Nella maggior parte delle città degli Stati Uniti, le case sono diventate ancora più costose e più difficili da acquistare

All’inizio di quest’anno, i prezzi delle case nelle principali città degli Stati Uniti sono aumentati di due cifre.

Secondo un rapporto della National Association of Realtors, il 70% delle 185 aree metropolitane ha registrato un aumento a due cifre dei prezzi medi delle case nel primo trimestre del 2022 rispetto all’anno precedente. Il numero di città con crescita a doppia cifra è sceso dal 94% nel secondo trimestre dello scorso anno al 78% nel terzo trimestre e al 66% alla fine dello scorso anno.

Ma all’inizio del 2022, i prezzi sono aumentati di nuovo in molti luoghi. Secondo il rapporto, il prezzo medio delle case negli Stati Uniti nel primo trimestre è stato di $ 368.200, ovvero il 15,7% in più rispetto allo scorso anno.

“I prezzi sono aumentati in tutto il paese per la maggior parte dei due anni, incluso il primo trimestre del 2022”, ha affermato Lawrence Yoon, capo economista di NAR. “Dato il titolo estremamente basso, è improbabile che i prezzi scendano, ma l’apprezzamento dovrebbe rallentare nei prossimi mesi”.

Yoon ha affermato che il lento apprezzamento sarebbe dovuto all’aumento dell’offerta di case in vendita e alla ridotta concorrenza degli “acquirenti” poiché l’aumento dei tassi ipotecari ha spinto alcuni potenziali proprietari di case fuori dal mercato.

“Mi aspetto un calo maggiore della domanda di alloggi, poiché i tassi dei mutui sono più dannosi per l’accessibilità economica”, ha aggiunto. “Non vi è alcuna indicazione che i prezzi cadranno presto”.

I maggiori aumenti annuali dei prezzi nel primo trimestre sono stati registrati nelle città di piccole e medie dimensioni, metà delle quali in Florida.

Il maggiore aumento dei prezzi nel primo trimestre è stato registrato a Punta Gorda, in Florida, i prezzi sono aumentati del 34,4%. È stato seguito da Okala, in Florida; Ogden, Utah; Lakeland և Winter Haven, Florida; Decatur, Alabama; Tampa և San Pietroburgo, Florida; Fort Collins, Colorado; Bradenton և Sarasota, Florida; Myrtle Beach, Carolina del Sud; և Salt Lake City, Utah.

“Tradizionalmente, le case in questi mercati erano considerate relativamente economiche, ma con le recenti tendenze migratorie, i prezzi sono aumentati in modo significativo”, ha affermato Yun. “In molte piccole città del terziario, gli aumenti dei prezzi stanno ora superando quelli dei mercati primari e secondari più costosi. “Ciò è dovuto agli acquirenti che cercano alloggi più economici, come risultato di maggiori opportunità di lavorare da casa, il che rende possibile il passaggio a mercati più piccoli”.

La metà delle dieci città più costose del paese si trova in California.

San Jose, in California, ha i prezzi delle case più alti del paese, con un prezzo medio di $ 1.875.000, in aumento del 25% rispetto a un anno fa. Gli successe San Francisco; Anaheim, California; Honolulu; San Diego; Boulder, Colorado; Los Angeles; Seattle; Napoli, Florida; da Denver, Colorado.

Poiché le scorte sono scese ai minimi storici nella prima metà di quest’anno e i prezzi delle case hanno continuato a salire costantemente, gli acquirenti si sono affrettati a concludere un accordo prima di aumentare i tassi sui mutui.

Secondo Freddie Mac, il tasso dei mutui a tasso fisso a 30 anni era in media del 3,11% all’inizio di quest’anno. A fine marzo era del 4,67%. Da allora è passato dal 5% և dovrebbe continuare a crescere quest’anno.

Con l’aumento dei prezzi delle case e dei tassi di interesse sui mutui più elevati, l’accessibilità è peggiorata in modo significativo nel primo trimestre.

Un tipico mutuo unifamiliare con un acconto del 20% è salito a $ 1.383 al mese, in aumento di $ 319 o 30% rispetto a un anno fa, secondo NAR. I pagamenti costituiscono anche la maggior parte del reddito familiare, con le famiglie che in genere spendono il 18,7% del proprio reddito in mutui, rispetto al 14,2% dell’anno prima.

“Ridurre la disponibilità è sempre la cosa più problematica per gli acquirenti per la prima volta che non hanno leva; continua a essere difficile per i potenziali acquirenti a reddito medio”, ha aggiunto Yoon.

Nell’analisi NAR, un mutuo è considerato inaccessibile se la rata mensile, inclusi gli interessi principali և, è superiore al 25% del reddito familiare. Il valore medio della casa di $ 368.200 non era disponibile per il tipico acquirente per la prima volta.

L’accessibilità significa che gli acquirenti per la prima volta spendono più del loro reddito per i pagamenti della casa rispetto ad altri acquirenti. Una tipica start-up ha una media di $ 313.000 nel primo trimestre, ha detto NAR. Gli acquirenti per la prima volta in genere spendono il 28,4% del reddito familiare in mutui, che supera la soglia di disponibilità.

All’inizio dell’anno, il reddito negli Stati Uniti per un tasso di interesse fisso a 30 anni con un acconto medio del 20% era di $ 66.365. Ma a seconda del prezzo medio nelle diverse aree, il prezzo di qualificazione può essere inferiore o notevolmente superiore.

A Youngstown, Ohio, ad esempio, un acquirente medio di una casa doveva guadagnare $ 240.250 all’anno per ottenere un mutuo. Allo stesso tempo, a San Jose, un acquirente deve guadagnare $ 341.107 all’anno per ottenere un mutuo ipotecario per acquistare una casa a un prezzo medio.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *