Pelosi fece un viaggio senza preavviso per incontrare Zelensky a Ki

L’ufficio di Pelosi ha confermato la mossa in una dichiarazione domenica, affermando che l’oratore stava guidando una delegazione ufficiale del Congresso in Ucraina, la prima dopo l’invasione della Russia.

Domenica, Zelensky ha condiviso un video del loro incontro a Kiev, ringraziando gli Stati Uniti per il loro forte sostegno all’Ucraina contro l’aggressione russa.

“Vi stiamo visitando per ringraziarvi per la vostra lotta per la libertà, che siamo sull’orlo della libertà, che la vostra lotta è una lotta per tutti”, ha detto Pelosi Zelensky nel video. “E quindi è nostro dovere essere al tuo fianco fino alla fine della lotta.”

La sua visita arriva in un momento in cui gli Stati Uniti e i loro alleati stanno intensificando il loro sostegno a lungo termine all’Ucraina mentre i combattimenti continuano.

La scorsa settimana, rispondendo alle richieste di Zelensky, un gruppo di 40 paesi riuniti in Germania dagli Stati Uniti ha accettato di semplificare e accelerare le forniture di armi all’Ucraina. “Dobbiamo muoverci alla velocità della guerra”, ha affermato il ministro della Difesa Lloyd Austin, che la scorsa settimana ha incontrato il presidente ucraino Anthony Blinken a Kiev.

Giovedì, la Camera dei rappresentanti ha approvato una legge che consente a Biden di utilizzare la legge dell’era della seconda guerra mondiale, nota come legge sul prestito e l’affitto del 1941, per fornire armi a credito all’Ucraina. La legge è stata originariamente progettata per aiutare le forze anti-hitleristiche a riflettere l’urgenza del Congresso di sostenere le forze armate ucraine.

Il presidente Joe Biden ha anche chiesto al Congresso di fornire 33 miliardi di dollari di finanziamenti aggiuntivi per aiutare l’Ucraina nei prossimi mesi mentre la brutale guerra russa entra in una nuova fase. Biden ha anche delineato una proposta che continuerà a fare pressione sugli oligarchi russi affinché dichiarino guerra all’Ucraina, incluso l’utilizzo dei proventi dei loro beni confiscati per finanziare la difesa dell’Ucraina.

Il pacchetto è significativamente più grande degli altri pacchetti introdotti, più del doppio dell’iniezione di aiuti militari-umanitari da 13,6 miliardi di dollari approvata dal Congresso il mese scorso.

Zelensky ha sottolineato la necessità di assistenza finanziaria durante un incontro con Pelosi. “I segnali che gli Stati Uniti, presidente Biden, stanno dando oggi sono molto forti. “Questi sono gli ultimi passi importanti nella difesa e nel sostegno finanziario dell’Ucraina, così come nelle decisioni di Lend-Lease, e ne siamo grati”.

La visita di Pelosi a Key, che è il secondo successore del Presidente, segna un impegno significativo da parte del più alto livello della leadership statunitense in Ucraina.

“La nostra delegazione del Congresso ha avuto la straordinaria opportunità di incontrare a Kiev il presidente ucraino Vladimir Zelensky e altri alti funzionari ucraini”, ha affermato l’ufficio di Pelosi in una nota.

“La nostra delegazione ha espresso il nostro rispetto e gratitudine al presidente Zelensky per la sua leadership, la nostra ammirazione per il coraggio mostrato nella lotta contro la pressione russa sul popolo ucraino”.

Zelensky ha assegnato a Pelosi l ‘”Ordine della principessa Olga” per “significativo contributo personale” al rafforzamento delle relazioni ucraino-americane. Olga è stata la prima donna a governare Kija Russia, uno stato slavo orientale medievale. La medaglia che porta il suo nome viene assegnata alle donne che hanno ottenuto un successo significativo nella politica e nella società, la personificazione delle donne in Ucraina.

Ha anche dato a Pelosi la bandiera ucraina, che è stata firmata da donne parlamentari, comprese quelle che ha incontrato di recente al Campidoglio degli Stati Uniti, secondo il portavoce di Pelosi Drew Hamill.

Pelosi è stato raggiunto da molti altri membri di spicco del Congresso, tra cui Gregory Mix di New York, presidente della commissione per gli affari esteri, e Adam Schiff, della California, presidente della commissione per l’intelligence.

La delegazione ha trascorso più di tre ore a Ki, ha affermato il portavoce di Pelosi Drew Hamill. I politici statunitensi sono ora in Polonia, dove devono incontrare il presidente Andrzej Duda e altri alti funzionari.

In una conferenza stampa tenutasi domenica nella città polacca di Rzeszow, Pelosi ha affermato che le sue discussioni con Zelensky si sono concentrate sulla sicurezza, sugli aiuti umanitari e, in definitiva, sulla ricostruzione dell’Ucraina.

“Siamo orgogliosi di trasmettere il messaggio di unità del Congresso degli Stati Uniti. “Un messaggio di apprezzamento dal popolo americano per la sua leadership, ammirazione per il popolo ucraino per il suo coraggio”, ha detto Pelosi.

“L’America è al fianco dell’Ucraina, noi siamo al fianco dell’Ucraina fino alla vittoria, siamo al fianco della NATO”.

Sarita Harriella della CNN, Sophie Jong a Hong Kong, Daniela Diaz, Mikayla Bouchard a Washington hanno contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *