Mercati petroliferi tranquilli prima della tempesta

La prima settimana di maggio avrebbe potuto portarci il tanto atteso cambio di paradigma, ma i mercati stanno ancora valutando l’impatto del blocco cinese del COVID tra i test di massa a Pechino e la possibilità di un embargo europeo completo sul petrolio russo. Senza una chiara uscita per nessuno di loro, i future sul Brent sono rimasti limitati, chiudendo martedì a 106 dollari al barile.

Sullo sfondo di un indebolimento delle prospettive della domanda

Mentre è ampiamente previsto che l’OPEC + accetti un aumento mensile di 432.000 barili al giorno, il crescente divario di “realtà” tra gli obiettivi dichiarati del gruppo petrolifero sta diventando troppo ovvio per essere ignorato.

– Per marzo, per l’ultimo mese, per il quale sono disponibili i dati ufficiali dell’OPEC+, la discrepanza è aumentata di 1,45 milioni di barili al giorno; si prevede che aumenterà solo ad aprile, poiché la produzione russa è diminuita.

– L’Africa stessa è stata fonte di grattacapi poiché il blocco delle principali infrastrutture libiche riduce le forniture globali di circa 550.000 barili al giorno, mentre la Nigeria e l’Angola continuano a diminuire di fronte alla caduta dei terminal per cause di forza maggiore.

– Produzione IEA di 240 milioni di barili nei prossimi mesi. La domanda cinese scende a 1 milione di barili al giorno a causa del blocco del COVID, entrambi i quali hanno alleviato i problemi della domanda, tuttavia, la domanda deve tornare in estate, inasprindosi. potrebbe peggiorare di nuovo.

Motori di mercato

– Maggiore francese dell’energia Energie totali: (NYSE: TTE) ha annunciato che continuerà a fornire 17,5 milioni di CV/anno del progetto Yamal LNG, di cui detiene una partecipazione del 20%, difendendo i suoi interessi fondamentali in Russia.

– Maggiore petrolifero statunitense Shron (NYSE: CVX) ha aumentato il suo obiettivo di produzione per il Permiano del 15% rispetto al 2021, iniziando ad aspettarsi una produzione di 725.000 bar/giorno, pur mantenendo invariata la sua promessa di riacquisto di $ 10 miliardi.

– Portogallo Energia Galp: (ELI: GALP) starebbe considerando la vendita di attività a monte in una delle sue aree di produzione chiave, l’Angola, segnalando che la spinta alle energie rinnovabili sta diventando sempre più rilevante.

Martedì 3 maggio 2022

La Germania ha rifiutato l’embargo petrolifero russo. Alti funzionari del governo tedesco hanno confermato che Berlino sarà pronta a sostenere un divieto immediato delle importazioni di petrolio russo da parte dell’Unione Europea, o che il vertice UE di ieri non è riuscito a risolvere l’embargo sul blocco.

Il blocco della Libia sta spremendo le risorse. Il NOC libico ha avvertito i due governi in guerra che i rischi di immagazzinare alcuni prodotti libici avranno conseguenze a lungo termine. I gufi come il gufo Atifel richiedono un riscaldamento costante, altrimenti sono attaccati a serbatoi e tubi a causa dell’alto contenuto di cera.

Rocket attacca Rock Kurdish Refining. L’attentatore ha colpito poco dopo mezzogiorno davanti a una manifestazione nella capitale curda, Erbil, uccidendo almeno due persone e ferendone altre due.

Il Golfo del Messico americano vedrà una nuova esplosione di attività. BP (NYSE: BP) Argos և Shell (NYSE: SHEL) Le apparecchiature di produzione galleggiante Vito saranno commissionate nei prossimi mesi, che appariranno sulla piattaforma King Quay recentemente lanciata da Murphy Oil, aggiungendo circa 280.000 bar / giorno di nuova capacità produttiva. . Imparentato: La zona di scisto degli Stati Uniti deve affrontare molte sfide

Shale Pioneers rimane con i pagamenti. Diamondback Energy (NASDAQ: FANG) և Devon Energy (NYSE: DVN) ha aumentato i pagamenti dei dividendi mantenendo la produzione praticamente invariata, con la prima che ha raggiunto cinque volte il suo pagamento trimestrale nonostante le pressioni dell’amministrazione Biden.

Il calore senza precedenti sta aumentando la domanda di elettricità dell’India. Vedendo i mesi primaverili più caldi degli ultimi decenni, la domanda di elettricità dell’India ha raggiunto il record di 135 miliardi di kWh il mese scorso, causando interruzioni di corrente diffuse in tutto il paese poiché l’offerta è diminuita di 2,4 miliardi di unità.

La Russia vuole concludere l’ultimo accordo sul gasdotto africano. Il ministro del petrolio nigeriano Timipre Silva ha affermato che la Russia è interessata a investire nel lungo gasdotto Nigeria-Marocco, in discussione dal 2016, senza specificare se la rotta sarà via mare o via terra.

Miniere di carbone sudafricane alle prese con la logistica. Le compagnie minerarie in Sud Africa hanno presentato domanda ai porti per il trasporto di carbone a causa di interruzioni su larga scala nella rete ferroviaria del paese. Il carbone di Newcastle viene venduto a $ 320 per tonnellata, il prezzo è buono, anche se la ferrovia è quattro volte più economica.

I futures sul gas negli Stati Uniti salgono di nuovo sullo sfondo del peso del GNL. I prezzi del gas naturale negli Stati Uniti stanno aumentando di nuovo poiché il contratto di fornitura del 22 giugno ha superato gli 8 dollari per megabatt per il primo mese in mezzo alle crescenti esportazioni di gas nazionali, con una produzione in leggero calo a 92-93 miliardi di dollari cubi.

PEMEX sorprende con l’utile del primo trimestre. La compagnia petrolifera nazionale messicana PEMEX ha registrato un utile netto di $ 6,17 miliardi nel primo trimestre del 2022, compensando una perdita di $ 2 miliardi un anno prima, poiché l’aumento della produzione e l’aumento dei prezzi delle materie prime le hanno permesso di aumentare il suo debito finanziario totale da $ 109 miliardi a $ 108 miliardi di dollari.

Il governo britannico chiede all’industria petrolifera di reinvestire. Kwasi Quarteng, il ministro degli affari britannico, ha scritto una lettera alle società operanti nel Mare del Nord del Regno Unito per elaborare un piano chiaro per reinvestire i propri profitti nel Mare del Nord, mentre la maggioranza dell’opposizione sostiene tasse impreviste per i produttori di petrolio e gas.

La Mauritania attrae investitori per le licenze offshore. Utilizzando diverse scoperte di gas offshore di livello mondiale, come BP (NYSE: BP) 13 TCf Bir-Allah, la Mauritania ha richiesto 28 nuove unità offshore che circondano gli acri esistenti nel tentativo di attrarre investimenti nell’idrogeno verde per un’energia affidabile a basso costo. fornitura.

L’Ucraina resiste allo stoccaggio ristretto. Secondo i media, l’Ucraina dovrà affrontare una significativa carenza di scorte, poiché le scorte di grano e semi oleosi hanno già raggiunto il record di 21 milioni di tonnellate a causa delle limitate opportunità di esportazione, che hanno influenzato i prezzi agricoli in tutto il mondo.

Di Tom Cool per Oilprice.com

Letture migliori da Oilprice.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published.