Nestor Cortes non colpisce l’ottavo contro i Rangers

NEW YORK – Il cutter è un terreno di gioco per Nestor Cortes, և quando si fa clic con il tasto destro su tutto, il mancino lo usa per incoraggiare gli avversari. Immagina per un secondo di essere stato trasposto nel mondo guidato dal karmico di Earl.

Cortes sapeva che stava facendo qualcosa. così ha fatto il ricevitore Trevino, che ha annuito in segno di approvazione quando la palla è rimbalzata sul palo. Poi hanno deciso di far brillare il cutter, “quando l’hanno fatto?” Cortes non ha fatto concessioni nell’ottavo inning della vittoria per 1-0 sui Rangers allo Yankee Stadium, aiutando New York a diventare la prima squadra della lega americana a vincere 20 partite.

“Sentivo che era presto, stavo attaccando la cintura molto bene”, ha detto Cortes. “Non sai mai quanto tempo puoi andare senza rinunciare al colpo. Sembrava un po’ speciale dopo la quinta locanda. Stavo solo cercando di salvarlo. ”

L’ultimo non attaccante degli Yankees è stato contro i Rangers, che hanno giocato contro Corey Cluber il 19 maggio ad Arlington, in Texas. Cortes ha ammesso che intorno al quinto o sesto nono, ha iniziato a dare un’occhiata al tabellone segnapunti per assicurarsi che il Texas avesse ancora zero sulla linea di attacco.

A quel tempo, l’allenatore degli Yankees Aaron Boone e l’allenatore sul campo Matt Blake si era già incontrato diverse volte, chiedendosi fino a che punto avrebbero spinto Cortes.

“Ero un po’ in quella zona nervosa, ma l’avrei lasciato andare finché non si fosse arreso completamente”, ha detto Boone.

La convocazione si è conclusa all’ottavo posto quando Eli White del numero 9 ha colpito il centro campo con un chiaro singolo nel 103esimo lancio finale di Cortes, eliminando Bunny dal dungeon. Cortes non ha ricevuto supporto per nessuna delle corse, ma ha accettato la calda standing ovation della folla matinée dopo aver registrato 11 colpi contro quattro gradini.

“Allora è semplicemente venuto alla nostra attenzione. “Lanciava in quel modo da quando ero qui”, ha detto Anthony Rizzo, il giocatore di prima scelta che ha corso l’unica corsa del gioco nell’ottavo inning che ha inseguito Aaron Jajin a casa dalla prima base. “È molto sicuro di sé, ha un atteggiamento calmo verso se stesso. “È divertente giocare dietro”.

Il viaggiatore di 27 anni, che fa affidamento sul cambio di velocità delle consegne, ha detto allo Spring Training, incerto sul suo posto nel roster, Cortes è il primo lanciatore nella storia degli Yankee a colpire almeno 40 colpi, sei punti o più. la prima volta. Sei partite della stagione.

La prestazione di lunedì ha segnato un ritorno al livello mostrato da Cortes durante i suoi primi tre inizi di stagione, quando ha raggiunto 1.15 ERA, consentendo due run di oltre 15 2/3 inning (All-Star Team, uno qualsiasi).

Royal և Blue Jace ha battuto Cortes di quattro punti (tre) ottenendo 12 colpi, quattro walk nelle due successive partenze, con gli avversari che comunicano meglio con lui (5 contro 12, 4 doppi, fuoricampo, contro 2). con un tiro da base in più nelle prime tre partenze). Tuttavia, dallo scudo, Boone potrebbe dire che lunedì sarebbe stato diverso.

“Il primo gioco di Semien, è semplicemente scomparso lì”, ha detto Boone. “Sembrava una diapositiva di Steve Carlton. Semien è stato colpito, è semplicemente scomparso sotto la sua canna. “Alcune delle oscillazioni che sono state fatte contro di essa, sapevamo che aveva il suo bene oggi”.

Il Texas ha minacciato di rompere un pareggio a reti inviolate nel settimo. Corey Sieger ha fatto un passo, Jonah Heim è apparso nella selezione del campo, anche Nick Solak ha camminato. La visita di Blake ha calmato Cortes, che si è ripreso per colpire il piano terra per tenere i Rangers fuori dal tabellone.

“Sicuramente siamo arrivati ​​a un punto in cui ci siamo sentiti un po’ a disagio”, ha detto Blake, “sapere se ci è passato”. [eighth] inning, guardiamo a 115, 120 lanci. Confidavamo che sarebbe stato onesto con noi, come si sente, ma ad un certo punto dobbiamo prendere una decisione difficile”.

È così che continua “Legend of Nestor”, come ha detto all’inizio Boone, questo eroe barbuto che indossa con orgoglio una maglietta in stile Super Mario Bros. all’ingresso del club.

Cortes capisce perché è così facile per i suoi compagni di squadra e altri tifare per il 36° round della selezione di Seagull della Hialeah, Florida High School, che è andato dagli Oriols agli Yankees ai Marines prima di finire a New York. di nuovo – questa volta per restare.

“Tre anni, 18, 19 և 20, sono stati piuttosto crudeli per me”, ha detto Cortes. “Dopo le 20 ho scoperto alcune cose sul mio campo. Sapevo cosa dovevo essere. La palla veloce e il cutter erano due armi per me. “La posizione era ottima. La collisione di velluto mi ha anche aiutato a uscire”.

Il suo arsenale di divertimenti potrebbe essere retrospettivo (Lewis Tiant si considera un fan di Nasty Nestor, ma questa non è un’azione speculare fumosa e la sua media di 0,207 avversari è la terza migliore in AL.

“Gioco a baseball da quando avevo quattro anni”, ha detto Cortes. “Sento che questa è l’unica cosa che so fare. Ho abbandonato la scuola superiore; Non ho nulla su cui ripiegare, quindi l’avrei fatto il più possibile. “Fortunatamente, ha iniziato a spremere l’anno scorso. Spero di poter continuare a farlo”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.