Le azioni stanno aumentando mentre gli investitori ripagano la decisione della Fed

Le azioni statunitensi hanno oscillato in mezzo alla perdita di profitti dopo che la Federal Reserve ha annunciato di aver approvato un aumento di mezzo punto percentuale dei tassi di interesse.

L’S&P 500 è recentemente aumentato dello 0,6%, mentre il Dow Jones Industrial Average è aumentato dello 0,7%. Nasdaq Composite è avanti dello 0,2%.

I funzionari della Fed hanno annunciato l’aumento del tasso, così come i piani per iniziare a tagliare il portafoglio di asset da $ 9 trilioni della Banca centrale il mese prossimo, al termine di una riunione politica di due giorni mercoledì. Entrambi gli annunci erano in gran parte attesi.

Gli investitori sono ora alla ricerca di informazioni su come il presidente della Fed Jerome Powell intende guidare la Banca centrale fino al resto del previsto aumento dei tassi di interesse. Poiché le azioni e le obbligazioni sono state recentemente volatili, molti investitori temono che il ritmo con cui la Fed prevede di inasprire la politica monetaria stimolerà i mercati. Altri stanno combattendo i timori che la banca centrale, che sta aumentando rapidamente i tassi di interesse nel tentativo di frenare l’inflazione, possa inavvertitamente far precipitare l’economia in recessione.

Gli investitori avranno l’opportunità di conoscere il signor Powell mercoledì pomeriggio quando si rivolge ai giornalisti.

“Questo è il problema che stanno affrontando i mercati. Dove sta andando la Fed? La serie di aumenti del 5% o del 6% di questi tassi di interesse finirà davvero con il congelamento dell’economia?” ha detto Carsten Brzeski, ING Groepa:

Capo Mondiale della Macroricerca

L’economia statunitense rimane forte nonostante la contrazione nel primo trimestre di quest’anno, ha dichiarato mercoledì il segretario al Tesoro Janet Yellen al vertice del consiglio di amministrazione del Wall Street Journal a Londra.

Mercoledì le azioni dei beni voluttuari sono scese più nettamente sul mercato. Il gruppo è stato duramente colpito quest’anno poiché gli investitori con tassi di interesse più elevati evitano le società con rating più elevati. Amazon.com և Netflix ha perso più del 2% della sua quota di tecnologia.

Gli utili aziendali hanno anche aumentato la volatilità del mercato mercoledì.

Le azioni di Airbnb sono aumentate dell’1,7% dopo che la società ha dichiarato di aspettarsi di registrare il suo primo utile netto per l’intero anno quest’anno. Starbucks ha guadagnato il 7,7% dopo che la catena del caffè ha annunciato che i profitti e le vendite sono aumentati nell’ultimo trimestre.

Le azioni di Lyft sono diminuite del 33% dopo che la compagnia aerea ha annunciato l’intenzione di investire nel trimestre in corso per garantire una fornitura sufficiente di conducenti e per sviluppare la sua piattaforma di traffico, che spaventa gli investitori poiché i costi superano i profitti operativi.

Giovedì, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha affermato che è probabile che la Banca centrale aumenterà i tassi di interesse di mezzo punto percentuale in una riunione di maggio. Foto di Samuel Corum / Getty Images

Allo stesso tempo, i prezzi dei titoli di stato sono diminuiti, con il rendimento dei buoni del tesoro a 10 anni del 2,968%, rispetto al 2,957% di martedì. Rendimenti e prezzi delle obbligazioni si muovono in direzioni opposte.

Il mercato obbligazionario ha subito la peggiore flessione degli ultimi decenni, poiché gli investitori hanno dovuto far fronte all’aumento dell’inflazione e alla prospettiva di un forte aumento dei tassi di interesse da parte della Fed. Questo si è aggiunto alle turbolenze nel mercato azionario quest’anno.

Lunedì i trader hanno lavorato al piano della Borsa di New York.


Foto:

Spencer Platt/Getty Images

I prezzi del petrolio sono aumentati dopo che l’Unione Europea ha proposto un divieto di sei mesi sulle importazioni di materie prime russe e un divieto di importazione di prodotti petroliferi raffinati dalla Russia entro la fine dell’anno. L’ultimo greggio americano è salito del 5,6% a 108,19 dollari al barile.

L’aumento dei prezzi del petrolio ha rafforzato i titoli energetici. Il settore energetico dell’S&P 500 è cresciuto dell’1,5%.

Le azioni all’estero erano generalmente inferiori. Lo Stoxx Europe 600 continentale ha perso l’1,1%. L’Hang Seng di Hong Kong è sceso dell’1,1% e il Kospi sudcoreano dello 0,1%. I mercati della Cina continentale e del Giappone sono stati chiusi a causa delle festività.

Scrivi a Caitlin Ostrof a caitlin.ostroff@wsj.com և Akane Otani a akane.otani@wsj.com.

Come operano le aziende più grandi?

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *