L’accusatore ha testimoniato durante il processo a Mario Batali nel caso di molestie sessuali. NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA:

Il famoso chef Mario Batalin al Boston City Court lunedì, primo giorno del processo.

Steven Sen / AP


nascondi titolo

abilita titolo:

Steven Sen / AP


Il famoso chef Mario Batalin al Boston City Court lunedì, primo giorno del processo.

Steven Sen / AP

Il caso di molestie sessuali di Mario Batali è stato aperto lunedì in un tribunale di Boston, in cui il suo pubblico ministero ha descritto come fosse “scioccato, sorpreso e preoccupato” quando un famoso chef lo baciò in modo aggressivo e lo accarezzò mentre si faceva un selfie in un ristorante nel 2017.

Una dipendente di 32 anni di una società di software di Boston ha detto di sentirsi confusa e impotente a fare qualsiasi cosa per fermare Batali.

“È successo tutto così in fretta, è successo tutto il tempo”, ha testimoniato la donna durante il processo, ripreso martedì al Boston City Court. “Semplicemente molto toccante.”

Ha detto che si vergognava di vedere altre donne andare avanti per condividere incontri simili con Batali.

“Questo è successo a me, questa è la mia vita”, ha risposto la donna quando i pubblici ministeri le hanno chiesto perché avesse parlato. “Voglio essere in grado di controllare ciò che è successo, dire la mia e che tutti siano ritenuti responsabili delle proprie azioni”.

Ma l’avvocato di Batali, Anthony Fuller, ha cercato di screditarlo, sostenendo che non era mai stato aggredito.

Il famoso chef Mario Batali mette le cose in tavola nell’aula del tribunale di Boston City lunedì il primo giorno del processo.

Steven Sen / AP


nascondi titolo

abilita titolo:

Steven Sen / AP


Il famoso chef Mario Batali mette le cose in tavola nell’aula del tribunale di Boston City lunedì il primo giorno del processo.

Steven Sen / AP

Ha detto che l’attore ha un motivo finanziario per mentire perché sta chiedendo più di $ 50.000 di danni a Batali in una causa civile separata pendente presso il tribunale distrettuale di Suffolk di Boston.

“Non ha ragione”, ha detto Fuller. “Lo fanno per soldi e divertimento.”

Durante il controinterrogatorio ha presentato i bilanci dai quali risultava che la donna aveva mangiato a Eataly, nel mercato italiano di Batali, dove un tempo aveva una partecipazione nell’immobile settimane dopo l’incontro, e continuava a sponsorizzare il bar di Boston dove si sarebbe verificato il presunto attentato. ha avuto luogo.

“Vai al ristorante del ragazzo che pensi ti abbia brutalmente aggredito.” Egli ha detto. “Non ha senso.”

La donna ha detto che non ricordava di essere andata a Eatali, insistendo sul fatto che non stava parlando di guadagno finanziario. Spinse bruscamente Fuller a chiedersi perché nessuna delle tante foto scattate con Batali quella notte mostrava il presunto attacco.

La donna ha detto che le foto sono state tutte scattate relativamente da vicino, non hanno mostrato Batali, che, secondo lei, era visibilmente ubriaco, ha afferrato i suoi effetti personali, gli ha toccato il viso o addirittura si è messo la lingua nell’orecchio. Ha detto che in seguito lo ha invitato nella sua camera d’albergo, cosa che ha rifiutato.

“Non ero così sconvolto prima”, ha detto la donna. “Spremere la mia vagina per avvicinarla a me sembra il solito modo per catturare qualcuno.”

Ma Fuller ha insistito sul fatto che l’accusatore non era un testimone credibile. Ha lucidato la sua ultima confessione che ha cercato di evitare il servizio di giurati, sostenendo di essere chiaroveggente. In quel caso era accusato di aver violato gli ordini del giudice, di essere vigile, di non discutere il caso con altri. In tribunale lunedì, tuttavia, ha insistito sul fatto di poter prevedere eventi importanti prima che “in una certa misura” si verificassero.

Il processo è stato aggiornato lunedì dopo che Batali ha rinunciato bruscamente al suo diritto a un processo con giuria e il giudice si è pronunciato a suo favore.

Batali, che si è dichiarato non colpevole di aggressioni o violenze indecenti nel 2019, potrebbe rischiare fino a 2 anni e mezzo di carcere e, in caso di condanna, essere obbligato a registrarsi come molestatore sessuale.

Il famoso chef Mario Batali sarà ascoltato lunedì al tribunale di Boston, il primo giorno del processo.

Steven Sen / AP


nascondi titolo

abilita titolo:

Steven Sen / AP


Il famoso chef Mario Batali sarà ascoltato lunedì al tribunale di Boston, il primo giorno del processo.

Steven Sen / AP

Batali è tra una serie di uomini di alto rango che negli ultimi anni hanno affrontato una risposta pubblica al movimento sociale #MeToo contro le molestie sessuali.

Il 61enne una volta ha recitato in programmi di Food Network come Molto Mario e Iron Chef America. Ma la carriera di alto livello di una persona con la coda arancione è crollata a causa di accuse di cattiva condotta sessuale.

Quattro donne lo hanno accusato di toccare in modo improprio nel 2017, dopo di che ha lasciato le sue attività quotidiane nel suo impero di ristoranti e ha lasciato lo spettacolo culinario della ABC “The Chew”, che da allora è stato interrotto.

Batali si è scusato, ammettendo che le accuse “coincidevano” con il suo modo di lavorare.

“Ho fatto molti errori”, ha detto in un bollettino di posta elettronica in quel momento. “Il mio comportamento era sbagliato, non ci sono scuse, mi assumo la piena responsabilità”.

L’anno scorso, Batal, il suo socio in affari e la loro società di ristoranti di New York City hanno accettato di pagare $ 600.000 per risolvere un’indagine di quattro anni dell’Ufficio del procuratore generale di New York sulle accuse secondo cui Batal e altri dipendenti hanno aggredito sessualmente i dipendenti.

A Boston ha aperto il centro cittadino Eataly և Babbo Pizzeria e Enoteca vicino al porto della città. Batali è stato acquistato dalla sua partecipazione in Eataly և Ristorante Babbo chiuso.

Leave a Comment

Your email address will not be published.