Novità sui Lakers. Darwin Ham sostiene LeBron James, Klutch Sports

Nessun candidato allenatore dei Lakers, ovviamente, lo farà Bisogno: Klutch Sports con approvazione LeBron James per l’assunzione Sicuramente renderà le acque più lisce se il prossimo allenatore sarà approvato dalla star, la sua potente agenzia, che è anche il front office dei rappresentanti di Anthony Dice. Con entrambe le parti in una sorta di finta Guerra Fredda dopo la catastrofica stagione 2021-22, avere un allenatore che si adatta ai desideri di entrambe le parti può in qualche modo unire le due parti per una possibile bassa stagione per tutti.

Fortunatamente, uno dei primi candidati, մեկը forse uno dei favoriti, sembra avere quell’approvazione. Darwin Ham è di gran lunga l’unico candidato che i Lakers hanno chiesto (ricevuto) il permesso di intervistare il loro allenatore. è Questa non è la prima volta che l’ex assistente dei Lakers si presenta per il lavoro di capo allenatore, poiché a quanto pare è stato nella lista dei possibili candidati. Nel 2019, prima del franchise, ha finalmente assunto Frank Vogel.

Le dinamiche tra i Lakers e Clutch erano un po’ diverse all’epoca, ma secondo quanto riferito Ham è stato ancora confermato da Klutch, secondo Kin Arnovitz di ESPN, che durante la sua ultima apparizione sul podcast Locked on Lakers ha lasciato quel frammento.

“So come fonte che era l’ultimo nella lista OK di LeBron James / Rich Paul (band), quella band … È un duro, è davvero intelligente, ti dirò quanto segue. Mike Budenholzer non è uno sciocco. È il più capriccioso. Ci sono persone che lo trovano disgustoso, ad esempio, o “sei una persona gentile, o non lo sei, o capisci, o non lo sei”. Lui (Ham) lo capisce. E c’è qualcosa da dire in proposito, perché guarda chi sono i laureati. Penso che la storia sia davvero buona per Kenny Atkinson. Regina Snyder. Taylor Jenkins. Devo continuare?

“E Darwin è un ragazzo che potrebbe ‘mediare’, tra l’altro, fare delle grandi cose per aiutare il pastore nella nuova era, perché LeBron non ci vorrà molto. E, a proposito, qualcuno con cui avranno conversazioni difficili [Anthony] Voi! “

Mercoledì, Arnovitz ha annunciato il suo sguardo annuale ai migliori candidati NBA, che includeva l’intuizione di Ham.

Darwin Ham, assistente di lunga data di Mike Budenholzer, ha poco da dimostrare. Ha goduto di una carriera come giocatore NBA di otto anni, ha contribuito alla squadra del campionato, ha assorbito le sue capacità organizzative manageriali, ha costruito relazioni significative con giocatori di età compresa tra 1 e 15 anni e aveva capacità tattiche. Porta versatilità come candidato per allenatore. uno che può ottenere da una squadra di veterani che è pronto a combattere, ma guida lo sforzo di ricostruzione che si concentra sullo sviluppo dei giocatori in cui eccelle. Ham è stato intervistato per i lavori del Minnesota և Washington (dove era finalista) nel 2019, Clippers և Indiana per i lavori nel 2020 (era il finalista dei Pacers), և The Lakers և The Hornets hanno invitato Ham alla loro attuale apertura. Con la vecchia lista dei Lakers pronta per il presente, ma nel prossimo futuro potrebbe essere necessario indirizzare i giovani verso il team building degli Hornets per il futuro, Ham offrirà una voce in grado di soddisfare entrambe le esigenze.

Per quanto riguarda i Lakers, Ham era un ex assistente sotto Mike Brown prima di trasferirsi agli Hawks e successivamente come assistente dei Bucks. Per la squadra dei Lakers, anch’essa tendenzialmente limitata al personale con precedenti legami con l’organizzazione, Ham è il filo conduttore sia di un candidato qualificato che di uno con i suddetti legami.

Inoltre, i Lakers si trovano in una situazione in cui potrebbero presto entrare nell’era post-LeBron James.. Եւ La flessibilità di Ham come allenatore potrebbe renderlo il miglior candidato per colmare quel divario. Le domande ovvie si concentreranno sulla mancanza di esperienza di Ham come capo allenatore, ma sicuramente ha fatto tutto il possibile per dissipare quelle preoccupazioni.

Sarà una decisione interessante per “Lakers” quando si tratta di allenare i candidati, “Ham” quando si tratta di tutte le possibili aperture. Ma assumerlo alla fine può essere il crocevia perfetto per soddisfare le esigenze e i desideri di tutte le parti coinvolte.

Di più: Lakers parla, iscriviti al feed del podcast Silver Screen and Roll iTunes:, Spotify:, Cucitrice: o: Podcast di Google:. Puoi seguire Jacob su Twitter @JacobRude:.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *