Le azioni salgono, i rendimenti statunitensi scendono mentre i mercati aspettano che la Fed aumenti i tassi di interesse

NEW YORK / MILANO, 3 maggio (Reuters) – Il mercato azionario globale è salito martedì con il rendimento del Treasury USA a 10 anni sceso sotto il 3% poiché gli investitori sono rimasti cauti nell’anticipare che la Federal Reserve avrebbe alzato i tassi di interesse il più possibile. Un giorno dal 2000 per frenare l’inflazione.

Alimentando i timori sull’inflazione, i dati mostrano che la creazione di posti di lavoro negli Stati Uniti è a un livello record a marzo poiché la carenza di manodopera continua. Ciò suggerisce che i datori di lavoro potrebbero dover aumentare i salari, il che probabilmente farà aumentare i prezzi al consumo. leggi di più

Gli investitori si aspettano che la Fed tagli i tassi di interesse di mezzo punto percentuale mercoledì, descrivendo in dettaglio i piani per tagliare il suo bilancio di 8,9 trilioni di dollari. La Federal Reserve statunitense ha alzato il suo tasso di interesse politico di 25 punti base a marzo.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

I principali indici azionari sono aumentati in Europa, ma Wall Street ha registrato una crescita inferiore poiché i trader si sono preparati a una decisione più aggressiva da parte dei responsabili politici mercoledì.

“La Fed non si preoccuperà se questi prossimi tassi di interesse alla fine inizieranno a danneggiare la crescita e porteranno alla perdita di posti di lavoro, poiché l’economia è già su solide basi”, ha affermato Ed Moya, analista di mercato senior di OANDA.

L’indice MSCI Global (.MIWD00000PUS) è ​​aumentato dello 0,39% e l’indice paneuropeo STOXX 600 (.STOXX) è aumentato dello 0,53% il giorno dopo il crollo di Citigroup nei mercati nordici, nell’ordine di un ordine.

L’indice Dow Jones Industrial Average (.DJI) ha chiuso dello 0,2%, l’S&P 500 (.SPX) è aumentato dello 0,48% e il Nasdaq Composite (.IXIC) dello 0,22%.

“Possiamo far rimbalzare un gatto morto dopo la riunione della Fed se non è più violento di quanto temeva il mercato”, ha affermato Jimmy Chang, chief investment officer del Rockefeller Global Family Office. “Ma penso che sia una tendenza più ampia. È ancora molto attento al proprio capitale”.

Nove segmenti dell’S&P 500 sono aumentati, portando a un aumento del 2,87% dell’energia (.SPNY), mentre petrolio e gas (.SXEP) sono aumentati del 4,1% in Europa, guidando i mercati.

Durante la notte in Asia, la Reserve Bank of Australia ha alzato il suo tasso di interesse di riferimento di 25 punti base più del previsto, portando il dollaro austriaco all’1,3%, colpendo i titoli locali.

La Banca d’Inghilterra dovrebbe aumentare i tassi di interesse per la quarta volta consecutiva giovedì.

Le azioni asiatiche sono rimaste per lo più stabili durante la sessione di negoziazione delle festività di martedì, quando i mercati cinese e giapponese hanno chiuso. A Hong Kong, invece, le azioni di Alibaba (9988.HK) sono scese fino al 9% a causa delle preoccupazioni sullo status del suo fondatore miliardario Jack Mai.

I trader sono quotati al New York Mercantile Exchange (NYSE) a New York, USA, il 3 maggio 2022. REUTERS / Brendan McDermid

Secondo i media statali, le autorità cinesi hanno preso provvedimenti contro un uomo soprannominato Ma, che ha colpito duramente le azioni, ma ha compensato le perdite dopo che il rapporto è stato rivisto per chiarire che non è il fondatore dell’azienda. leggi di più

Il rendimento di riferimento del Bund tedesco a 10 anni è salito all’1%% per la prima volta dal 2015, prima di ritirarsi a causa del rialzo dei tassi di interesse USA-Regno Unito questa settimana.

Il rendimento dei titoli del tesoro a 10 anni è sceso di 1,5 punti base al 2,981%, dopo aver infranto lunedì la soglia chiave del 3% per la prima volta da dicembre 2018.

Il dollaro è sceso contro il paniere delle principali valute mentre gli investitori riflettevano sulla mossa prevista dalla federazione di aumentare i tassi di interesse dopo questa settimana.

Il tasso di cambio del dollaro, assicurato dall’acquisto di un bene rifugio a causa delle preoccupazioni per le prospettive economiche, è rimasto leggermente al di sotto del massimo degli ultimi due decenni ad aprile e l’euro si è stabilizzato al minimo degli ultimi cinque anni il mese scorso.

L’indice del dollaro è diminuito dello 0,106% e l’indice dell’euro dello 0,17% և si è attestato a 1,0522 dollari. Lo yen giapponese è cambiato poco a 130,16 rispetto al dollaro.

Il petrolio è scivolato poiché la domanda per i prolungati blocchi COVID della Cina ha superato il sostegno a un possibile embargo petrolifero europeo sulla Russia per la guerra in Ucraina.

I future sul greggio USA sono scesi di $ 2,76 a $ 102,41 al barile, mentre il Brent è sceso di $ 2,61 a $ 104,97 al barile.

Lunedì i prezzi del rame e dell’alluminio sono diminuiti drasticamente poiché i dati sulla produzione deboli di lunedì, l’aumento dei focolai di COVID-19 in Cina, hanno sollevato i timori di un allentamento della domanda di metalli.

L’oro si è rafforzato dopo un leggero calo del rendimento in dollari del tesoro, mentre gli investitori hanno notato un aumento aggressivo dei tassi di interesse da parte della Fed mercoledì.

I futures sull’oro USA sono aumentati dello 0,4% a $ 1870,60 l’oncia.

Bitcoin è sceso del 2,56% a $ 37.535,85.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Relazione di Herbert Lash, Relazione aggiuntiva di Danilo Masoni a Milano; A cura di Alexander Smith, Bernadette Baum e David Gregorio

I nostri standard. Principi di Thomson Reuters Trust.

Leave a Comment

Your email address will not be published.