L’insolita ondata di caldo in India rivela i limiti della protezione delle persone

Il venditore ambulante era rannicchiato sul marciapiede, lottando per riprendere fiato. Uno dei costruttori si mosse lentamente, facendo attenzione a non svenire. L’imbianchino era malato in casa, perdendo lo stipendio per diversi giorni.

Li ho incontrati tutti durante un viaggio di cronaca in India nell’estate del 2018. Sono andato a riferire sull’impatto del riscaldamento del pianeta che presto diventerà il paese più popoloso del mondo. Il caldo estremo, ho appreso, stava distruggendo la salute e i mezzi di sussistenza dei lavoratori poveri in India. E se le emissioni globali di gas serra continuassero ad aumentare, i modelli scientifici ci direbbero che la combinazione di calore e umidità potrebbe essere letteralmente insopportabile.

Quasi ogni anno da allora, l’India ha assistito a un drammatico aumento della temperatura. Tuttavia, quest’anno il caldo è implacabile in una vasta parte del Paese, pone una questione urgente. È anche possibile proteggere le persone da un caldo così estremo in futuro?

La temperatura media più alta di aprile è stata registrata nelle parti centro-settentrionali dell’India.

È passato più di un mese da quando la temperatura è aumentata nella maggior parte del paese (և il vicino Pakistan) ed è rimasta lì. La temperatura nella capitale Delhi la scorsa settimana ha superato i 46 gradi Celsius (114 gradi Fahrenheit). Il Bengala occidentale, situato nell’est fangoso del paese da cui proviene la mia famiglia, è una di quelle zone in cui la combinazione di calore e umidità può raggiungere un punto in cui il corpo umano è effettivamente in pericolo. Il limite teorico è la temperatura della “lampada bagnata” quando Il termometro è avvolto in un panno umido, tenendo conto del “calore” e dell'”umidità”. 35 gradi Celsius.

Il Dipartimento di meteorologia in Pakistan ha avvertito la scorsa settimana che le temperature elevate giornaliere erano di 5-8 gradi sopra il normale, che il rapido scioglimento della neve e del ghiaccio nel nord montuoso potrebbe causare l’esplosione dei laghi glaciali.

Quanto di questo caldo estremo può essere attribuito al cambiamento climatico? “Sta diventando un ‘problema vecchio stile'”, ha affermato Frederick Otto, leader nella scienza dell’attribuzione di eventi meteorologici estremi ai cambiamenti climatici, in un articolo pubblicato lunedì. L’aumento della temperatura media globale ha già intensificato le ondate di calore “molte volte più velocemente che in qualsiasi altro clima estremo”, conclude il quotidiano. Impara gli estremi. Personalizzare. Per quanto possibile.

Ho chiesto a Roxy Matthew Cole, climatologo del Pune Institute of Indian Tropical Aeronautics, cosa lo preoccupava di più. Ha detto che non ridurre le emissioni di gas serra, che porta ad un aumento della temperatura.

“Serve un intervento urgente. “L’azione per il clima e l’adattamento a livello locale dovrebbero probabilmente andare di pari passo con la mitigazione a livello globale”, ha affermato.

Pune non è calda come alcune altre città dell’India. Tuttavia, il figlio di Cole è tornato a casa da scuola con sintomi di colpo di calore qualche settimana fa. Ciò ha spinto Collie a convincere la scuola a consentire ai bambini di tornare a casa prima per evitare la temperatura massima.

È solo una scuola, ha detto. Dovrebbe esserci una politica governativa più ampia per guidare le scuole e i posti di lavoro in tutto il paese su cosa fare a temperature estreme. “Abbiamo abbastanza dati”, ha detto. “Le previsioni mostrano che la frequenza e l’intensità di queste ondate di calore aumenteranno, quindi dobbiamo agire immediatamente per sviluppare queste politiche. “L’India ha bisogno di una visione a lungo termine”.

La buona notizia è che le previsioni di temperatura sono migliorate. Le persone prestano attenzione agli allarmi precoci. Ha detto che il bilancio delle vittime per il caldo era diminuito. Ma non c’era sofferenza umana.

La scorsa settimana, i miei colleghi Harry Kumar և Mike Ives hanno riferito degli effetti a cascata del calore. Il raccolto di grano è stato danneggiato. La domanda di elettricità è aumentata, insieme alla domanda di carbone. La scorsa settimana, l’India ha sospeso i treni passeggeri per liberare le ferrovie dai treni a carbone per raggiungere le centrali elettriche a carbone. I politici discutevano su chi fosse la colpa della scarsa offerta.

