NJ riporta 2.783 morti per 1 COVID. 14 distretti sono ora a tassi di trasferimento “medi”.

Il New Jersey ha riportato domenica CO 2.783 test positivi recentemente confermati per un decesso per COVID-19 poiché altri sei distretti hanno migliorato i loro tassi di trasmissione “medi”. Il CDC sconsiglia di indossare maschere per le persone sane nelle aree “basse” և “medie”.

La media statale per i casi confermati a sette giorni è salita a և 2.698 domenica, in aumento del 24% rispetto a una settimana prima և 124% rispetto al mese prima.

Anche gli ospedali, che di solito sono in ritardo di circa due settimane, sono in aumento questo mese. A partire da sabato sera, c’erano 600 casi confermati o sospetti di coronavirus in 71 ospedali in tutto lo stato.

I ricoveri sono ancora significativamente inferiori rispetto a quando hanno raggiunto il picco il 10 gennaio a 6.089 ohm.

Secondo lo stato, almeno 131 persone sono state dimesse nelle stesse 24 ore concluse sabato notte. Di questi ricoverati, 68 erano in terapia intensiva e 28 in ventilatori.

Nello stato del New Jersey, il tasso di trasferimento è stato di 1,21 sabato. Quando la velocità di trasmissione supera 1, significa che ogni nuovo evento porta ad almeno un evento aggiuntivo, և l’accensione si espande.

Martedì, ultimo giorno secondo i dati disponibili, il livello di positività ai test è stato dell’8,65%.

Domenica, lo stato ha segnalato 633 possibili casi di test antigenico rapido nelle strutture mediche.

Mesi dopo, quando tutte le 21 contee del New Jersey sono state elencate come “basse”, 14 contee sono ora nella fascia “media”, secondo le linee guida aggiornate dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Si tratta di sei distretti in più rispetto al livello di comunità fissato per il 28 aprile.

Sulla base dei livelli della comunità determinati giovedì, Bergen, Burlington, Cape May, Essex, Hudson, Hunterdo, Mercer, Middlesex, Monmouth, Morris, Somerset, Sussex, Union e Oceania hanno ora tassi di trasferimento “medi”. Alle persone sane negli insediamenti medio-bassi non è più consigliato indossare una maschera.

Il ceppo COVID-19 BA.2 si sta diffondendo nel New Jersey da settimane, o a un ritmo molto più lento rispetto alla crescita di Omicron registrata tra dicembre e gennaio. I funzionari affermano che il metabolismo “invisibile” di omicron sembra diffondersi più facilmente, ma generalmente non causa malattie più gravi.

Nella settimana terminata il 16 aprile, BA.2 ha rappresentato il 97,2% dei test positivi campionati (dall’88,9% della settimana precedente), mentre la versione omicron ha rappresentato il 2% dei test positivi.

SOLO NUMERI

Dei 1.970.847 casi totali confermati di COVID-19, il New Jersey ha riportato più di 17,6 milioni di test PCR in più di due anni da quando lo stato ha annunciato il suo primo caso noto il 4 marzo 2020.

Garden State ha anche registrato 318.103 antigeni positivi o test rapidi, che sono considerati casi possibili. E ci sono molti casi che probabilmente non sono mai stati conteggiati, compresi i test domiciliari positivi che non sono inclusi nei dati statali.

Lo stato, con una popolazione di 9,2 milioni, ha riportato 33.488 decessi COVID-19 durante quel periodo, con 30.442 decessi confermati և 3.046 probabili.

Secondo gli ultimi dati diffusi lunedì, il New Jersey ha l’ottavo numero di morti pro capite negli Stati Uniti, dopo Mississippi, Arizona, Oklahoma, Alabama, Tennessee, West Virginia e Arkansas. Lo stato ha ancora registrato il più alto numero di decessi pro capite nel paese la scorsa estate.

Dati recenti seguono un ampio studio che rivela che anche un caso lieve di COVID-19 può avere un effetto significativo sul cervello. COVID prolungato – un termine comunemente usato per descrivere i sintomi del virus, dopo che una persona non risulta più positiva, colpisce dal 10% al 30% delle persone infette, indipendentemente dal fatto che siano lievi o gravi. Astuccio

NUMERI DI VACCINAZIONE

Più di 6,88 milioni degli 8,46 milioni di persone idonee che vivono, lavorano o studiano nel New Jersey hanno ricevuto il tasso di immunizzazione iniziale e più di 7,79 milioni hanno ricevuto la prima dose dall’inizio della vaccinazione il 15 dicembre 2020. :

Più di 3,6 milioni di promotori ammissibili nello stato ne hanno ricevuto uno.

NUMERI SCUOLA E ASSISTENZA A LUNGO TERMINE

Durante la settimana terminata il 24 aprile, circa il 58% delle scuole ha segnalato 3212 casi di COVID-19 tra il personale scolastico del New Jersey (983) e gli studenti (2229).

Ci sono stati 109.723 studenti nel New Jersey dall’inizio dell’anno scolastico, 31.356 personale scolastico che è stato infettato da COVID-19 e lo stato non ha mai segnalato più di due terzi dei distretti scolastici in una sola settimana.

Lo Stato fornisce casi generali di studenti և personale separatamente da quelli considerati casi di trasferimento scolastico, che sono strettamente definiti come tre o più casi relativi al tracciamento dei contatti.

Ci sono stati 653 focolai extrascolastici nel New Jersey, inclusi 4.538 focolai del personale studentesco. Ciò include 20 nuovi focolai dai dati riportati la scorsa settimana.

Almeno 9.041 dei decessi per COVID-19 nello stato sono stati tra i membri del personale delle case di cura, secondo lo stato.

Focolai attivi sono stati registrati in 226 istituzioni, a seguito dei quali sono stati registrati 2559 casi attuali tra i residenti e 2511 casi tra il personale, secondo gli ultimi dati.

FIGURE GLOBALI

Più di 517 milioni di casi di COVID-19 sono stati segnalati in tutto il mondo a partire da domenica, secondo la Johns Hopkins University, con oltre 6,2 milioni di persone morte a causa del virus.

Gli Stati Uniti hanno registrato il maggior numero di morti (oltre 81 milioni) և morti (almeno 997.503) di qualsiasi nazione.

Più di 11 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate in tutto il mondo.

Il nostro giornalismo ha bisogno del tuo sostegno. Si prega di iscriversi oggi NJ.com:.

Raggiunto con Steven Rhodes srodas@njadvancemedia.com:. Seguilo su Twitter @stevenrodasnj:.

Leave a Comment

Your email address will not be published.