Nuove splendide foto del telescopio Webb dimostrano che ha una vista perfetta

La NASA afferma che il James Webb Space Telescope ha completato la fase più importante. L’osservatorio dello spazio profondo all’avanguardia è ora sotto i riflettori e ci sono ricevute che lo dimostrano.

L’agenzia spaziale statunitense ha rilasciato questa settimana una serie di foto che mostrano Webb in grado di disegnare immagini nitide come un rasoio, con una precisione che supera anche le peggiori aspettative degli ingegneri.

Le immagini sperimentali non solo mostrano che l’allineamento dei quattro strumenti scientifici del Web è completo, ma anche che il telescopio guarda l’abisso di stelle, stelle, stelle splendenti.

“Queste immagini hanno cambiato profondamente la mia immagine dell’universo”, ha affermato Scott Acton, il sensore frontale di Webb, controllato da uno scienziato della Ball Aerospace. “Siamo circondati da una sinfonia di creazione, ci sono galassie ovunque. Spero che tutti nel mondo possano vederli”.

GUARDA ANCHE.

Il telescopio Webb della NASA ha appena ricevuto delle ottime notizie

La NASA ha rilasciato questa settimana una serie di foto che mostrano il Web in grado di rendere più nitide le immagini dello spazio.
Prestito: NASA/STScI

Per l’esperimento, Webb ha indicato una parte della Grande Nube di Magellano, la minuscola galassia della Via Lattea, rivelando il campo profondo e denso di centinaia di migliaia di stelle che è registrato su tutti i sensori dell’osservatorio. Sebbene le immagini di un telescopio spaziale a volte ricreano i colori nel modo in cui vengono percepiti dall’occhio umano, a volte vengono scelte per enfatizzare caratteristiche specifiche. Gli ingegneri hanno scelto tavolozza rossa enfatizzare il contrasto.

La risoluzione dell’immagine è “fisicamente la migliore possibile” per le dimensioni del telescopio, secondo un post sul blog della NASA dedicato alla svolta. D’ora in poi, le uniche modifiche saranno le piccole e periodiche regolazioni delle parti anteriori dello specchio.

Il telescopio ha fatto molta strada da quando ha scattato la sua prima foto a febbraio, mostrando 18 singole perline sfocate dorate su una singola stella. La NASA ha promesso che un’ulteriore calibrazione dello strumento migliorerà la sua capacità di far sembrare una stella una stella. A metà marzo è apparsa una nuova foto su quella promessa. Stella dell’Orsa Maggiore, con orecchie rosso fuoco e cristalline.

La NASA sta lavorando alla

Il telescopio ha fatto molta strada da quando ha scattato la sua prima foto a febbraio, mostrando 18 singole perline sfocate dorate su una singola stella.
Credito: NASA

“Solo guardando (quella foto Web appiattita) sul tuo telefono, tutto ciò che vedi è la stella”, ha detto Bob Cabana, amministratore associato della NASA ed ex astronauta, durante un briefing irrilevante martedì. “Ma se lo allarghi con le dita, ci sono galassie con quella stella che non hanno mai visto prima, sarà assolutamente incredibile”.

Webb, una partnership tra la NASA, l’Agenzia spaziale europea e l’Agenzia spaziale canadese, esaminerà alcune delle luci più antiche e deboli dell’universo. Il potente telescopio studierà il periodo di 300 milioni di anni dopo il Big Bang, quando nacquero le prime stelle e galassie. Gli scienziati lo useranno anche per studiare le atmosfere dei pianeti al di fuori del nostro sistema solare chiamati esopianeti. Le scoperte di acqua և metano, ad esempio, possono essere segni di un potenziale habitat o attività biologica, componenti chiave della vita.

Gli astronomi si aspettano che il telescopio faciliti la nostra età d’oro della comprensione dell’universo fornendo immagini mai viste dell’universo a miliardi di anni luce di distanza.

“Queste immagini hanno cambiato profondamente la mia percezione dell’universo”.

Il team sta ora procedendo con gli ultimi passi noti come il lancio di strumenti scientifici. Ci vorranno circa due mesi per completare il processo prima che il telescopio sia finalmente pronto per fare ciò che si era prefissato di fare: una ricerca rivoluzionaria.

Ogni strumento – NIRCam, NIRISS, MIRI և NIRSpec – è un insieme di rilevatori con lenti, maschere, filtri և con apparecchiature personalizzate per aiutarlo a fare scienza. Secondo la NASA, le specifiche specializzate di questi strumenti saranno regolate e gestite in varie combinazioni per confermare la loro prontezza per la ricerca.

Parte di questo processo comporterà l’orientamento del telescopio in diverse parti del cielo, dove la quantità totale di radiazione solare che colpisce l’osservatorio varierà per confermare che la sua temperatura rimane costante al variare dei bersagli. Anche gli specchi verranno controllati regolarmente per assicurarsi che siano a posto.

Funzionari della NASA affermano che una selezione di foto straordinarie e accattivanti verrà rilasciata a giugno in piena risoluzione con dati scientifici allegati. L’agenzia non ha rivelato quali saranno gli obiettivi celesti in quelle prime foto.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *