La tua nuova casa di riposo può essere uno yacht

Jeff Farshman, 72 anni, del Delaware, è un incrociatore in pensione che trascorre mesi in mare.

Jeff Farshman

Per quasi due decenni, Jeff Farshman, 72 anni, ha trascorso i suoi anni d’oro, come molti altri pensionati avventurosi, godendosi piacevoli viaggi in porti esotici.

Ma a differenza di molti dei suoi viaggi, Farshman vive principalmente in mare. Trascorre mesi, se non di più, viaggiando per gli oceani del mondo via acqua. Sebbene mantenga ancora una casa fisica nel Delaware, dove è cresciuto, Farshman fa ora parte di un gruppo crescente di anziani che si stanno letteralmente “ritirando” sulle navi da crociera.

“Epidemie a parte, cammino da sette a otto mesi all’anno”, ha detto Farshman. “Sono un viaggiatore del mondo, un ricercatore, la navigazione mi ha letteralmente permesso di vedere l’intero pianeta.”

Altro dalle finanze personali.
Ecco come acquistare un nuovo abbigliamento da lavoro con un budget limitato
Questi sono i posti migliori – peggiori negli Stati Uniti per morire
Assicurati di gestire questo rischio mentre ti avvicini alla pensione

Vivere su una nave non era esattamente ciò che intendeva Farshman quando iniziò a navigare. Ma l’ex vicepresidente della Lockheed Martin si è ritrovato in un viaggio regolare attraverso i Caraibi quando l’uragano Ivan ha colpito nel 2004.

“Stavo solo continuando a prolungare il mio tempo sulla nave poiché la tempesta ha interrotto i miei piani invernali iniziali”, ha spiegato. “Alla fine ho completato sei viaggi di fila.”

Quasi 20 anni dopo, Farshman sta organizzando la sua vita intorno al mare, mantenendo le sue coste il più corte possibile. Detto questo, come ogni altra nave da crociera, i “Marine Retirees” sono riapparsi sulla terraferma durante la maggior parte dell’epidemia di coronavirus quando i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno chiuso tutta la navigazione dai porti statunitensi.

Per Farshman, ciò significava 19 mesi, compreso l’inverno, senza navigazione, il periodo più lungo sulla costa in quasi due decenni. Ma quando le linee principali hanno confermato le chiare cartelle cliniche del Covid, gli incrociatori seriali sono stati i primi a tornare sulla nave. Indipendentemente dal fatto che da allora siano stati segnalati focolai di Covid, inclusi incidenti importanti a San Francisco o Seattle, persone come Farshman affermano di sentirsi al sicuro durante la navigazione.

Chiarimenti sulla navigazione per i pensionati

Holland America Line offre mesi di viaggi “grandi”. Qui la linea Westerdam salpa per l’Alaska.

Linea Olanda America:

Sebbene non siano un contributo rivoluzionario al genere, le offerte di lavoro pensionistico sono in aumento.

Serial Cruiser և L’autore Lee Wakhtstetter, ad esempio, ha scritto molte memorie ben lette sulla vita su una nave da crociera per 12 anni dopo la morte del marito. “Farshman, nel frattempo, sta scrivendo sul blog delle sue iniziative marittime che contribuiscono al WiFi interno, che sta ‘diventando molto più affidabile o, sfortunatamente, non necessariamente più conveniente'”, ha affermato.

Il miglioramento della connettività ha anche consentito agli incrociatori in pensione di essere schierati in mare mentre erano ancora in funzione. “Il WiFi della maggior parte delle navi è abbastanza potente per Zoom in questo momento”, afferma Tara Bruce, consulente del marchio creativo presso Goodwin Investment Advisory Services, una società di consulenza finanziaria con sede in Georgia che aiuta i pensionati in mare.

Attraverso la navigazione ti prendi cura di tutte le tue spese di soggiorno: cibo, appartamento, intrattenimento, in un unico posto.

Contenitore Bruce

Creative Brand Manager presso Goodwin Investment Advisory Services

Andare in pensione su una nave da crociera ha molto senso in molti modi. Lasciando da parte gli stereotipi, la navigazione ha sempre attratto i viaggiatori più anziani. Infatti da: Secondo la Cruise Lines International Association, un terzo dei 28,5 milioni di persone che hanno navigato nel 2018 aveva più di 60 anni e più del 50% aveva più di 50 anni.

