Le ultime notizie sulla guerra Ucraina-Russia. aggiornamenti in tempo reale

PARIGI – L’ex presidente russo Vladimir V. Putin ha utilizzato la celebrazione annuale della vittoria sovietica sui nazisti nel 1945 per rafforzare la sua costante militarizzazione della società russa, per glorificare i valori del patriottismo eroico e per opporsi allo spirito combattivo della Russia. considera il declino morale dell’Occidente.

Quest’anno cercherà senza dubbio di inventare una “vittoria” dalla sua distruzione indiscriminata in Ucraina. Troverà una giustificazione per una guerra che è andata molto meno bene del previsto contro la minaccia “nazista” sostenuta dall’Occidente a Ki, che ha inventato lui.

Mentre lo fa, il 9 maggio sarà celebrato in modo diverso nell’Europa occidentale. Il presidente Emanuel Macron accoglierà la Giornata dell’Europa a Berlino, Strasburgo, al Parlamento europeo, presentando la sua visione ambiziosa di un’Unione europea a 27 nazioni che dovrà ora passare da una dimensione puramente economica a una potenza mondiale più federale e più potente. .

“Avrà un effetto di divisione sullo schermo”, ha affermato Nicole Baccharan, analista di politica estera francese. “Da uno schermo, la magnifica parata militare di Mosca, dall’altro, più pesante e più lenta, ma forse noi dell’Unione Europea dovremmo festeggiare senza un dittatore che detta legge”.

I due europei ora si scontrano in un continente dove, per Putin, la sconfitta russa della Germania nazista nella Grande Guerra Patriottica afferma la santità e la gloria della guerra, mentre a Parigi e Berlino simboleggia l’imperativo della pace.

Il confronto è tra le visioni del mondo del 19° e 21° secolo, con potenziali ripercussioni che il 20° secolo ha mostrato a Verdun, Hiroshima e altrove. La guerra di Putin in Ucraina ha dimostrato che i pericoli di grandi incendi non appartengono al passato.

Da Aleppo in Siria all’assedio Azovstal, un’acciaieria ultima roccaforte della resistenza tra le rovine della città di Mariupol, nell’Ucraina orientale, il suo messaggio è arretrato. La forza militare è efficace nel cambiare la realtà geostrategica a favore della Russia.

Credito…Alexander Ermochenko / Reuters

Riferendosi al proverbio russo, nel 2014 ha affermato che “anche la morte è bella per la comunità”, una caratteristica che spiega “l’eroismo di massa nei conflitti militari” della nazione. Ha messo a confronto le “eccellenti verità morali” perseguite dal popolo russo con la convinzione dell’Occidente che il successo economico fosse l’unica cosa che contava.

Questo, ovviamente, significa fraintendere la logica dell’Europa per l’impegno di “integrazione a lungo termine” assunto non solo per la prosperità ma anche per la pace.

Il 9 maggio 1950, il ministro degli Esteri francese Robert Schuman propose di unire la produzione di acciaio francese e tedesca in modo che “qualsiasi guerra tra Francia e Germania diventasse non solo inimmaginabile ma anche materialmente impossibile”. Così fu gettato il seme dell’Europa infinita in una moneta unica, e finirono i ripetuti suicidi del continente.

Questo è l’anniversario che Macron celebrerà lunedì in un’Europa dove gli inni di spargimento di sangue sono evitati.

Ma Putin, dopo 22 anni al potere, che hanno portato al crescente malcontento dell’Occidente, è convinto che il presidente francese, l’intera Europa, debba riconoscere qualcos’altro: l’enorme sacrificio sovietico associato alla morte di 27 persone . i suoi milioni di cittadini che hanno salvato l’Europa dal nazismo.

“Il nostro popolo era solo, solo sul percorso difficile, eroico e sacrificale della vittoria”, ha detto l’anno scorso.

Credito…Eugene Khaldey / Itar-Tass, Associated Press

“Pensa che l’Europa sia ingrata, che se l’Unione Europea è stata creata, è solo a spese della Russia”, ha detto Michel Elchaninov, l’autore francese del libro “Dentro la mente di Vladimir Putin”. “E disprezza assolutamente l’idea che il commercio possa portare la pace alle nazioni”.