L’altro giorno è scoppiato un incendio nella discarica della capitale, diffondendo fumi nocivi nel cielo nebbioso.

Lisipria Kangujam, un’attivista per il clima indiana di 10 anni, martedì mi ha detto che alcuni giorni non voleva nemmeno andare a scuola. Ci sono interruzioni di corrente durante il giorno, quindi le ventole si spengono. Poi c’è la strada per la casa con l’autobus annegato. È impossibile giocare all’aperto. “Molto difficile. “Sono costantemente disidratato, il che mi fa girare la testa”, ha detto.

La sua voce si alzò. Questo dopo essere stato costretto a rimanere a casa per due anni a causa dell’epidemia di coronavirus. “Finalmente siamo tornati a scuola. “Ora l’aumento della temperatura è un nuovo pericolo”, ha detto.

Durante il fine settimana, un cartografo ha rappresentato l’entità della sofferenza umana. Ha prodotto carta geografica: Una delle città più densamente popolate del mondo, sono dipinte di rosso arancio a causa della temperatura dell’aria. L’India è ricoperta dai cerchi rossi più grandi e più scuri.

Ho chiesto a Joshua Stevens, il creatore della mappa, il capo cartografo della NASA Earth, a quante persone potenzialmente obbedisce. Ha aggiunto i numeri che mi ha inviato un messaggio su Twitter questa mattina. Circa 99 milioni di persone vivono nelle 10 città più calde dell’India.

Ciò a cui sta assistendo l’India arriva dopo che la temperatura media è aumentata di circa 1 grado Celsius o 1,8 gradi Fahrenheit dall’inizio dell’era industriale, secondo un’analisi di Berkeley Earth.

Non sono affari dell’India. Le emissioni in atmosfera oggi provengono principalmente dagli Stati Uniti, dall’Europa e, negli ultimi 40 anni, principalmente dalla Cina.

Ma il percorso verso la curva delle emissioni globali dipende in gran parte da come cresce l’India. La sua economia è una delle più grandi al mondo e in pochi anni la popolazione dell’India dovrebbe diventare la più numerosa. Le sue emissioni aumenteranno sicuramente, ma la velocità con cui aumenteranno dipende dalla velocità con cui l’India potrà sbarazzarsi della combustione del carbone.

Secondo la traiettoria attuale, si prevede che la temperatura media in India aumenterà di 3,5 gradi Celsius entro la fine del secolo. Questo, ovviamente, porterà a un calore sempre peggiore.

Il riscaldamento globale è davvero un problema globale. Ma le persone più povere e deboli dell’India pagheranno sicuramente un prezzo molto alto.

Erba illegale. Per risparmiare acqua, Las Vegas vuole che i residenti adottino un paesaggio adatto al deserto. Così rompe i prati verdi.

Decenni di siccità. Il governo federale dovrebbe ritardare il rilascio di acqua da enormi bacini idrici lungo il fiume Colorado, che ora sono ai minimi storici.

Programma da 3,1 miliardi di dollari. Biden vuole introdurre batterie avanzate per le auto elettriche. Trovare i minerali giusti è una sfida.

Conflitto di carburante. Gli Stati Uniti vogliono ridurre la loro dipendenza dall’uranio russo. Ma la maggior parte dell’approvvigionamento interno è vicino alle terre native, dove le persone hanno paura della sua eredità tossica.

“Comportamento al fuoco estremo.” I forti venti continuano a provocare incendi boschivi nello stato del New Mexico. I residenti si stanno preparando per l’evacuazione.


È il momento della confessione di Veronica Highland, la fashion director della rivista Elle. Quando era un editore di moda a New York, scrive, il suo segreto preferito per lo “shopping” era il cassonetto in una piccola città del Massachusetts che occasionalmente portava alla luce tesori, tra cui una sciarpa Gucci del 1970 quasi, del sughero blu e una borsa Ferragamo. . Highland una volta si vergognava di parlarne, ma oggi, in un momento in cui i marchi del lusso e della moda devono pensare a come salvare i beni invenduti o riciclati, ha deciso che era ora di fare le pulizie.


Grazie per aver letto. Torneremo venerdì.

Manuela Andreoni, Claire O’Neill e Jesse Pesta hanno contribuito a Climate Forward.

Contattaci a airforward@nytimes.com. Leggiamo ogni messaggio e rispondiamo a molti.

Leave a Comment

Your email address will not be published.