probabilmente il 15° missile della Corea del Nord quest’anno, incluso il primo test di un missile balistico intercontinentale dal 2017, che ha mostrato il potenziale per raggiungere l’intero continente degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti hanno affermato che la Corea del Nord si sta preparando per il suo sito di test nucleari nel Punjab e potrebbe essere pronta a testarlo questo mese.

Robert Kelly, un esperto nordcoreano della Pusan ​​National University, ha affermato che la fuoriuscita molto probabilmente aveva lo scopo di “inviare un messaggio” all’amministrazione Yuni in Corea del Sud.

“Penso che l’idea sia di segnalare ai sudcoreani: ‘Siamo ancora qui, devi prenderci sul serio.’ I nordcoreani hanno una lunga storia nel farlo. “È un misto di intimidazione di segnale”, ha detto Kelly ad Al Jazeera.

“I pericoli di errori di calcolo sono in aumento”

Il mese scorso, il leader nordcoreano Kim Jong Un ha promesso di accelerare lo sviluppo dell’arsenale nucleare del suo paese. Ha guidato una vasta parata militare che mostrava missili balistici intercontinentali (ICBM) simili a quelli che sembravano essere SLBM trasportati da camion e veicoli di lancio.

“Invece di accettare inviti al dialogo, il regime di Kim sembra prepararsi per un test tattico di testate nucleari. “I tempi dipenderanno in gran parte da quando i tunnel sotterranei e la tecnologia dei dispositivi modificati saranno pronti”, ha affermato Leif-Eric Isley, professore alla Seoul Evha University.

“Il settimo test nucleare sarà il primo da settembre 2017. Aumenterà le tensioni nella penisola coreana, aggiungendo ai pericoli di errori di calcolo e di cattiva comunicazione tra il regime di Kim e l’attuale amministrazione Yuni”.

Yoon entra in carica martedì. Il 21 maggio il presidente degli Stati Uniti Joe Biden visiterà la Corea del Sud per incontrarlo.

In un’intervista a VOA di sabato, Yoon ha affermato che l’incontro con Kim non è fuori discussione, ma dovrebbe avere risultati concreti.

“Non c’è motivo per evitare l’incontro [Kim]”- disse Yun. “Tuttavia, se non possiamo mostrare alcun risultato, o i risultati sono solo dimostrativi, se non ci sono risultati concreti nella denuclearizzazione, non aiuterà il progresso delle relazioni tra le due Coree”.

Il Nord come potenza nucleare

A ottobre, la Corea del Nord ha testato un nuovo missile balistico più piccolo da un sottomarino, che secondo gli analisti potrebbe essere mirato a lanciare più velocemente un sottomarino missilistico operativo.

Gli esperti affermano che il ritmo insolitamente veloce dei test sta spingendo la soglia per costringere gli Stati Uniti ad accettare l’idea del Nord come potenza nucleare e ad revocare severe sanzioni.

La Corea del Nord sta lavorando duramente per acquisire missili nucleari dai sottomarini, che teoricamente aumenterebbero il suo potere deterrente, fornendo la capacità di reagire dopo aver assorbito un attacco nucleare a terra.

I sottomarini missilistici balistici rappresenteranno una minaccia navale per una crescente collezione di armi a combustibile solido da veicoli nordamericani progettati per sopprimere i sistemi di difesa missilistica giapponesi della Corea del Sud.

https://www.youtube.com/watch?v=2QSIsKgKWpk:

Leave a Comment

Your email address will not be published.