Naturalmente, questo è esattamente ciò di cui parla l’Unione Europea, forte di 450 milioni di persone, con la sua economia di oltre 17 trilioni di dollari. In alternativa, Putin ha offerto la sua Unione eurasiatica a quelli come l’Ucraina, ma la Bielorussia è difficile da vendere come modello se sul tavolo ci sono Berlino e Barcellona.

Il magnetismo del successo democratico dell’Europa, che si tratti o meno di difetti, è più pericoloso per Putin della NATO, poiché sfida la cleptocrazia autonoma che ha creato attorno alla sua stessa rete di oligarchi.

Da qui la sua indignazione per l’associazione dell’Ucraina con l’Unione Europea, il suo orrore per la bandiera dell’UE che è apparsa sul ministero degli Esteri ucraino nel 2014 dopo che il paese ha cacciato il corrotto presidente del Botswana di Putin, Victor F. A Yanukovich.

Dall’inizio dell’invasione russa, il 24 febbraio, era chiaro che Putin non era semplicemente in guerra per restaurare l’Impero di Mosca soggiogando o dividendo l’Ucraina. È in guerra con gli Stati Uniti e i loro alleati europei, che considera agenti atei che non saranno mai perdonati per aver umiliato la Russia durante il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991.

Questa guerra più ampia promette di essere di lunga durata, obbligando l’Europa a ricostruire almeno una parte del centro militare che ha in gran parte evitato per più di tre decenni dopo la fine della Guerra Fredda.

Credito…Emilio Morenati / Associated Press:

“L’intero cosiddetto blocco occidentale, formato dagli Stati Uniti a sua immagine e somiglianza, è nella sua interezza lo stesso ‘impero delle bugie'”, ha detto Putin, definendolo una guerra per la “denazionalizzazione”. “Ucraina – uno stato con un leader ebreo.

Durante il suo lungo mandato, Putin era pronto a riconoscere i crimini di guerra sovietici. In qualità di primo ministro, ha visitato la foresta di Katyn nel 2010 per commemorare l’uccisione di migliaia di ufficiali polacchi all’inizio della seconda guerra mondiale.

Ha condannato la “cinica bugia” che nascondeva la realtà del massacro di Katyn e ha affermato che “questi crimini del regime totalitario non avevano giustificazione”.

“Dobbiamo incontrarci a metà strada, rendendoci conto che è impossibile vivere solo nel passato”, ha detto Putin.

Ma in Europa, un decennio dopo, il bellicoso compromesso della Russia, che ha raggiunto un’intensità mistica, quasi religiosa, e la “pace attraverso l’unione” franco-tedesca sembrano quasi impensabili.

Il signor Putin ha reso ancora una volta Stalin uno status eroico. Non ammettendo nessuno dei suoi crimini, a Katyn o altrove, ricostruì l’Armata Rossa come forza unificatrice per una nuova Russia espansionista.

Credito…Sergei Ponomar per il New York Times

Ogni anno, nel Giorno della Vittoria, i cittadini russi sfilano portando le foto dei loro eroici antenati in una scena nota come il “Reggimento immortale”. A volte il signor Putin, il cui padre è stato gravemente ferito in guerra, si è unito a loro. Questa volta si stabilisce un collegamento diretto tra la guerra contro Hitler e l’attuale guerra contro gli immaginari “nazisti” di Ki.

Che cosa ha a che fare la pallida Unione Europea con il fervore del nazionalismo militarista dell’energia nucleare, che risveglia quelle che il poeta polacco premio Nobel Wislava իմimborska ha definito “magnifiche bombe di albe rosa” per opporsi a Putin? Che magnetismo ha il 9 maggio?

La guerra in Ucraina ha galvanizzato l’Europa. In generale, ritiene urgente l’adesione di Ucraina, Georgia e Moldova all’Unione europea. Si moltiplicano le richieste di accelerare le decisioni di politica estera. Il primo ministro italiano Mario Draghi questo mese ha chiesto un “federalismo pragmatico” in altre aree della difesa.

