Perché i prezzi del gas negli Stati Uniti sono ai massimi storici? Perché rimarranno alti per così tanto tempo?


New York
Affari CNN:

L’invasione russa dell’Ucraina è il motivo principale per cui i conducenti americani pagano prezzi record per la benzina. Ma questo non è l’unico motivo della crescita.

Molti fattori hanno contribuito all’aumento dei prezzi, con la benzina normale che mercoledì ha raggiunto il record di $ 4,40 al gallone, secondo uno studio AAA.

Per la prima volta dal 2008, il prezzo del gas avrebbe dovuto superare i 4 dollari al gallone, con o senza sparatorie nell’Europa orientale o con o senza sanzioni economiche contro la Russia.

La buona notizia per i conducenti è che i prezzi del greggio sono diminuiti negli ultimi giorni tra i timori che la Cina continuerà a danneggiare la domanda di petrolio mantenendo le sanzioni contro il Covid. I prezzi del gas potrebbero essere vicini al picco questo mese, afferma Tom Klose, capo dell’analisi energetica globale presso il Oil Price Information Service, che tiene traccia dei prezzi del gas per l’AAA.

Ma è improbabile che i prezzi scendano molto quando iniziano a diminuire. E Klose si aspetta di poter stabilire ancora una volta un record dopo la chiusura delle scuole e gli autisti inizieranno ad andare in vacanza il mese prossimo.

Pensa che il prezzo medio nazionale potrebbe facilmente raggiungere $ 4,50 al gallone o anche più alto quest’estate. “Tutto va dal 20 giugno al Labor Day”, ha detto Klose.

Questo è ciò che sta dietro l’aumento dei prezzi record.

La Russia è uno dei maggiori esportatori di petrolio del pianeta. A dicembre ha spedito circa 8 milioni di barili di petrolio ad altri mercati mondiali, di cui 5 milioni come greggio.

Pochissimi di loro andarono negli Stati Uniti. Nel 2021, l’Europa ha ricevuto il 60% del petrolio e il 20% è andato alla Cina. Ma il petrolio è quotato nei mercati mondiali delle materie prime, quindi la perdita di petrolio russo influisce sui prezzi in tutto il mondo, indipendentemente da dove viene utilizzato.

Le preoccupazioni per l’interruzione dei mercati mondiali hanno portato in Occidente I paesi esonereranno inizialmente il petrolio e il gas naturale russi dalle sanzioni imposte in segno di protesta contro l’invasione.

Ma a marzo, gli Stati Uniti hanno annunciato un divieto formale di tutte le importazioni di energia russa. Il governo britannico ha anche annunciato che sospenderà gradualmente le importazioni di petrolio russe entro la fine del 2022, poiché individuerà i modi per fermare le importazioni di gas naturale. E la Germania ha annunciato all’inizio di questo mese che avrebbe sostenuto un divieto dell’UE sul petrolio russo. Il petrolio russo viene lentamente e costantemente esportato dai mercati mondiali.

01:57:
– Fonte: CNN

Questa è la ragione del prezzo del gas

I prezzi del petrolio sono diminuiti poiché gli ordini epidemici di rimanere a casa in tutto il mondo hanno soppresso la domanda nella primavera del 2020, con la vendita di petrolio greggio a prezzi negativi per un breve periodo. In risposta, l’OPEC ei suoi alleati, inclusa la Russia, hanno deciso di tagliare la produzione come mezzo per mantenere i prezzi. E anche quando la domanda è tornata prima del previsto, hanno mantenuto bassi gli obiettivi di produzione.

Le compagnie petrolifere statunitensi non raggiungono gli obiettivi di produzione con quel tipo di mandato nazionale. Ma erano riluttanti o incapaci di riprendere la produzione di petrolio a livelli pre-epidemici nel timore che norme ambientali più severe potessero ridurre la domanda futura. Molte di queste regole più severe sono state respinte o non sono diventate legge.

“L’amministrazione Biden è improvvisamente interessata a più perforazioni, non meno”, ha affermato all’inizio di questa primavera Robert McNally, presidente della società di consulenza Rapidan Energy Group. “La gente è più preoccupata per gli alti prezzi del petrolio che per qualsiasi altra cosa”.

Ci vuole tempo per aumentare la produzione, soprattutto perché le compagnie petrolifere affrontano le stesse sfide della catena di approvvigionamento di migliaia di altre compagnie americane.

“Non riescono a trovare persone, non riescono a trovare attrezzature”, ha aggiunto McNally. “Non è che siano disponibili a un prezzo premium. Semplicemente non sono disponibili”.

Le riserve di petrolio sono generalmente rimaste indietro nel mercato più ampio negli ultimi due anni, almeno fino all’ultimo aumento dei prezzi. I dirigenti petroliferi preferirebbero trovare il modo di aumentare i prezzi delle azioni piuttosto che aumentare la produzione.

“Le compagnie petrolifere e del gas non vogliono perforare ulteriormente”, ha affermato l’analista di Raymond James Pavel Molchanov all’inizio di questa primavera. “Sono sotto pressione dalla comunità finanziaria per pagare più dividendi e acquistare più azioni invece del proverbiale ‘drill baby drill’ che avrebbero fatto 10 anni fa. La strategia aziendale è cambiata radicalmente”.

Uno degli esempi più brillanti. ExxonMobil (XOM) il mese scorso ha registrato un utile di 8,8 miliardi di dollari nel primo trimestre, triplicando rispetto all’anno precedente, escluse le merci speciali. Ha anche annunciato un piano di riacquisto di azioni da 30 miliardi di dollari, molto più dei 21-24 miliardi di dollari che prevede di spendere per tutti gli investimenti di capitale, compresa la ricerca di nuovo petrolio.

Non solo la produzione di petrolio è in ritardo rispetto al livello epidemico, ma la capacità di raffinazione degli Stati Uniti sta diminuendo. Oggi sono disponibili meno di 1 milione di barili di petrolio al giorno per la raffinazione di benzina, gasolio, carburante per aerei e altri prodotti derivati ​​dal petrolio.

Le normative ambientali federali statali richiedono che alcune raffinerie passino dal petrolio ai combustibili rinnovabili a basse emissioni di carbonio. Alcune aziende stanno chiudendo le vecchie raffinerie piuttosto che investire quanto costerebbe riciclarle, soprattutto perché nuove enormi raffinerie apriranno all’estero in Asia, Medio Oriente e Africa nel 2023.

E il fatto che i prezzi del carburante diesel e del carburante per aerei siano molto più alti dei prezzi della benzina mostra che i trasformatori stanno spostando la loro produzione maggiormente verso quei prodotti.

“L’economia richiede di produrre più getti di carburante diesel a scapito della benzina”, ha detto Klose.

Ma l’offerta è solo una parte dell’equazione del prezzo. La domanda è l’altra chiave: sebbene sia molto forte in questo momento, non è ancora tornata a livelli epidemici.

01:40:
– Fonte: CNN

Come risparmiare sul gas, essendo un carburante più efficiente

L’economia statunitense ha registrato una crescita record di posti di lavoro nel 2021 e, se questi guadagni sono rallentati, rimangono storicamente forti. La domanda è in aumento poiché più dipendenti tornano a casa dal lavoro per la maggior parte degli ultimi due anni.

È probabile che l’inizio della stagione estiva dei viaggi nei fine settimana del Memorial Day porti a un aumento annuale della domanda di gas e carburante per aerei. Le compagnie aeree statunitensi segnalano tutte prenotazioni molto forti per i viaggi estivi, anche se il biglietto aereo sale al livello epidemico.

Fine della crescita di Omicron ացումը L’eliminazione delle numerose restrizioni di Covid incoraggia le persone a uscire di casa per ulteriori acquisti, divertimento: viaggi. Il traffico passeggeri negli Stati Uniti è aumentato del 10% dall’inizio di quest’anno, secondo Inrix Mobile Research Company.

La direzione potrebbe essere leggermente ridotta. Molti di coloro che intendono tornare in ufficio saranno lì solo tre o quattro giorni alla settimana e il numero totale di posti di lavoro è ancora leggermente inferiore al livello del 2019. Ma ci saranno momenti in cui è probabile che la domanda di gas sarà maggiore quest’estate rispetto agli anni precedenti l’epidemia, prevede Klose.

“Anche prima dell’Ucraina, mi aspettavo di battere il record”, ha detto Klose. “Ora la domanda è quanto siamo al di sopra del record”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.