Le prime reazioni degli uomini. Il prossimo film di Alex Garland è puro horror

Il regista di “Extermination” Garland accompagna il pubblico in un altro viaggio surreale, che è “intenso”, “opaco” o “impegnativo”, dicono i primi spettatori.

Il nuovo film di Alex Garland “Men” è stato mostrato ai giornalisti alla premiere del Festival di Cannes Quinzaine առաջ prima dell’uscita di A24 il 20 maggio և, ci sono le prime reazioni. Vedi sommario qui sotto.

Dopo aver messo in scena la serie di fantascienza FX “Devs”, Alex Garland torna nel regno dell’horror “Extermination” con il suo ultimo film.

La candidata all’Oscar Jesse Buckley interpreta Harper, una giovane vedova che affitta una casa per le vacanze appartata in una campagna britannica per il presunto suicidio di suo marito (Paapa Esiedo). Allo stesso tempo, non riesce a smettere di vedere la faccia di Rory Kinnear come ogni albergatore della città, inseguendo ogni sua mossa. Cosa significa tutto questo?

Sia che il feedback sia per evitare spoiler, è sicuramente sufficiente mordere qui per capire cosa riserva Garland.

“L’UOMO di Garland è un po’ come Malik, che attraversa l’ALBERO DELLA VITA VITA ROSSA. Non aspettarti una visione di fantascienza pesante, aspetta solo la visione: un’intensa svolta surreale nel tropo di Final Girl. Porterà a più domande che risposte, ma ci saranno molte teorie”, ha scritto Eric Cohn di IndieWire.

“Lo dirò per MEN semi-organizzato ma completamente intrigante di Alex Garland, che è molto più vicino all’assurdità di Anihilation di quanto potrebbe suggerire il suo titolo loquace. “Quasi allo stesso modo”, ha scritto David Ehrlich.

Il prossimo lungometraggio di A24 և Garland è un “film horror sul senso dell’orrore” o, più semplicemente, una “storia di fantasmi”, come ha detto il regista a Entertainment Weekly.

“Penso che un film come ‘Men’ sia correlato a un film come ‘Extermination'”, ha detto Garland a EW. “Parlano molto di come ti senti riguardo a qualcosa. “Uomini” è un film intestinale. Sono orgoglioso di Ex Machina, mi piace molto, ma è un film intellettuale. “Gli uomini non sono così, credo.”

Garland ha continuato. “Quando dico che è un film leggermente aggressivo, lo intendo. viene sullo spettatore. “A volte è un film sottile, c’è molto umorismo sciocco in esso, ma è anche un po’ un’offesa”.

Nell’intervista, ha assicurato che, secondo il titolo, il genere è davvero studiato in quello che gli spettatori chiamano un film horror folk surreale.

“Succede spesso, in modi diversi”, ha detto Garland. Ho solo pensato con “Uomini”. “Forse è solo che con gli Uomini, invece di correre sotto di esso, si trova in superficie.”

Ha aggiunto riguardo al film indipendente. “Ho poco più di 50 anni, il mio problema principale è sentirmi annoiato dal film. Mi sembra di sapere dove andrà, mi sembra di aver visto questa o quella sequenza di eventi che accadono un numero incredibile di volte. “Spero di poterlo fare un po'”.

Registrati: Restate sintonizzati per gli ultimi film: notiziari TV. Iscriviti alla nostra newsletter via e-mail qui.

Leave a Comment

Your email address will not be published.