Perché vale la pena ottenere un vaccino COVID-19 ancora meno efficace?

Sono disponibili vaccini mRNA COVID-19 disponibili negli Stati Uniti. Ma come Buona Funzionano, secondo quali standard, per chi, purtroppo, tutto questo è in corso.

Da quando l’onda omicron è esplosa a gennaio, numerosi studi e set di dati hanno dimostrato che i vaccini mRNA sono efficaci contro questa variante quasi quanto le versioni precedenti o il virus originale. Questa perdita di efficacia è particolarmente significativa nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni. I dati preliminari degli studi clinici pubblicati a novembre hanno riportato un’efficacia del 90,7% contro l’infezione, secondo un rapporto pubblicato dai Centers for Disease Control and Prevention il 26 aprile. Entrambe le dosi del vaccino Pfizer erano efficaci solo per il 31% nella prevenzione dell’infezione da omicron nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni. In un altro studio, che non è stato ancora esaminato, il Dipartimento della Salute dello Stato di New York ha rilevato che l’efficacia contro l’infezione da omicron è stata ridotta solo del 12% in questa fascia di età.

Negli adulti, ovviamente, l’efficienza è diminuita, ma nei bambini questa riduzione dell’efficienza è abbastanza diversa. Perché un’altra ondata di COVID ci sta rotolando sotto i piedi, se non è già all’altezza delle nostre ginocchia, questi numeri ci fanno chiedere se c’è un punto in cui l’efficacia può arrivare così lontano che il vaccino non vale più la pena. E se sì, come puoi anche solo iniziare a decidere dove dovrebbe essere quel punto?

Pensare a questo materiale può sembrare come comprare una storia anti-vaccino. Ma queste sono le domande che gli scienziati si pongono. E quando lo fanno, le loro risposte provengono dalla biologia e dal comportamento dei virus. Non esiste un unico denominatore comune in cui un vaccino diventa di vitale importanza. Non lo è mai stato. Invece, quanto sia buono il “piuttosto buono” può variare notevolmente a seconda di come funziona il virus, le minacce che rappresenta per la società e alcuni gruppi di persone. In questo momento, anche quando i bambini vaccinati di età compresa tra 5 e 11 anni sono infettati da COVID a destra e a sinistra, vaccinare i bambini ha ancora senso, mi hanno detto gli esperti medici. Questo perché l’evidenza, come la biologia sottostante, mostra che questi bambini stanno ancora beneficiando delle vaccinazioni.

Quando la Food and Drug Administration ha proposto per la prima volta che le aziende farmaceutiche sviluppassero vaccini SARS-CoV-2 entro il 2020, ha fissato un limite di efficienza del 50%. Ma secondo gli esperti con cui ho parlato, quel 50 per cento era più o meno arbitrario. “Non c’è limite all’efficacia di un vaccino, i vaccini utilizzati hanno un’ampia gamma di efficacia”, ha affermato il dottor William Moss, direttore esecutivo della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, International Center for Vaccine Access. I vaccini familiari per l’infanzia, come la poliomielite, il morbillo, la parotite e la rosolia, sono tutti estremamente efficaci al 100%. Ma sicuramente utilizziamo altri vaccini che hanno un’efficacia inferiore al 50%. Ad ottobre, ad esempio, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un vaccino rivoluzionario contro la malaria. Era circa il 30 per cento efficace nel prevenire gravi malattie mortali.

C’è un limite assoluto all’efficacia di un vaccino per renderlo utile, ma quel taglio sarà diverso da virus a virus, afferma il dottor Paul Ofit, direttore del Children’s Immunization Training Center presso il Philadelphia Hospital. Una soglia ragionevole per un vaccino può essere troppo bassa per un altro o troppo alta. Dipende dalla biologia.

Nell’ultimo anno, gli scienziati sono giunti alla conclusione che il COVID sarà il tipo di virus il cui vaccino non è particolarmente efficace contro l’infezione. Questo fatto, e la biologia che ne è alla base, è una parte importante della comprensione del motivo per cui gli scienziati raccomandano ancora di vaccinare i bambini piccoli.

Qui stanno accadendo un paio di cose. Primo, il livello di mutazione. I virus del morbillo difficilmente cambiano nel tempo. Un vaccino può funzionare e la risposta immunitaria di un individuo può essere efficace per molti, molti anni. Gli scienziati sapevano che i coronavirus potevano mutare più velocemente del morbillo di successo, ma nessuno era davvero pronto per quanto velocemente sarebbe finita SARS-CoV-2, ha affermato Ofit. Più veloce è il tasso di mutazione, maggiore è il cambiamento, minore è l’efficacia che ci si può aspettare dal vaccino.

Il secondo modo in cui la biologia dei virus influenza l’efficacia del vaccino si concentra sul tempo di incubazione del virus nella sua area ospite prima che inizi a causare la malattia. Non è un caso che virus come il morbillo, la varicella o il morbillo con un periodo di incubazione di settimane misurato abbiano vaccini altamente efficaci, afferma Mos և Ofit. Questo perché il vaccino innesca due tipi di risposte immunitarie. A breve termine, il vaccino stimola il tuo corpo a produrre anticorpi contro il virus, ma scompaiono in tre o sei mesi. Una vera protezione a lungo termine viene dalle celle di memoria che sono silenziosamente interdipendenti fino alla prossima esposizione al virus, quindi և essi inizia a togliere gli anticorpi freschi. È come avere un nuovo lanciatore stellare che si esaurirà abbastanza rapidamente, ma otterrà anche la tecnologia per coltivare sostituti del clone per quel lanciatore.

Il problema con Moss և Office è che il processo di produzione di anticorpi freschi richiede tempo. Se il virus incuba per qualche tempo prima di causare la malattia, le cellule della memoria possono accumulare determinati anticorpi per prevenire l’infezione. Ma se il periodo di incubazione è breve, come nel caso del COVID-19, l’inizio del contagio non è abbastanza lungo. Gli anticorpi prodotti dalle cellule della memoria sono ancora utili per ridurre la gravità della malattia. Preferiresti che il tuo lanciatore di cloni appaia in ritardo, fai alcuni colpi piuttosto che non avere alcun lanciatore?

L’efficacia del vaccino, quindi, diventa spettrale. Da un lato, hai il rotavirus, un virus con un breve periodo di incubazione di circa due giorni, il cui vaccino non può prevenire l’infezione o la diffusione, ma può allontanare i bambini dagli ospedali prevenendoli. Sul serio Malattia con un’efficienza superiore al 90%. All’altra estremità dello spettro c’è la rabbia, un virus il cui periodo di incubazione è così lungo, di solito da due a tre mesi, che puoi letteralmente vaccinare le persone. dopo: sono esposti և previene la malattia principalmente il 100% delle volte. Semplicemente non otterrai il vaccino antirabbico efficace come SARS-CoV-2 con un periodo di incubazione del virus che di solito non è molto più lungo del rotavirus.

Ecco perché ricercatori come Ofit di Mossi pensano che abbia ancora senso somministrare il vaccino COVID ai bambini di età compresa tra 5 e 11 anni, anche se l’efficacia contro l’infezione è davvero solo del 12%. L’efficacia contro le malattie gravi è probabilmente maggiore.

Nessuno sa davvero quanto sia efficace l’omicron per i bambini con malattie gravi. La malattia grave da COVID è inizialmente rara nei bambini, quindi la dimensione del campione dei due studi che abbiamo è piccola. Il meglio che gli scienziati possono fare in questo caso è fare stime che si riducono a un grosso errore. Uno studio nello Stato di New York, ad esempio, ha stimato che l’efficacia del ricovero in ospedale era del 48%, ma la vera risposta potrebbe essere compresa tra -12% e 75%.

Con così poche ricerche su questa fascia di età և con fattori così fantastici, Peter Munig, professore di gestione delle politiche sanitarie presso la Mailman School of Public Health della Columbia University, non pensa che possiamo sapere quanto sia efficace il vaccino per i bambini in questo momento. . Ma sapendo che i vaccini mRNA comportano rischi molto bassi, Munning ha affermato che il 30-40 percento dell’efficacia contro una malattia grave sarebbe sufficiente per farlo vaccinare. Per sicurezza, ha detto che potrebbe ottenerlo anche se il livello di efficienza fosse del 20 percento. I bambini più grandi – 12 և in più, e gli adulti – molto più efficaci contro malattie gravi. Una recente analisi della Kaiser Family Foundation ha rilevato che il vaccino ha ridotto il rischio di morte per COVID negli adulti, anche dopo che il micronutriente è diventato dominante, 10 volte superiore rispetto agli adulti non vaccinati. Coloro che hanno ricevuto lo stimolante hanno ridotto di 20 volte il rischio di morte. “Se riduce il rischio di morte [that much]”Non ha senso per me”, ha detto Munig. Vi sono buone ragioni per sospettare che l’efficacia effettiva dei bambini con una malattia grave sia inferiore a Quello:, ma è ancora così alto che ha senso vaccinarsi. Questo, ovviamente, sarebbe il caso se la valutazione di efficienza del 48% fosse corretta.

Alla fine, questi scienziati mi hanno detto che la decisione si basava non solo sul vaccino, ma anche sulla valutazione dei rischi e dei benefici del vaccino per un segmento specifico della popolazione. E questo può essere giuridicamente complicato quando si parla di un gruppo, come i bambini, che inizialmente hanno un rischio molto basso di contrarre il virus. Ma, ha detto Moss, poiché le varianti simili agli omicroni sono così prevalenti nella maggior parte della popolazione, anche piccoli rischi di infezione possono aumentare. I bambini hanno rappresentato solo il 3% dei ricoveri COVID da quando è stato approvato Omicron, ma sono ancora più di 12.500 bambini ricoverati in ospedale durante la settimana dal 30 dicembre al 28 aprile. E il tasso cumulativo di ospedalizzazione dei bambini non vaccinati. era il doppio rispetto ai bambini vaccinati durante l’onda omicron.

Moss non pensa che si sia discusso abbastanza se i bambini abbiano bisogno di tassi di efficacia del vaccino più elevati rispetto agli adulti se il virus è meno pericoloso per i bambini. Ma sappiamo che i rischi di COVID-19 sono abbastanza alti che le valutazioni di efficacia del vaccino sono abbastanza alte da non avere problemi a consigliare ai bambini di vaccinarsi.

Leave a Comment

Your email address will not be published.