L’Ucraina fa pressione sui “traditori” che aiutano le truppe russe

Kharkiv, Ucraina (AP) – Victor era in uno stato di nervosismo quando guardie di sicurezza ucraine mascherate in tenuta antisommossa, mimetiche e armi hanno fatto irruzione nel suo appartamento disordinato nella città settentrionale di Kharkov. Gli tremavano le mani, cercava di coprirsi il viso.

Ucraina: un simbolo di morte.”

“Sì, sono stato molto favorevole (dell’invasione russa dell’Ucraina). Scusate. “Ho già cambiato idea”, ha detto Victor, la cui voce tremante ha mostrato chiari segni di coercizione alla presenza del personale di sicurezza ucraino.

“Prendi le tue cose e vestiti”, ha detto un agente prima di portarlo fuori dall’appartamento. La SBU non ha rivelato il cognome di Victor, citando la loro indagine.

Victor è stata una delle sole circa 400 persone nella regione di Kharkov ad essere arrestate in base alle leggi anti-cooperazione, che sono state rapidamente approvate dal parlamento ucraino e firmate dal presidente Vladimir Zelensky dopo l’invasione della Russia del 24 febbraio..

Gli autori rischiano fino a 15 anni di carcere per aver collaborato con le forze russe, negando pubblicamente l’aggressione russa o appoggiando Mosca. Chiunque le cui azioni portino alla morte può rischiare l’ergastolo.

“La responsabilità per la cooperazione è inevitabile, se accadrà domani o domani è un’altra questione”, ha detto Zelensky. “La cosa più importante è che la giustizia sia inevitabilmente stabilita”.

Sebbene il governo di Zelensk abbia un ampio sostegno, anche tra molti di lingua russa, non tutti gli ucraini si oppongono all’invasione. Il sostegno a Mosca è più diffuso tra alcuni residenti di lingua russa del distretto industriale orientale del Donbas. Il conflitto di otto anni tra le “truppe governative ucraine” dei separatisti appoggiati da Mosca ha ucciso più di 14.000 persone anche prima dell’invasione di quest’anno.

Miniatura del video di Youtube

Alcuni uomini d’affari, “funzionari statali” civili e militari sono tra coloro che sono passati dalla parte russa e l’Ufficio investigativo statale dell’Ucraina ha affermato che sono state archiviate più di 200 cause penali per cooperazione. Zelensky ha persino licenziato due generali della SBU, accusandoli di tradimento.

È in corso di compilazione un “registro dei collaboratori”, che sarà reso pubblico, ha affermato il capo del Consiglio di sicurezza dell’Ucraina Oleksy Danilov. Si è rifiutato di dire quante persone sono state prese di mira in tutto il paese.

In base alla legge marziale, le autorità hanno bandito 11 partiti politici filo-russi, incluso il più grande, con 25 seggi nel parlamento da 450 seggi, l’Opposition Life Platform, fondata dall’oligarca incarcerato Viktor Medvedev, che ha stretti legami con Putin. .

Le autorità affermano che attivisti filo-russi nell’Ucraina meridionale, dove infuriano i combattimenti, agiscono come osservatori per dirigere i bombardamenti.

“Uno dei nostri obiettivi principali è che nessuno pugnali alle spalle le nostre forze armate”, ha detto all’Associated Press Roman Dudin, capo della filiale SBU Kharkov. Ha parlato in un seminterrato buio, dove la SBU si è trasferita dopo aver sparato sul suo edificio nel centro di Kharkov.

La filiale di Kharkov arresta le persone che sostengono l’invasione, chiede la secessione e afferma che le forze ucraine stanno bombardando le loro città.

Le accuse di cooperazione con il nemico hanno una grande risonanza storica in Ucraina. Durante la seconda guerra mondiale, alcuni nella regione accolsero e persino collaborarono con le forze d’invasione della Germania nazista dopo anni di pressioni staliniane, tra cui l’Holodomor, una carestia provocata dall’uomo che avrebbe ucciso più di 3 milioni di ucraini. Anni dopo, le autorità sovietiche hanno citato la collaborazione di alcuni nazionalisti ucraini con i nazisti come motivo per demonizzare i leader ucraini ora democraticamente eletti.

Gli attivisti per i diritti umani lo sanno solo dopo l’adozione di nuove leggi sull'”arresto” di “dozzine” di attivisti filorussi a Kiev, ma non è chiaro quanti siano stati presi di mira in tutto il Paese, ha affermato Vladimir Yavorsky, coordinatore del Centro per le libertà civili in Ucraina. le più grandi organizzazioni per i diritti umani.

“Non ci sono dati completi sul paese (intero), poiché è classificato dalla SBU”, ha detto Jaworski all’AP.

