Max Scherzer esce dall’inizio sinistro a causa del disagio con la vittoria di Metz su Cardz – New York Daily News

Una sensazione ansiosa di ansia o paura, o forse entrambe, si stabilì a City Field.

Max Scherzer si è ritirato dalla sua formazione titolare contro Albert Puyols nel sesto inning della vittoria per 11-4 di Messi sui Cardinals mercoledì sera. Scherzer ha lanciato due diapositive su Poohols, che lo ha costretto a staccarsi dalla presa.

I Greats hanno successivamente annunciato che Scherzer aveva lasciato il gioco “con disagio sul lato sinistro”. Giovedì, Ajlik sarà sottoposto a un esame di risonanza magnetica, ha detto il team. Scherzer in seguito disse di aver sentito un “formicolio” al fianco sinistro al sesto inning, ma non credeva che fosse troppa tensione. Sperava che l’infortunio fosse abbastanza precoce da non influenzare i suoi muscoli obliqui o intercostali, che si trovano nella gabbia toracica.

“Non ho mai avuto un infortunio al fianco sinistro prima”, ha detto Scherzer. “Quindi, quando l’ho sentito, sapevo semplicemente che non c’era modo di buttarlo via. Quindi esci da lì”.

Scherzer fece un cenno al Grande Bling, come per dire più volte: “Ho finito. Ho concluso: “Il tecnico Buck Schwalter, l’allenatore Jeremy Hefner ական Allenatore Tutti si sono avvicinati al campo. La partita è stata veloce. Scherzer ha lasciato il club con il suo allenatore ed è entrato nel club. Scherzer ha detto che” non aveva idea “se questo infortunio gli farà perdere il suo prossimo inizio, fare supposizioni o previsioni prima della sua risonanza magnetica giovedì mattina è stupido.

“Era un grande autovalutatore, sa che quando è a un punto in cui spinge di più, si trasformerà in qualcosa di serio”, ha detto Schwalter. “Spero che questo sia un indicatore. Non si farà del male».

Il veterano della curva a destra ha concesso due punti, uno guadagnato, su sette colpi senza camminare, con quattro colpi in 5.2 inning al suo ottavo inizio dell’anno contro i Cardinals. I Mets (25-14) hanno preso Scherzer quando ha lasciato il gioco, mettendo a segno un recupero di cinque punti all’ottavo inning grazie a un fuoricampo da tre punti di Pete Alonso. Quando i Mets hanno vinto per la decima volta del mese, l’umore e l’atmosfera al City Field hanno iniziato a salire.

Vincere tende ad essere una cura per l’ansia. Ma a seconda di quanto tempo impiegherà Sherz a lasciar andare, se è così, la pressione sui Greats per continuare a vincere, per adattarsi alla mentalità del prossimo giocatore, non farà che aumentare.

“Questa non è una squadra che cade dal cielo”, ha detto Schwalter, che di solito parla positivamente quando i Grandi affrontano sfide o vulnerabilità.

La rotazione inferiore a Jacob deGrom dei Mets ha sorpreso tutti all’inizio dell’anno, piazzando la quinta ERA più alta (3,28) nei campionati maggiori, il secondo miglior campionato nazionale dopo i Dodgers (2,59). Ma Scherzer (2.54 ERA) և Taylor Megil sono le ragioni principali del successo di quella rotazione anticipata. Con Megil nella lista indefinita degli infortunati con tendinite del bicipite destro և degrom (risposta da stress al mantello), che nella migliore delle ipotesi ritorna inaspettatamente entro la fine di giugno, le Amazzoni non possono permettersi di perdere Scherzer proprio quando hanno bisogno di lui, che lo farà salire alla formazione titolare. .

Il Gessato Express:

Settimanalmente:

I redattori sportivi di Daily News selezionano le storie dei migliori Yankees della settimana dai nostri pluripremiati editorialisti e scrittori. Consegnato alla tua casella di posta ogni mercoledì.

Nel breve tempo in cui Scherzer è stato nella sua nuova squadra, tutte e otto le stelle sono diventate rapidamente il leader veterano del Big Club. Il partner di rotazione Chris Basit cita spesso Scherzer come qualcuno su cui ha imparato a fare affidamento per migliorare il suo gioco. Scherzer può essere visto allenare giovani lanciatori nella Grande Metropolitana quando, ovviamente, non viene espulso dal gioco per discutere su palloni e calci. In pochi mesi Scherzer è diventato un membro chiave del Big Team 2022, che ha superato la NL East.

“È un bulldog”, ha detto Alonso Scherzer. “So che gli piace gareggiare, ma è molto intelligente. Se continuasse a spingere e ad andare avanti, penso che potrebbe succedere qualcosa di molto peggio. : Penso che abbia fatto la cosa giusta. “Voglio solo che si riprenda così possiamo averlo il più a lungo possibile”.

Scherzer, 37 anni, ha firmato un contratto triennale da 130 milioni di dollari con i Mets a dicembre, introducendo un nuovo toccante capitolo nell’era di Steve Cohen. Il valore medio annuo di Sherzer di $ 43 milioni (AAV) ha superato l’accordo di Gerrit Cole con gli Yankees (nove anni, $ 324 milioni) per il più grande contratto AAV nella storia della MLB.

Il tre volte vincitore di Cy Young և la futura Hall of Fame è appena stato rilasciato dalla All-Star Season dai Nationals և Dodgers և. Ha registrato un punteggio di 15-4, registrando la migliore 2,46 ERA della sua carriera con 236 successi, che è stata la quarta in MLB nel 2021 con 30 partenze. Quando ha firmato il quinto contratto più grande nella storia degli Adults, Scherzer ha trascorso la bassa stagione come membro del sottocomitato esecutivo della Players ‘Union, negoziando ferocemente con la Major League Baseball durante il blocco dei proprietari.

Ma il tempo trascorso da Scherzer a tavola non ha tolto la sua solita routine invernale. La sua mano destra si è alzata durante la stagione, apparendo nell’allenamento Big Spring davanti agli altri, facendo cinque inning al suo debutto primaverile. Durante l’ultima settimana delle partite dimostrative all’inizio di aprile, ha superato la rigidità della coscia, ma è stato in grado di fare il suo primo giro per evitare di perdere tempo in IL.

Il comportamento audace e competitivo di Shertzer è diventato un luogo comune tra la loro base di fan, motivo per cui è rimasto così sorpreso quando si è tirato fuori dal gioco. In effetti, mercoledì sera non era la prima volta che si spingeva in partenza. La sua capacità di autovalutarsi dopo 15 anni nelle major league è qualcosa su cui i Mets faranno affidamento quando decideranno come affrontare un infortunio al terzino sinistro.

“Faremo delle modifiche”, ha detto Schwalter. “Vorrei averlo. Se no, la stagione sta andando bene? Non ci sta aspettando. Chiedi a Jake. ”

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *