L’industria delle criptovalute sarà controllata dalla CFTC, il suo regolatore preferito, con un nuovo disegno di legge

Quando si carica un’azione articolo del patto

Mentre i politici di Washington stanno discutendo su come controllare la criptovaluta, la nuova proposta bipartisan conquisterà il settore in rapida crescita, cedendo il potere alla Commodity Futures Trading Commission (CFTC), che è vista dall’industria come un regolatore più indulgente.

Il disegno di legge, presentato giovedì dal legislatore repubblicano Glen Thompson (Pa.), Tom Emmer (min.), il democratico Ro Hannah (California) e Darren Soto (Fla.), consentirà alle criptovalute di registrarsi presso la CFTC. . .

Per mesi, gli interessi di Crypto hanno fatto pressioni su un’agenzia relativamente piccola incaricata di regolamentare gli strumenti finanziari derivati ​​per controllare le risorse digitali. Lo vedono come un’opzione più amichevole rispetto alla Securities and Exchange Commission, dove il presidente Gary Gensler ha descritto l’industria delle criptovalute come piena di casi fraudolenti e aggressivi.

Gensler ha recentemente affermato che le criptovalute funzionano come le borse valori tradizionali, quindi “gli investitori dovrebbero essere protetti allo stesso modo” sotto il controllo della SEC. Il presidente della CFTC Rostin Behnam, nel frattempo, ha affermato che la sua agenzia è pronta ad espandere il proprio controllo sulla maggior parte del mercato delle risorse digitali da $ 2 trilioni. L’agenzia regola già i contratti futures su bitcoin, due criptovalute che insieme rappresentano più della metà del valore di mercato.

Al centro della questione c’è il modo in cui le autorità di regolamentazione federali classificano le risorse digitali. Gensler և Un certo numero di legislatori democratici che sono scettici nei confronti della tecnologia sostengono che la maggior parte delle criptovalute sono titoli efficaci, quindi gli emittenti dovrebbero registrarsi presso la SEC e offrire regolari divulgazioni pubbliche per informare gli investitori.

Alcuni dei leader nel settore delle criptovalute և sponsor del nuovo disegno di legge affermano che la maggior parte delle monete sono materie prime. “Se hai casi in cui queste criptovalute sono più simili all’oro o ai dollari o alle valute che ai titoli, dovrebbero essere trattate allo stesso modo”, ha detto Khanna. “E questo è tutto ciò che dice questo disegno di legge. “Quando hai il controllo strettamente disperso su una risorsa, dovrebbe essere regolato dalla CFTC”.

Altri suggeriscono un terzo approccio, sostenendo un regolatore nuovo di zecca. Il deputato Patrick T. McHenry (RNC), che presiederà la commissione per le finanze della Camera se i repubblicani assumeranno il controllo della Camera nelle elezioni suppletive, ha affermato che la risorsa digitale “non è né pesce né uccello”. “Non è né una merce né una sicurezza”, ha detto McHenry a Punchbowl News questa settimana. “Penso che dovresti avere un’altra area di regolamentazione delle risorse digitali che non sia né la SEC né la CFTC”. Coinbase, il più grande scambio di criptovalute negli Stati Uniti, ha lanciato la propria offerta lo scorso anno per creare una nuova criptovaluta.

Il dibattito sottolinea la misura in cui i responsabili politici iniziano da zero cercando di capire come inserire la tecnologia emergente in una struttura di regolamentazione finanziaria che risale a quasi un secolo fa. Il mese scorso, l’amministrazione Biden ha ordinato una revisione dell’approccio del governo alle criptovalute, obbligandolo a riferire su tutto, dalle conseguenze finanziarie ai rischi per la sicurezza nazionale. Il nuovo disegno di legge, chiamato Digital Commodity Exchange Act, è l’ultimo di una serie di approcci congressuali al controllo federale ed è ancora in fase di sviluppo.

Mentre l’industria è alle prese con controlli più severi a Washington, compete per creare una macchina politica di lobbying in grado di influenzare la produzione quadruplicando i costi di lobbying da $ 2,2 milioni nel 2018 a $ 9 milioni nel 2021, secondo il rapporto. Cittadino.

L’industria ha allenato nuovi muscoli nel dibattito sul suo controllo federale. I gruppi del settore delle criptovalute hanno applaudito giovedì all’ultimo disegno di legge. “C’è un crescente consenso a Washington sulla necessità del controllo federale dei mercati spot delle risorse digitali. Noi lo crediamo [bill] “Imposta un quadro intelligente per garantire la sicurezza di questi mercati”, ha affermato la Blockchain Association in una nota.

L’ex senatore Corey Gardner (R-Colon), ora chief policy officer del Crypto Council for Innovation, afferma che la legislazione che “promuove solide politiche crittografiche e crea nuove opportunità senza soffocare l’innovazione è un passo avanti”.

Ma Todd Phillips, direttore della corporate governance e corporate governance presso il Center for Liberal Analysis presso il Center for American Progress, ha affermato di non aver ancora letto il disegno di legge ed era scettico sul fatto che un cambio di controllo avrebbe portato a una minore applicazione.

“Direi che è probabile che la legislazione che autorizza la CFTC a controllare la maggior parte del mercato delle criptovalute sia regolamentare, rendendo la legge applicabile più debole di quanto non lo sia ora”, ha affermato. “Anche se la legge attuale non viene applicata”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.