“Le autorità ucraine stanno utilizzando attivamente la pratica dei paesi occidentali, in particolare il Regno Unito, che ha imposto severe restrizioni alle libertà civili nell’Irlanda del Nord dilaniata dalla guerra. “Alcune di queste restrizioni erano considerate ingiustificate dagli attivisti per i diritti umani, mentre altre erano giustificate quando la vita delle persone era in pericolo”, ha affermato.

In Ucraina, una persona può essere detenuta per un massimo di 30 giorni senza un ordine del tribunale, ha affermato, aggiungendo che la legge marziale ai sensi della legge marziale consente alle autorità di non dire agli avvocati della detenzione dei loro clienti.

“In effetti, quelle persone stanno scomparendo, non hanno accesso per 30 giorni”, ha detto Jaworski. “Infatti (le forze dell’ordine) hanno il diritto di prendere chiunque”.

Il governo conosce le conseguenze della detenzione delle persone a causa delle loro opinioni, incluso il fatto che può giocare con la linea di Mosca secondo cui Ki opprime i russofoni. Ma durante la guerra, secondo i funzionari, la libertà di parola era solo una parte dell’equazione.

“Il dibattito sull’equilibrio tra sicurezza nazionale e libertà di parola è infinito”, ha detto il ministro degli Esteri Dmitry Kuleba all’Associated Press.

Ravina Shamdasani, portavoce dell’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari, ha affermato che la sua agenzia ha documentato “casi di presunti arresti da parte delle forze dell’ordine ucraine che potrebbero contenere elementi di violazioni dei diritti umani” e stava perseguendo il governo ucraino.

Ha detto che il suo ufficio stava indagando su otto casi, che “sembrano essere le sparizioni di persone considerate” filo-russe “; forze dell’ordine և altri puniscono coloro sospettati di essere filo-russi,

Nella città di Bucha, che ora è un simbolo di orribili violenze in guerra, Il sindaco Anatoly Fedoruk ha affermato che i sostenitori hanno fornito agli occupanti i nomi e gli indirizzi di attivisti e funzionari filo-ucraini in una città vicino a Ki e che centinaia di civili sono stati colpiti alla schiena con le mani legate o i corpi bruciati dalle forze russe.

“Ho visto questi elenchi di esecuzioni dettate da traditori. “I russi sapevano in anticipo da chi stavano andando, a quale indirizzo e chi viveva lì”, ha detto Fedoruk, che ha visto il suo nome su un elenco. “Naturalmente, le autorità ucraine cercheranno e puniranno quelle persone”.

Nella città portuale assediata di Mariupol, i funzionari hanno accusato i sostenitori di aiutare i russi a tagliare l’elettricità, l’acqua corrente e il gas in gran parte della città.

“Ora capisco perfettamente perché i russi stavano colpendo tali obiettivi infrastrutturali in modo così preciso e sistematico. Conoscevo tutti i luoghi, anche i tempi in cui gli autobus per evacuare i rifugiati ucraini dovevano partire”, ha affermato il sindaco Vadim Boychenko.

Gli analisti politici affermano che l’incursione e la brutalità delle truppe russe contro i civili ha distratto molti sostenitori di Mosca. Tuttavia, molti di questi sostenitori sono rimasti.

“La propaganda russa è profondamente radicata e molte persone in Oriente che guardano i canali televisivi russi credono nelle assurde affermazioni secondo cui gli ucraini stanno sparando ad altri miti”, ha detto all’Associated Press Vladimir Fesenko del Penta Center. “Ovviamente, le autorità del sud-est dell’Ucraina temono di essere accoltellate alle spalle e devono rafforzare le misure di sicurezza”.

A differenza di Viktor, il cui appartamento è stato perquisito a Kharkov, l’86enne Vladimir Radnenko non è rimasto sorpreso quando sabato le forze di sicurezza ucraine sono arrivate per perquisire il suo appartamento dopo che suo figlio Ihor è stato arrestato. I militari affermano che il figlio era sospettato di aver aiutato i russi nei bombardamenti della città, alcuni dei quali sono avvenuti circa 15 minuti prima che gli ufficiali arrivassero vicino a Radnenko, puzzando di fumo. Almeno due persone sono state uccise e 19 sono rimaste ferite nella regione.

“È abituato a pensare che la Russia sia tutto ciò che c’è da fare”, ha detto Radnenko all’Associated Press dopo che gli ufficiali se ne sono andati. “Chiedo a lui. “Allora chi ci sta sparando?” Non siamo noi (il popolo), sono i tuoi fascisti. ” E si arrabbia solo per questo”.

—-

Carmanau riportato dalla città ucraina di Leopoli. Vasilisa Stepanenko e Jamie Keaton hanno contribuito a Kharkov.

—-

Segui la copertura CC della guerra in Ucraina: https://apnews.com/hub/russia-ukraine

Leave a Comment

Your email address will not be published.