Musk ha annunciato che annullerà il divieto sul Twitter di Donald Trump

10 maggio (Reuters) – Il miliardario Elon Musk ha dichiarato martedì che avrebbe revocato il divieto di Twitter all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump quando ha acquistato la piattaforma di social media, che è ancora il segnale più luminoso dell’intenzione di Musk di dimettersi.

Musk, l’uomo più ricco del mondo, CEO del produttore di auto elettriche Tesla Inc. (TSLA.O), ha firmato un accordo da 44 miliardi di dollari per l’acquisto di Twitter Inc. (TWTR.N). Si è definito un “assolutista della libertà di parola”, ma ha fornito alcuni dettagli specifici sui suoi piani.

Musk dovrebbe diventare l’amministratore delegato ad interim di Twitter dopo la chiusura dell’accordo, ha riferito in precedenza Reuters, citando una fonte che ha familiarità con la questione. leggi di più

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

La questione della ripresa di Trump è stata vista come una cartina di tornasole di quanto lontano si spingerà Musk per apportare modifiche e se Trump stesso abbia detto che non tornerà.

Twitter, come altre piattaforme di social media negli Stati Uniti, ha vietato a vari individui di violare la sua politica di glorificare la disinformazione e la violenza.

Parlando a una conferenza del Financial Times, Musk ha aggiunto che Jack Dorsey, co-fondatore di Twitter, ritiene che i divieti permanenti dovrebbero essere “estremamente rari” riservati a bot o spammer. :

“I tweet di Bad dovrebbero essere cancellati o resi invisibili e una sospensione temporanea dell’account potrebbe essere appropriata”, ha affermato Musk. “Penso che i permologi stiano minando fondamentalmente la fiducia in Twitter come piazza cittadina in cui tutti possono esprimere le proprie opinioni”.

Musk ha affermato che la decisione di vietare Trump ha rafforzato le opinioni di Trump sulla destra politica e ha definito il divieto “moralmente sbagliato, decisamente stupido”.

La sospensione di Trump, che aveva più di 88 milioni di follower, ha messo a tacere il suo megafono principale pochi giorni prima che lasciasse l’incarico, a seguito di un lungo dibattito su come le società di social media dovrebbero moderare i conti di potenti leader mondiali.

Trump ha sospeso definitivamente Twitter subito dopo l’attacco al Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio 2021. Nella sua decisione, Twitter ha menzionato “il pericolo di provocare ulteriori violenze”.

Megan Square, ricercatrice senior in analisi dei dati presso il Southern Poverty Law Center, afferma che il blocco permanente o il deplatforming delle reti principali è una tattica di successo per ridurre la disponibilità di messaggi e comportamenti offensivi.

Musk ha confermato alcune delle restrizioni, dicendo lunedì a un funzionario dell’UE che la politica dell’UE era “esattamente in linea” con la sua stessa mentalità di controllo dei contenuti illegali. leggi di più

“TUTTO DOVREBBE ESSERE OVUNQUE”

I conservatori, che hanno accusato Twitter di San Francisco di pregiudizi contro le opinioni di destra, hanno accolto con favore la prospettiva di un ritorno sulla piattaforma di Trump.

“Trump dovrebbe essere ovunque può”, ha detto ai giornalisti il ​​senatore repubblicano Rick Scott quando gli è stato chiesto dei commenti di Musk. “Non dovremmo avere società di social media che impediscano alle persone di diffondere il loro messaggio”.

Il senatore repubblicano in pensione Roy Blunt è stato uno dei tanti repubblicani che hanno affermato di non avere opinioni sul ritorno di Trump su Twitter.

“Ma dubito che sia una buona decisione commerciale di (Muskie)”, ha detto Blunt con un sorriso.

I democratici affermano che la potenziale ripresa di Trump potrebbe rappresentare una minaccia per la democrazia, mentre alcuni sperano che Trump possa rompere con la sua base e candidarsi alle elezioni di medio termine di novembre, con i democratici che devono affrontare sfide difficili pur mantenendo la maggioranza in entrambe le camere del Congresso.

Twitter ha rifiutato di commentare.

Trump aveva precedentemente detto a Fox News che non sarebbe tornato su Twitter se consentito. leggi di più La sua app di social media, Truth Social, è stata lanciata nell’Apple App Store a fine febbraio.

Dopo un inizio lento, Trump ha aggiornato i suoi messaggi sulla nuova piattaforma circa 50 volte, principalmente per i suoi 2,7 milioni di follower nell’ultima settimana. Durante la sua presidenza, ha scritto una media di 18 tweet al giorno.

Nessun commento immediato da parte del portavoce di Trump.

La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha dichiarato martedì che il divieto di Twitter su Trump spettava alla società decidere. L’amministrazione Biden vuole che le piattaforme online proteggano la libertà di parola, ma anche per garantire che non siano forum di disinformazione, ha affermato.

Durante la conferenza, Musk ha affermato che l’accordo per acquisire Twitter “nel migliore dei casi” può essere completato in due o tre mesi.

All’inizio della giornata, le azioni di Twitter sono scese a un livello che indicava che il mercato azionario pensava che fosse improbabile che Musk avrebbe acquistato per $ 44 miliardi, come aveva inizialmente concordato. leggi di più

La decisione di Musk di acquistare Twitter ha preoccupato alcuni investitori di Tesla, mettendo sotto pressione le azioni Tesla. Martedì, Musk ha aggiunto che rimarrà alla Tesla “finché potrò essere utile”.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Relazione di Sheila Dang a Dallas; Rapporti aggiuntivi di Alexandra Ulmer, David Morgan, Eva Matthews, Jeff Mason, Nandita Bose, Greg Rumeliotis, Katie Paul e Peter Henderson A cura di Nick Zieminski և Leslie Adler

I nostri standard. Principi di Thomson Reuters Trust.

Leave a Comment

Your email address will not be published.