Inoltre, le navi da crociera offrono gli elementi essenziali necessari per la prosperità degli anziani: attività organizzate, un livello adeguato di assistenza medica e, soprattutto, una comunità integrata di viaggiatori che la pensano allo stesso modo.

Andare in pensione su una nave da crociera può anche essere economicamente vantaggioso.

Più economico della vita assistita

“Durante la navigazione, ti prendi cura di tutte le tue spese di soggiorno: cibo, alloggio, intrattenimento, in un unico posto”, ha detto Bruce. Mentre il biglietto aereo di lusso può costare fino a $ 250 al giorno, “abbiamo visto persone arrivare fino a $ 89 al giorno, il che è molto più economico delle cure accessorie o di altre forme di assistenza infermieristica”.

Gli incrociatori duplicati come Farschman possono anche beneficiare di prestiti a bordo per cibo, bevande, spa e altre attività premium che possono facilmente raggiungere “centinaia di dollari per viaggio”, ha affermato Farshman.

Il recente passaggio a “viaggi mondiali” o “viaggi principali” più lunghi e più elaborati che possono durare 50 giorni o più alla volta ha contribuito all’ascesa del movimento “pensione in mare”.

Le Americhe, ad esempio, offrono una rotta Grand Africa Voyage di 71 giorni che fa scalo in 25 porti in 21 paesi, così come il Grand World Voyage, che visita 61 porti in 30 paesi per un totale di 127 giorni in mare.

“Di solito sono costituiti da diverse sezioni in ogni porto per lunghi periodi di tempo”, ha spiegato Colin McDaniel, caporedattore di Cruisecritic.com. Con un’attenta pianificazione, spesso ordinata attraverso viaggi di “accoppiamento” più brevi, rotte “lunghe” possono mantenere le navi a galla per un periodo di tempo indefinito.

I cosiddetti Collectors Voyages di Holland America non solo aiutano i pensionati a evitare la duplicazione delle visite ai porti, ma includono anche sconti dal 10% al 15%, secondo il direttore delle pubbliche relazioni di Holland America Eric Elwayord.

Demografia redditizia

Descritto come “il più grande yacht privato della Terra”, The World visita la Villefranche-sur-Mer in Costa Azzurra.

Il mondo |: Agenzia a coda di rondine:

Oppure alcune linee di navigazione sono specificamente rivolte ai pensionati. L’Oceania, a sua volta, aveva un programma Snowbird in Residence, che da allora è stato cancellato, con agenti specializzati che si sono resi conto di questa fascia demografica redditizia.

CruiseWeb, con sede a Tyson, in Virginia, ha lanciato un programma per gli anziani che vivono in mare che “crea rotte speciali per i pensionati e aiuta i clienti a gestire la propria vita fino alla riva”. Oltre a prenotare telecamere, CruiseWeb risolve problemi come trasferimenti a terra, convertitori navali, visti և assicurazione.

“Abbiamo clienti che sono lì da oltre un anno”, ha affermato Michael Jones, coordinatore senior marketing e operazioni di CruiseWeb. “Di solito riducono la loro residenza permanente, molti addirittura la affittano a bordo per coprire le spese di navigazione”, ha aggiunto.

La componente più notevole del ritiro in mare è l’arrivo di navi completamente residenti, come la 20enne The World. և Prossimamente MV Narrative da Storylines. Il primo comprende 165 aerei di proprietà privata, mentre il più grande MV Narrative, che arriverà in alto mare nel 2023, offre 547 appartamenti da uno a quattro stanze.

Averlo in mare non è economico. Le unità MV Narrative costano da $ 1 milione a $ 8 milioni, mentre i contratti di locazione a termine da uno a due anni partono da $ 400.000.

“Ci sono spese mensili o annuali per coprire cose come carburante, tasse portuali, tasse, la famiglia”, ha spiegato McDaniel. “È come vivere in un insediamento che è proprio in mare”.

– Di David Kaufman. Kaufman è uno scrittore freelance.

Leave a Comment

Your email address will not be published.