Le app per la salute mentale come BetterHelp possono abusare dei dati degli utenti

Immagini dell'interfaccia BetterHelp: prenotazione della sessione, sessione video և condivisione del testo.:

BetterHelp consente agli utenti di connettersi con un terapista online, ma l’app ha un effetto non così stellare.
Immagine:: BetterHelp:

Nuovo report di Mozilla * Privacy non inclusa La guida all’acquisto ha rivelato alcune informazioni scioccanti su dozzine di integratori terapeutici sul mercato 32-28 presumibilmente utilizzano i dati dei clienti.

Un adulto su cinque negli Stati Uniti afferma che combatterà la malattia mentale entro il 2020 a: Istituto Nazionale di Salute MentaleSono 52,9 milioni di persone. La Mental Health Association ha trovato un risultato simile in loro Rapporto sulla salute mentale per l’America 2022In seguito è emerso che 27 milioni di adulti malati di mente negli Stati Uniti non erano stati curati per questo. Questo numero è alto: ci sono molte ragioni per cui le persone potrebbero non cercare la terapia.

“Alcuni individui possono evitare le cure per paura che altri che conoscono possano trovarsi in cerca di cure”, afferma Alisa Diss.Assistente presso la Columbia University School of Social Work– spiegato a Gizmodo via e-mail. “Altri individui potrebbero avere uno stigma interno o potrebbero avere paura di ammettere che stanno combattendo una malattia mentale e hanno bisogno di ulteriore supporto”. Davis in seguito ha citato le scarse interazioni con i precedenti terapeuti, la mancanza di professionisti della salute mentale e gli alti costi dell’assistenza sanitaria mentale come barriere aggiuntive per i cercatori di terapia.

Quando le app per la salute mentale come BetterHelp և Headspace sono arrivate sul mercato digitale, sono state un faro di speranza in un panorama altrimenti travagliato. Assistenza psicologica quando ne hai bisogno, a un costo relativamente basso, nell’intimità della tua stessa casa. Ma una bolla di integratori per la salute mentale può iniziare a scoppiare. riporta Axios che il boom della terapia digitale degli ultimi due anni, alimentato dall’esistenzialismo della prima epidemia di Covid-19, stia cominciando a preoccupare i professionisti del settore poiché le applicazioni potrebbero non essere in grado di soddisfare adeguatamente le esigenze dei loro clienti.

Se ciò non bastasse, Il nuovo rapporto di Mozilla contiene alcune informazioni offensive sulla sicurezza di questi integratori per la salute mentale. Mozilla * Privacy Not Included è una guida all’acquisto progettata per fornire ai consumatori և aziende informazioni specifiche su determinati prodotti, servizi e applicazioni. Nel loro rapporto su 32 domande di salute mentale, ne hanno elencate 28 come non conformi * Privacy non inclusa negli standard di sicurezza degli utenti. Questi standard vengono valutati.

  • Cosa fa l’azienda con i dati degli utenti?
  • Come può un utente controllare i propri dati?
  • Il precedente record dell’azienda per la protezione dei dati degli utenti և
  • In che modo l’azienda incontra Mozilla? Standard minimi di sicurezza.

L’elenco delle applicazioni analizzate da Mozilla è stratificato, dove quanto sopra è considerato “Non terribile”. mentre quelli all’interno erano etichettati come “Super Creepy”. Quattro applicazioni –Vaisa, Formatore per disturbo da stress post-traumatico, Spazio di testa:և: Lode– non è stata fornita alcuna etichetta di avvertimento. App contrassegnate in primo piano incluse piovereUn’app di chat per i sopravvissuti a violenze sessuali և i loro cari che potrebbero non proteggere l’identità degli utenti; Silenziosoun app di meditazione guidata che presumibilmente utilizza i tuoi dati per pubblicità mirata su altre piattaforme և Bibbia di Re Giacomo, un supplemento giornaliero di versetti biblici con la casa madre ombra. Alcune delle app che Mozilla ha trovato sospette, come Breathe, Think, Do with Sesame di Sesame Workshop, sono rivolte anche ai bambini.

“Le app di logopedia come Talkspace և BetterHelp ci preoccupano in quanto raccolgono molte informazioni personali in modo che gli utenti possano connettersi con il terapeuta”, ha detto Jen Kaltrider a Gizmodo via e-mail. Caltrider ha anche spiegato che BetterHelp indirizza gli utenti al modulo di accettazione prima che possano vedere qualsiasi tipo di informativa sulla privacy. “Dov’è [the questionnaire] i dati vanno? Si applica solo a Better Help? Con Google? Con altri?

BetterHelp, una delle applicazioni terapeutiche più utilizzate, è anche una delle applicazioni più basse dell’elenco e il suo record è il seguente: un po’ roccioso. È interessante notare che nel 2018 l’applicazione ha lanciato una campagna di marketing aggressiva, in cui piacciono le personalità di YouTube Shane Dawson, Philip De Franco և El Mills, sembrava un annuncio a pagamento per l’app. Alcuni di voi?I server che hanno scaricato l’app su questo comando di YouTube non erano soddisfatti del servizio e l’hanno scoperto BetterHelp: Termini di servizio dichiarato.

Non controlliamo la qualità dei servizi del Consulente և non decidiamo se il Consulente è autorizzato a fornire un servizio particolare, ad esempio se il Consulente è correttamente classificato o adatto a te … Accetti, confermi և riconosci di essere consapevole del fatto che i servizi del Consulente non sostituiscono completamente un esame faccia a faccia da parte di uno specialista abilitato abilitato և e/o una sessione.

BetterHelp: Termini և Contro:dizioni sono stati aggiornati poiché և non includono le sezioni citate.

“Sebbene alcune applicazioni per la salute mentale abbiano sviluppato una protezione dei dati sicura conforme all’HIPAA e ad altre leggi normative, molte applicazioni per la salute mentale non dispongono di questi sistemi”, afferma la DG. “Poiché le app per la salute mentale non sono regolamentate, può essere difficile per le persone sapere quali app sono protette per garantire che le loro informazioni personali rimangano al sicuro”.

Gli integratori per la salute mentale potrebbero aver tentato di colmare il divario tra “assistenza sanitaria mentale” per le persone con malattie mentali, ma nel frattempo alcuni sacrificato la protezione dei propri utenti և i propri dati. Poiché l’accesso alla salute mentale continua a essere un problema crescente negli Stati Uniti, potrebbe esserci un mondo in cui le app sono una soluzione, ma fino a quando non saranno adeguatamente regolamentate, dovrebbero essere trattate come nient’altro che supporto.

Leave a Comment

Your email address will not be published.