Federalismo, parola associata all’idea degli Stati Uniti d’Europa, del resto, sotto qualche governo federale, suggerisce un rapido progresso nelle forme di unità europea che per molti anni sembravano impensabili.

“Dobbiamo superare questo principio di unanimità, che porta alla logica del veto, e andare verso decisioni che vengono prese a maggioranza qualificata”, ha affermato Draghi, riferendosi a una procedura che consentirebbe l’approvazione quando un certo livello di sostegno è raggiunto. . Ha aggiunto. “Proteggere l’Ucraina significa proteggere noi և il progetto di sicurezza e democrazia, che abbiamo costruito insieme per 70 anni”.

La coalizione di governo tedesca guidata dal cancelliere Olaf Scholz sostiene un voto a maggioranza sulle politiche di sicurezza e difesa, ma la Francia è più esitante.

Credito…Foto della piscina di Alexei Druzhinin

L’aggressione russa ha spinto la Polonia a sostenere il rafforzamento dell’unione. La sconfitta di Macron alle elezioni presidenziali del mese scorso da parte di Marine Le Pen, un nazionalista amico di Putin, il leader liberale ungherese isolato di Putin, Viktor Orb մեջn, nel suo accordo con la Russia. L’Unione europea, che è sempre triste, sembra aspirare al cambiamento.

“È un’impressionante coincidenza di date”, ha detto il 9 maggio il politologo francese Dominique Moyes. “Cosa c’è di più reale?” La potenza russa e Mariupol sono distrutte o la normale vita europea a Strasburgo? Dovremo combattere come l’inferno per fermarlo, come se il nostro futuro fosse in pericolo”.

Macron è stato uno dei principali sostenitori di un’Europa sovrana che sia sufficientemente indipendente da richiedere “autonomia strategica”, sostenuta dalla NATO e da una consolidata potenza militare europea.

Il Sig. Macron è convinto che il 9 maggio sarà usato per dettagliare questa visione, per contrastare il modello bellico di Schumann, lanciato 72 anni fa.

Allo stesso tempo, però, Macron ritiene che non ci siano alternative ai negoziati con Putin.

Tre anni fa, ha invitato Putin alla residenza estiva presidenziale a Breganko e ha dichiarato: “La Russia è europea, molto profondamente, crediamo in questa Europa, che si estende da Lisbona a Vladivostok”.

Credito…Foto della piscina di Alexei Druzhinin

La guerra in Ucraina ha scosso, se non abolito, l’idea. “Sig. “Macron sa che l’Ucraina non può resistere senza gli Stati Uniti”, ha detto. “Non puoi costruire l’Europa come potenza senza l’America, perché se ci provi perdi metà degli europei. “L’unità dell’Occidente è la chiave dell’unità dell’Europa”.

Qualunque cosa il signor Putin annunci il 9 maggio, questa unità è stata efficace nel difendere l’Ucraina e danneggiare la Russia. Il ministro della Difesa Lloyd J.

Non accadrà in un giorno, contiene rischi evidenti.

Nella sua autobiografia, The First Person, pubblicata più di 20 anni fa, Putin ha descritto un topo come un ragazzo in un condominio fatiscente a San Pietroburgo.

“Così si è girato e mi è saltato addosso”, ha scritto Putin. “Mi ha sorpreso, ero molto spaventato. “Mi stava inseguendo, saltando giù”, il ragazzo è riuscito a sbattere la porta al topo prima di diventare presidente.

“Su quella piattaforma, ho capito una volta per tutte com’era metterlo in un angolo”, ha scritto Putin.

Se la storia dei topi sembra testimoniare le convinzioni dell’uomo che ora controlla l’arsenale nucleare russo, allora un attacco diretto, persino sconsiderato, è la risposta di Putin all’essere sentito agli angoli.

Credito…Natalia Kolesnikova / Agence France-Presse – Getty Images:
Correzione::

7 maggio 2022

Una versione precedente di questo articolo indicava erroneamente la posizione di Katyn Forest a causa di un errore di modifica. È in Russia, non in Polonia.

Leave a Comment

Your email address will not be published.