Partenza dall’Ucraina. Questo è ciò che la CNN vede a Leopoli

Per capire meglio l’ambiente, abbiamo chiesto a Sarah cosa aveva notato a Leopoli, come hanno reagito la gente del posto due mesi dopo la guerra. Ecco cosa ci ha detto via email.

Informazioni sull’ambiente di Leopoli. La guerra si svolge nelle tasche, non subito. A Leopoli (c’è) una strana combinazione di coscienza. la guerra può verificarsi in qualsiasi momento և (ancora) completa calma.

Nelle parti intermedie dei segnali di attacco aereo, che di solito non portano a un vero attacco missilistico a Leopoli, le persone conducono la propria vita nel modo più normale possibile.

Su come si comportano i locali. Suonano le campane, alcuni dei pedoni che vediamo camminano per la strada, poi alzano lo sguardo, poi continuano a camminare con calma. alcuni si confondono rapidamente all’interno di edifici in cui non intendevano entrare

Non c’è panico, solo passi pragmatici per ritrovare comunque un certo senso di sicurezza.

Sulla guerra և il contrasto della vita familiare. Segni di guerra ti salutano quando entri in città. Controlla i punti con i soldati, le armi sul petto, le barriere temporanee.

Nel parco locale, le famiglie giocano con i bambini piccoli e i cani passeggiano. Ma lì vicino, su una collina erbosa nel giardino, ci sono dei gradini che sembrano scendere dritti a terra. Queste scale portano a vecchi bunker di cemento.

Quando i segnali suonano, alcune famiglie interferiscono con i bunker. Sembra che nessuno entri.

Cos’altro?

“Il presidente della Camera Nancy Pelosi è diventato il più alto funzionario statunitense ad incontrare questo fine settimana il presidente ucraino Vladimir Zelensky durante la sua visita senza preavviso a Kiev”.

L’ufficio di Pelosi ha detto domenica che l’oratore stava guidando una delegazione ufficiale del Congresso in Ucraina, la prima dall’invasione russa del 24 febbraio.

Zelensky ha pubblicato un video del suo incontro con la delegazione domenica, ringraziando gli Stati Uniti per il loro sostegno all’Ucraina contro l’aggressione russa.

Nel video, Pelosi dice a Zelensky: “Vi visitiamo per ringraziarvi per aver lottato per la vostra libertà, per essere sull’orlo della libertà, per aver lottato per tutti. E quindi, è il nostro impegno. “Stai con te finché la battaglia non sarà finita.”

Ma la visita arriva in un momento in cui la brutale guerra russa sta entrando in una nuova fase che difficilmente si concluderà. Ecco l’ultimo.

Il percorso di evacuazione civile è stato interrotto. L’evacuazione dei civili dalla città di Mariupol, nell’Ucraina meridionale, è stata sospesa fino a lunedì, ha annunciato domenica il consiglio comunale di Mariupol, citando “problemi di sicurezza”.

Il consiglio comunale ha dichiarato in un messaggio di Telegram che l’evacuazione sarebbe ripresa alle 8:00 ora locale vicino al centro commerciale Mariupol. L’annuncio è arrivato poche ore dopo che Zelensky aveva annunciato che i civili sarebbero stati evacuati dall’assediata acciaieria Azovstal a Mariupol.
Più tardi, domenica, Zelensky ha affermato che il corridoio vitale per l’evacuazione dei civili dalla centrale nucleare è entrato in funzione per la prima volta, aggiungendo che più di 100 civili sono stati evacuati. Tuttavia, il complesso è stato nuovamente preso di mira domenica notte, secondo un soldato ucraino a Mariupol che ha parlato alla televisione ucraina.

Migliaia di crimini di guerra sono oggetto di indagine. Il procuratore generale dell’Ucraina ha annunciato che il suo ufficio sta aprendo nuovi casi di presunti crimini di guerra commessi dalle forze russe, in cui un totale di 9.158 procedimenti penali “includono crimini di guerra puramente”.

Lo ha detto il procuratore Irina Venediktova alla televisione ucraina. “Abbiamo già identificato specifici criminali di guerra”, ha aggiunto. “Ad esempio, ci sono 15 persone nella regione del Ki, 10 delle quali a Bucha. Li riteniamo responsabili di torture, stupri e rapine. »:

La scorsa settimana, i pubblici ministeri ucraini hanno nominato 10 militari russi sospettati di vari crimini a Bucha.

Pronto per una lunga partita? La scorsa settimana, rispondendo alle richieste di Zelensky, un gruppo di 40 paesi riuniti in Germania dagli Stati Uniti ha accettato di semplificare e accelerare le forniture di armi all’Ucraina.
“Dobbiamo muoverci alla velocità della guerra”, ha affermato il segretario alla Difesa Lloyd Austin, che la scorsa settimana ha incontrato Zelensky e il segretario di Stato Anthony Blinken a Key.

Giovedì la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato una legge che consentirebbe a Biden di utilizzare la legge dell’era della seconda guerra mondiale, nota come Lend-Lease Act del 1941, per fornire armi all’Ucraina a credito. La legge è stata originariamente progettata per assistere le forze che combattono la Germania nazista e riflette l’urgenza del Congresso di sostenere le forze armate ucraine.

Il presidente Joe Biden ha anche chiesto al Congresso 33 miliardi di dollari di finanziamenti aggiuntivi per aiutare l’Ucraina nei prossimi mesi.

Il presidente ha delineato una proposta che continuerà a fare pressione sugli oligarchi russi per la guerra in Ucraina, incluso l’utilizzo dei proventi dei loro beni confiscati per finanziare la difesa dell’Ucraina.

Leave a Comment

Your email address will not be published.