No, Biden non può semplicemente vendere yacht russi confiscati և beni della Banca centrale per aiutare l’Ucraina. Diritto internazionale և La Costituzione degli Stati Uniti lo proibisce.

<span class="վերնագիր">Biden vuole trovare un modo per sequestrare gli yacht degli oligarchi.</span> <span class="վերագրում"><a class="հղում " href="https://newsroom.ap.org/detail/RussiaUkraineWar-SanctionsExplainer/2b8b144590104677b1f74bd58e0552fb/photo?Query=us%20Russian%20yacht&mediaType=yphototeangetal=It." rel="nofollow noopener" թիրախ="_դատարկ" data-ylk="slk:AP Photo/Francisco Ubilla">Foto di AP / Francisco Ubilla:</a></span>“src =” https://s.yimg.com/ny/api/res/1.2/62pTpdhHnC8kY2asWLaSpQ–/YXBwaWQ9aGlnaGxhbmRlcjt3PTcwNTtoPTQ4Mg–/https://s.yimg.com/uz.2/ CrxFpNcQ– ~ B / aD05ODU7dz0xNDQwO2FwcGlkPXl0YWNoeW9u / https://media.zenfs.com/en/the_conversation_us_articles_815/3179ff8c0077c365ec6e176405cc/2 /YXBwaWQ9aGlnaGxhbmRlcjt3PTcwNTtoPTQ4Mg–/https://s.yimg.com/uu/api/res/1.2/IyLzxlhP3zBFO.CrxFpNcQ–~B/ aD05ODU7dz0xNDQwO2FwcGlkPXl0YWNoeW9u/https://media.zenfs.com/en/the_conversation_us_articles_815/3179ff8c0077c365ec6e176405ffc99c”/ >:</div>
</div>
</div>
</figure>
<p>L’amministrazione Biden vuole vendere yacht, case e altre proprietà di lusso confiscate agli oligarchi russi e utilizzare i proventi per ripagare l’Ucraina.</p>
<p>Come parte del suo ultimo pacchetto di salvataggio per l’Ucraina, il presidente Joe Biden sta esortando i legislatori a sequestrare formalmente i beni degli oligarchi sanzionati per pagare per “riparare i danni causati dalla Russia e aiutare a costruire l’Ucraina”.  La Camera dei rappresentanti ha già approvato un disegno di legge che chiede a Biden di vendere i beni, ma questo non gli ha conferito l’autorità specifica per farlo.</p>
<p>Altri hanno incoraggiato l’amministrazione a vendere decine di miliardi di dollari in attività della banca centrale russa, che ha congelato.  Non è chiaro dalla dichiarazione della Casa Bianca se Biden intenda perseguire anche i beni statali.</p>
<p>Il fatto che sia andato al Congresso per chiedere il permesso dimostra che i suoi avvocati, come me, credono che la legge attuale consenta solo il congelamento e non la vendita di proprietà straniere durante una crisi internazionale.</p>
<p>Ho trascorso decenni a fare ricerche, applicare il diritto internazionale, fornire consulenza allo Stato և Dipartimento della Difesa su tali questioni.  L’idea di imporre un risarcimento alla Russia per i danni arrecati all’Ucraina è ovviamente allettante.  Ma gli Stati Uniti devono rispettare il diritto costituzionale e internazionale quando lo fanno.</p>
<h2>Congelamento contro la confisca</h2>
<p>Puoi chiedere qual è la differenza tra la confisca o il congelamento della proprietà vietando a chiunque di disporre o utilizzare il bene o trarne profitto dalla confisca.</p>
<p>Il congelamento distrugge i benefici economici della proprietà.  Ma il proprietario spera almeno che quando il conflitto finirà և finirà l’ordine di congelamento, la proprietà o un suo equivalente verrà restituita.  Preclusione significa la vendita di proprietà – il ricavato, così come il denaro confiscato – da dare al beneficiario designato, in questo caso, per conto dell’Ucraina.</p>
<p>La legge sull’emergenza economica internazionale del 1977 consente solo il congelamento delle proprietà straniere, non la vendita durante una crisi internazionale.  Il Congresso approvò il disegno di legge per sostituire l’Enemy Trade Act del 1917, che dava al presidente molto più potere di agire contro gli avversari degli Stati Uniti al di fuori della guerra.</p>
<p><button class=La storia continua

Da allora, gli Stati Uniti hanno spesso utilizzato il diritto di sequestrare beni appartenenti a persone o nazioni straniere come sanzione economica per punire ciò che considerano una cattiva condotta. Ad esempio, dopo che l’Iran ha invaso e occupato l’ambasciata degli Stati Uniti a Teheran, il governo degli Stati Uniti ha sequestrato miliardi di dollari in beni iraniani negli Stati Uniti, inclusi contanti e proprietà. Gli Stati Uniti hanno anche congelato il Venezuela և i beni dei talebani legati ai terroristi russi responsabili di violazioni dei diritti umani secondo la legge di Magnitsky.

In tutti questi casi, gli Stati Uniti hanno mantenuto la proprietà straniera invece di venderla. In alcuni casi, ha utilizzato la proprietà confiscata come merce di scambio per accordi futuri. Nel 2016 l’amministrazione Obama ha annunciato di aver restituito all’Iran 400 milioni di dollari, che gli Stati Uniti avevano sequestrato dopo l’assedio dell’ambasciata del 1979, inviando pile di franchi svizzeri caricati su un Boeing 737. Il Dipartimento del Tesoro Usa, sperando che alla fine si possa raggiungere un certo compromesso.

