La valanga ha schiacciato i predatori:

C’è un concetto nel wrestling professionale noto come torneo di squash. No, questo non significa bombardare il tuo avversario con un carrello di verdure fresche. Questo è quando un wrestler, che la compagnia vuole ritrarre come una forza particolarmente forte o inarrestabile, viene giocato in TV in modo anonimo, spesso contro talenti indipendenti (“boss”), dove accetta tutti gli insulti nel tentativo di guardare. il più terribile possibile, dominante in previsione di imminenti incontri più grandi.

La zucca si è guadagnata un po’ di stigma, specialmente all’età dei fan intelligenti del wrestling. È visto come un esercizio prevedibile e trasparente che trascorre il tempo negli spettacoli senza dare cose buone. Ovviamente, scavare negli archivi rivela alcuni combattimenti di squash davvero imbarazzanti con lottatori che non sarebbero mai diventati delle star (per favore fammi un favore, dai un’occhiata a Mantaur). Ma con moderazione, tendo a piacermi. Penso che ci sia tanta abilità artistica nel far sembrare un gioco irregolare quanto nel creare un emozionante avanti e indietro, և a volte al cervello della mia piccola lucertola piace solo vedere un grande uomo forte boom boom su dilettanti impreparati. Questo è tutto:

https://www.youtube.com/watch?v=AEopUQ9QBTY:

Quello che sto dicendo è che la prevedibilità non deve essere un sinonimo noioso; le azioni devianti non precludono sempre l’intrattenimento. Il che mi porta al primo round di Gara 1 tra i Nashville Predators ad Avalanche, in Colorado, martedì. Solo i numeri dicono molto. L’Avs è entrato nel primo tempo 5-0, triplicando i Pred con i tiri. Ma il cavallo con cui Colorado è uscito con una sorta di inevitabile fiducia, senza mai urtare un ostacolo sulla loro vistosa vittoria, mi ha ricordato le dinamiche esatte di una partita di squash. I Predator sono diventati posti di lavoro, mentre gli Avs si sono venduti come la squadra che si vuole vedere alla sfida del titolo.

È iniziato con due gol nei primi tre minuti. Incontrando il portiere di riserva David Ritchie a causa dell’infortunio del giocatore chiave Jose Saros, gli Avs hanno subito messo pressione sulla rete inefficace, aprendo le marcature per Nathan McKinnon con una serie di assist. Prima ancora che il pubblico potesse sedersi, John Tous ha fatto irruzione in rete, segnando il punteggio di 2-0. Poi, quando l’azione è diventata silenziosa, una svolta assolutamente brutale a Nashville ha aperto le porte ad Andrew Cogliano durante un gioco di potere. Kyle Makar, che è il migliore, ha mostrato il quarto brillante gioco individuale (che merita una propria connessione): E poi Arthur Lehkonen ha colpito una quantità assurda di spazio pericoloso, non ha colpito la fine. Sono cinque gol in meno di 13 minuti se sei indietro.

https://www.youtube.com/watch?v=tctplqBE9P4:

Guardare il resto di questo nei tempi supplementari dei “Rangers” dei Penguins sarebbe uno svantaggio, ma c’è un motivo per cui le partite di squash durano 60 minuti. . Il risultato è stato deciso in questa sezione, lasciando solo la domanda su quale sarebbe stato effettivamente il punteggio finale. Finì 7-2 quando gli Avs scivolarono, lasciando i Pred rossi con un enorme gap di capacità sul ghiaccio.

“Eravamo un po’ paralizzati lì in piedi”, ha detto l’attaccante dei Predators Matt Duchenne. “Voglio dire, è peggio che possiamo giocare proprio lì”.

Ne abbiamo parlato prima, ma Avalanche ha costantemente messo in scena uno spettacolo elettrizzante e martedì è stata una vacanza perfetta per i grandi favoriti dell’Occidente, che quest’anno hanno segnato 3,8 gol a partita, concedendo solo 2,86. Tutti i loro fuoriclasse, da MacKinnon a Makar, hanno trovato un modo per contribuire a questo spettacolo, e vederli collezionare tutti mi lascia con la stessa riverenza di cui ho goduto quando il due volte campione Lightning ha effettivamente vinto diverse volte. anni fa. Questo è probabilmente il massimo che una squadra di hockey può avere sul libro paga, anche se un pareggio per 5-0 in 20 minuti non ti dà molti incentivi per rimanere sull’onda, soprattutto quando si svolgono partite più competitive contemporaneamente. quello che mi è rimasto in mattinata, anche più del tanto atteso vincitore di Eugene Malkin. Le ore extra vanno e vengono. Le esibizioni di Avsi sono molto più rare.

“Abbiamo giocato come volevamo”, ha detto l’allenatore di Avalanche Jared Bednar dopo la partita. “Abbiamo usato la nostra velocità, abbiamo colpito velocemente, i ragazzi hanno previsto bene, siamo stati aggressivi, abbiamo difeso bene”.

Tuttavia, c’è solo un problema: è l’ovvia differenza tra wrestling e sport reali. Il ragazzo che vince lo squash non può semplicemente iscriversi all’evento principale. Un anno fa, quando gli Avs persero 2-0 contro i St. Louis Blues al primo turno, era quasi impossibile immaginare la loro sconfitta. Quando hanno battuto Vegas in Gara 2, la loro sesta vittoria consecutiva ai playoff, mi sono chiesto quanto potesse essere alto il loro tetto.

E poi è stata l’ultima partita che hanno vinto tutto l’anno. Vegas ha scioccato i vincitori della Presidential Cup quattro volte di seguito, dopo una serie di sei, interrompendo bruscamente la stagione degli Avs, costringendoli a riprovare questa volta. Quindi questa corsa di Avs non è un capitolo chiaro della storia, ma un lavoro instabile che, nonostante tutte le sue vertiginose altezze, non sarà mai a più di quattro errori da un fallimento schiacciante. Non importa quanto in modo impressionante il Colorado continui a battere i suoi avversari, la minaccia che una squadra che vince brutta o fortunatamente possa fargli sfuggire tutto raggiungerà la sua sedicesima vittoria. Per ora, però, a meno che non diventi legalmente pericoloso, la bellezza di Avalanche vale la sua fine.

Leave a Comment

Your email address will not be published.