L’ascesa del figlio del leader ugandese suscita entusiasmo e preoccupazione

KAMPALA, Uganda – Le celebrazioni pubbliche che celebrano il figlio del leader ugandese hanno sollevato preoccupazioni sul fatto che si candidi alla presidenza da anni, apparentemente avendo cura di sostituire suo padre, il presidente Yower Musen, al potere dal 1986.

Tre eventi che hanno segnato il 48° compleanno del tenente generale Muhozi Kainerugaba si sono svolti nei giorni scorsi nella capitale, Kampala, con sostenitori che si sono radunati in altre parti del Paese dell’Africa orientale per rendere omaggio al loro futuro presidente.

L’ultimo evento, sabato del Ringraziamento, ha visto la partecipazione di centinaia di persone, inclusi alti funzionari governativi e militari.

Kaynerugas, che guida le forze armate ugandesi, è sempre più deciso nei suoi post su Twitter, dove menziona il suo desiderio di governare l’Uganda. Ha parlato di aumentare il budget sportivo a favore dei giovani, quando “prende il potere in questo paese”. E dice che annuncerà presto il suo programma politico.

“Il fatto che tutti coloro che hanno abusato di me ogni giorno ora stanno costringendo le persone a ingoiare le loro parole”, ha detto il 2 maggio, riferendosi ai recenti raduni in cui la folla indossava le sue magliette. Immagine

I fautori del suo caso hanno lavorato per rendere disponibile online la trascrizione effettiva di questa dichiarazione I fautori del suo caso hanno lavorato per rendere disponibile online la trascrizione effettiva di questa dichiarazione. Ma i leader dell’opposizione, i critici e altri che vogliono il cambiamento affermano che la sua ascesa al potere è nel paese dell’Africa orientale. alla regola ereditaria.

“Le celebrazioni per il compleanno di Kanerugaba dovrebbero essere viste come una presentazione ufficiale di ‘l’erede al trono ժ erede al trono dell’Uganda'”, ha scritto il critico Munini K. Mueller in una colonna del Daily Monitor locale. “Mousseni è entrato nel suo ultimo lungo viaggio per realizzare il suo sogno di cinquant’anni di stabilire un potere dinastico”, ha scritto.

Kainerugaba è anche soggetta a controllo legale. Poiché la legge ugandese vieta ai coscritti di partecipare agli affari del partito, alcuni sostengono che Kainerugaba abbia già attraversato il confine. Notano di aver umiliato gli altri ufficiali dell’esercito che hanno discusso la politica.

La scorsa settimana, l’avvocato dell’Uganda ha presentato una petizione alla Corte Costituzionale per dichiarare illegali le attività politiche di Kainerugaba. La petizione chiede anche che Kainerugaba sia perseguito per presunto tradimento, accusandolo di destabilizzare le sue attività.

Kanerugab si è unito all’esercito alla fine degli anni ’90, dicendo che la sua ascesa al vertice delle forze armate era controversa e che i critici lo chiamavano il “Progetto Muhoozi” per prepararlo alla presidenza.

Lo stesso Mussen e Kaynerugaba hanno negato le accuse, ma è probabile che effettuino il passaggio poiché Mousseni, 77 anni, sconta il suo ultimo mandato senza un successore in carica.

Mousseni non ha detto quando si sarebbe ritirato. Non ha rivali all’interno del Movimento di Resistenza Nazionale al potere, portando molti a credere che i militari possano avere voce in capitolo nella scelta del suo successore.

Molti degli eroi della guerra nella giungla, che pose fine ad anni di conflitto civile e all’inizio della presidenza di Mousseni, da allora sono morti o si sono ritirati dall’esercito, lasciando il potere nelle mani di giovani soldati che considerano Kainerugaba il loro capo.

Secondo gli osservatori, Kaynerugaba, la spina dorsale dell’apparato di sicurezza personale di suo padre, è ora de facto il capo dell’esercito, i cui alleati sono strategicamente schierati in tutti i servizi di sicurezza.

I sostenitori di Kanerugaba lo descrivono come un devoto ufficiale militare che spesso evita di mostrare potere e ricchezza. Ha frequentato scuole militari negli Stati Uniti e in Gran Bretagna prima di entrare a far parte della Guardia Presidenziale, che da allora si è espansa in un gruppo di forze speciali d’élite.

L’uomo silenzioso, Kainerugaba, manca del carisma pubblico di Mousseni, uno stile popolare che ha parzialmente mantenuto il potere negoziando con i suoi rivali politici e persino persuadendo alcuni a servire nel suo governo.

Nell’area della sicurezza regionale, l’alleato degli Stati Uniti Mousseni è spesso accreditato di aver portato relativa pace e sicurezza in Uganda. Negli ultimi anni, tuttavia, ha dovuto affrontare crescenti critiche nei confronti dei sostenitori dell’opposizione per aver violato i loro diritti.

Bobby Wine, il famoso cantante che ha sfidato Mousseni alle elezioni dello scorso anno, accusa di tortura gli agenti di sicurezza di Kanerugaba. Wayne, il cui vero nome è Kyagulanyi Ssentamu, ha ripetutamente esortato gli Stati Uniti a ridurre il loro sostegno all’esercito ugandese.

Alcuni analisti affermano che è improbabile che Mousseni si ritiri, ma potrebbe usare il resto dei suoi anni per aprire la strada a Kanerugaba per sostituirlo.

Le prossime elezioni presidenziali in Uganda si svolgeranno nel 2026.

“Se la presidenza di Kaynerugaba non è inevitabile, potrebbe creare una ‘massa critica di sostegno’ tra soldati e uomini d’affari per prendere il potere”, ha affermato Nicholas Sengoba, un analista politico con sede a Kampala. sperimentando con l’acqua”, come Mousseni misura il governo della famiglia e il sostegno pubblico.

“Il figlio aiuta il padre a unirsi”, ha detto. “Il padre sta aiutando suo figlio ora perché è lui al comando”.

———

Questa storia è stata corretta per mostrare che Mousseni ha 77 anni.

Leave a Comment

Your email address will not be published.