Il Patriot Act, approvato dopo l’11 settembre, prevede un’esenzione limitata dall’embargo nei casi in cui gli Stati Uniti sono in guerra. Gli Stati Uniti non hanno mai usato questi poteri. E nonostante la crescente retorica, le crescenti sanzioni e l’aumento degli aiuti all’Ucraina, gli Stati Uniti non sono in guerra con la Russia.

<span class="վերնագիր">Gli Stati Uniti hanno congelato miliardi di beni iraniani dopo l’assedio dell’ambasciata americana a Teheran.</span> <span class="վերագրում"><a class="հղում " href="https://newsroom.ap.org/detail/NBAAt751970sTimeline/740b324279c943ca843cc907fc714a78/photo?Query=iran%20us%20embassy&mediaType=photo&sortBy=arrivaldatetime&sortBy=arrivaldate=desgetocurtaldatetime" rel="nofollow noopener" թիրախ="_դատարկ" data-ylk="slk:AP Լուսանկարը">Foto AP:</a></span>“data-src =” https://s.yimg.com/ny/api/res/1.2/HFiyrwUBXQTvDyE6jh_0.Q–/YXBwaWQ9aGlnaGxhbmRlcjt3PTcwNTtoPTQ2NQ–/https://uyap.com 1<noscript><img alt=Gli Stati Uniti hanno congelato miliardi di beni iraniani dopo l’assedio dell’ambasciata americana a Teheran. Foto AP:“src =” https://s.yimg.com/ny/api/res/1.2/HFiyrwUBXQTvDyE6jh_0.Q–/YXBwaWQ9aGlnaGxhbmRlcjt3PTcwNTtoPTQ2NQ–/https://s.yimg.com/u 2X8Z50LhrcsnDzbR.3FpvQ– ~ B / aD05NTA7dz0xNDQwO2FwcGlkPXl0YWNoeW9u / https: //media.zenfs.com/en/the_conversation_us_articles_815/0dcf83fa26caf324a
Gli Stati Uniti hanno congelato miliardi di beni iraniani dopo l’assedio dell’ambasciata americana a Teheran. Foto AP:

Eliminazione delle violazioni gravi

Il principio fondamentale della giustizia dice che chi fa del male violando la legge deve pagare.

Nel diritto internazionale lo chiamiamo “risarcimento”. Secondo le Nazioni Unite, “una riparazione adeguata, efficace e rapida ha lo scopo di promuovere la giustizia rimediando a gravi violazioni del diritto internazionale dei diritti umani o gravi violazioni del diritto internazionale umanitario”.

I vincitori nella storia moderna hanno spesso chiesto un risarcimento ai perdenti della guerra, come hanno fatto sia dopo la prima che la seconda guerra mondiale, specialmente quando erano responsabili di morti di massa.

La Russia ha compiuto terribili distruzioni in Ucraina. Diverse città, tra cui Mariupol, sono state distrutte e le prove di crimini di guerra stanno crescendo in luoghi come Bucha.

Quindi è logico che così tanti studiosi, legislatori e altri sostengano che il regime di Vladimir Putin, coloro che beneficiano del suo potere, dovrebbero contribuire a pagarlo.

Alcuni, come Lawrence Tribune, un avvocato di Harvard, sostengono che la legge statunitense consente già al presidente di utilizzare i beni confiscati o congelati come risarcimento. Tuttavia, come hanno notato altri esperti, presenta seri problemi. Le questioni legali sopra menzionate sono uno dei principali ostacoli: lo aprono per essere impugnato in tribunale.

L’altro è politico. Il sequestro dei beni coglie oggetto di potenziale contrattazione in eventuali negoziati futuri, come è stato con l’Iran e altri paesi.

Gli esperti di sanzioni, me compreso, sono d’accordo con Biden sul fatto che il Congresso dovrebbe approvare una nuova legge.

Punire la Russia sostenendo lo stato di diritto

Sorge quindi la domanda su come dovrebbe essere quella legislazione al fine di evitare violazioni del diritto internazionale, la Costituzione degli Stati Uniti. Sembrano esserci ancora alcune restrizioni su ciò che il Congresso può fare.

Ad esempio, il quinto emendamento alla Costituzione garantisce un giusto processo prima che il governo possa confiscare i beni di un privato. Ma questo vale per la proprietà di un cittadino straniero negli Stati Uniti? La risposta sembra essere sì, secondo almeno due casi della Corte Suprema.

La vendita di proprietà statali russe, come i beni della Banca centrale, crea altri problemi. Il diritto internazionale prevede una certa immunità dalla confisca di proprietà straniere all’estero. Il sequestro di proprietà statali del dopoguerra, compresi i depositi statunitensi della Banca centrale russa, deve affrontare queste sfide.

La Corte internazionale di giustizia sta attualmente indagando se gli Stati Uniti abbiano violato questa regola utilizzando fondi congelati dalle banche centrali iraniane per risarcire coloro che hanno ricevuto un verdetto fallito dall’Iran per aver sostenuto i terroristi.

[More than 150,000 readers get one of The Conversation’s informative newsletters. Join the list today.]

Quindi sì, penso che l’invasione russa dell’Ucraina sia inquietante e richieda una risposta. Ma questo non significa che gli Stati Uniti e altri paesi debbano farlo in conformità con il diritto internazionale, la Costituzione degli Stati Uniti. Il Congresso dovrebbe essere in grado di elaborare una legislazione che consenta il sequestro di determinati beni senza un giusto processo o violazione del diritto internazionale.

Prevedo che ignorare questi problemi potrebbe portare a imbarazzanti battute d’arresto legali che renderanno difficile aiutare l’Ucraina.

Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation, un sito di notizie senza scopo di lucro dedicato alla condivisione delle idee di esperti accademici. È stato scritto da Paul B. Di Stefano Università della Virginia.

Leggi di più:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *