“L’Ucraina vincerà come l’Europa nel 1945”, ha detto Scholz in un discorso al WWE Day VE giorni

L’Ucraina sconfiggerà la Russia come la libertà ha sconfitto la dittatura nazista nel 1945, ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz in un discorso televisivo all’Europa nel 77° anniversario della sua vittoria, accusando Vladimir Putin di falsificare la storia.

Parlando alla televisione tedesca domenica alle 20:20 CET (19:20 BST), Scholz ha affermato che “l’eredità dell’8 maggio” del suo paese dovrebbe essere quella di garantire che non ci sarà mai un altro genocidio o tirannia. : In Europa.

“Sono profondamente convinto. “Putin non vincerà la guerra”, ha detto il politico di centrosinistra. “Vincerà l’Ucraina. “Libertà e sicurezza prevarranno, proprio come 77 anni fa libertà e sicurezza prevalevano sulla schiavitù, la violenza e la dittatura”.

Scholz afferma che “falsificare la storia è una disgrazia” da parte del presidente russo per equiparare la propria “guerra barbara aggressiva” alla lotta contro il nazionalsocialismo. “È nostro dovere dirlo chiaramente”, ha affermato nel suo discorso.

In una dichiarazione rilasciata dai leader tedeschi del dopoguerra tedesco l’8 maggio, Scholz ha ringraziato le forze alleate per aver sconfitto la Germania nazista e ha affermato che il suo paese aveva debiti sia con la Russia che con l’Ucraina, che avevano sofferto milioni nella seconda guerra mondiale.

Scholz ha ripetutamente affermato che la Germania sostiene gli sforzi di difesa dell’Ucraina, ma che le relazioni diplomatiche tra Berlino e Ki sono fredde. I diplomatici ucraini accusano il suo governo di coalizione di sinistra liberale di aver sospeso gli embarghi energetici russi e le forniture di equipaggiamento militare.

Allo stesso tempo, il cancelliere si è rallegrato dopo che il mese scorso al presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier, un ex alleato dei socialdemocratici (SPD), è stato detto che non poteva visitare i leader dell’Europa occidentale.

Iscriviti alla First Edition, la nostra newsletter giornaliera gratuita, ogni giorno lavorativo alle 7:00 BST

Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha dichiarato la scorsa settimana di aver contattato Steinmeier e di aver invitato Scholz a fare una visita simbolica nella capitale ucraina il 9 maggio. Il leader tedesco non ha dato alcuna istruzione domenica se avrebbe accettato o meno.

Dall’inizio della guerra alla fine di febbraio, diversi politici europei hanno visitato l’Ucraina, compreso il leader dell’opposizione parlamentare tedesca. Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha fatto una visita a sorpresa all’Irp domenica e la moglie del presidente degli Stati Uniti Jill Biden ha incontrato la First Lady dell’Ucraina Olena Zelenska durante una visita senza preavviso nell’ovest del Paese.

Il presidente del Bundestag Barbell Bass, come ha definito la visita “rompighiaccio”, è partito domenica per Ki per onorare la memoria delle vittime della seconda guerra mondiale, deponendo corone di fiori presso la tomba del milite ignoto con il suo omologo ucraino Ruslan. Stefanchuk – Presidente della Verkhovna Rada.

Vladimir Zelensky saluta Barbell Bass in Ki. Foto: A.P

“Questo giorno è speciale per me perché non è solo una commemorazione, ma un servizio alla riconciliazione”, ha affermato Bass, la cui presidenza nella legislatura tedesca è paragonabile a quella di un oratore in altri parlamenti.

Il politico dell’SPD ha affermato che la sua visita aveva lo scopo di commemorare tutte le vittime della seconda guerra mondiale in Ucraina, nonché in Russia, Polonia, Bielorussia, Stati baltici e altri paesi dell’Europa centrale e orientale.

Personaggi pubblici di Berlino, nel frattempo, si sono astenuti dal tenere manifestazioni per celebrare l’anniversario della resa della Germania nazista, temendo che il memoriale potesse essere utilizzato a fini di propaganda.

“La situazione è molto deprimente e qualsiasi commemorazione dovrebbe tenerne conto”, ha affermato il sindaco di Berlino Francesca Giffin, giustificando l’assenza dei suoi senatori durante la tradizionale cerimonia di deposizione delle corone al Treptower Park di epoca sovietica in città.

L’ambasciata russa nella capitale tedesca, che in precedenza ha ospitato l’evento, non ha annunciato i suoi piani quest’anno per motivi di sicurezza.

L’estradizione tedesca è tradizionalmente celebrata in Europa occidentale l’8 maggio, ma a causa dei fusi orari viene celebrata il 9 maggio in Russia, Bielorussia, Serbia e Israele.

Il senatore di Berlino Iris Spranger ha detto che la polizia cercherà di reprimere qualsiasi manifestazione pubblica a sostegno dell’invasione russa dell’Ucraina l’8-9 maggio, compreso il suono dei clacson durante i raduni.

La gente partecipa a una manifestazione filo-russa a Colonia
La gente partecipa a una manifestazione filo-russa a Colonia. Foto di Thilo Schmülgen / Reuters

Domenica circa 1.000 persone hanno preso parte a una manifestazione filo-russa sul lago Fulinger a Colonia, sventolando la bandiera rosso-bianco-blu della moderna repubblica russa, la bandiera rossa dell’ex Unione Sovietica.

L’esposizione di bandiere russe in prossimità di 15 monumenti commemorativi a Berlino è stata vietata.

La decisione della città di includere le bandiere ucraine nel divieto è stata ampiamente criticata dall’ambasciatore del paese in Germania. Andriy Melnik ha affermato che il divieto, che esclude l’esposizione della bandiera da parte dei diplomatici, “è uno schiaffo al popolo ucraino”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.