La Russia prevede di unire Donetsk, Lugansk, Kherson, affermano gli Stati Uniti

Quando si carica un’azione articolo del patto

Mosca si sta preparando ad annettere nuovi enormi territori in Ucraina nei prossimi giorni, hanno detto gli Stati Uniti lunedì, prendendo potenzialmente il controllo di gran parte dell’est del paese, anche se le forze russe lottano per occupare le frontiere chiave.

Il trasferimento del Cremlino nella regione di Donetsk-Luhansk nell’Ucraina orientale, così come nelle città meridionali di Kherson, per diventare formalmente parte della Russia nel mezzo dei combattimenti in corso, potrebbe spingere il conflitto in una fase imprevedibile, ancora più esplosiva.

Non è chiaro come reagiranno le forze ucraine e i loro alleati a un simile tentativo, che ripete l’annessione della penisola di Crimea all’Ucraina nel 2014, ma, con una differenza significativa, si verifica quando le forze fedeli all’Ucraina stanno combattendo per difendere la loro territorio.

Un alto funzionario statunitense ha affermato che informazioni “altamente credibili” indicano che è probabile che la Russia organizzi referendum fraudolenti a metà maggio, con cittadini di Donetsk, Luhansk o Kherson che sembrano ritirarsi dall’Ucraina e diventare parte della Russia. Dopodiché, la Russia avrebbe probabilmente schierato leader fedeli a Mosca in quei territori.

Il voto sarà un tentativo di dare alle previste annessioni un “velo di legittimità democratica o elettorale”, ha detto ai giornalisti del Dipartimento di Stato Michael Carpenter, l’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. Ha definito la mossa “appena fuori dai record del Cremlino”, ma ha rifiutato di commentare l’intelligence statunitense.

La Russia non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Carpenter ha affermato che l’esperienza della comunità dell’intelligence statunitense nel prevedere l’invasione russa dell’Ucraina dovrebbe dare al pubblico fiducia nelle sue attuali valutazioni. “Purtroppo, avevamo più ragione che torto nel rivelare ciò che pensavamo potesse essere il prossimo”, ha detto Carpenter. Ha anche notato che il piano russo potrebbe fallire.

Aggiornamenti in tempo reale. Leggi le ultime notizie ucraine

Mosca ha riconosciuto le regioni separatiste di Donetsk e Luhansk come indipendenti dalla capitale ucraina Ki, poco prima dell’invasione del 24 febbraio, inviando forze russe in quelle aree per scopi di “mantenimento della pace”. A Kherson, la prima grande città conquistata dalle forze russe, il Cremlino sembra gettare le basi per rafforzare ufficialmente il suo controllo annunciando il passaggio alla valuta russa, secondo il Ministero della Difesa britannico, preparandosi a stabilire un governo locale.

L’ex ambasciatore degli Stati Uniti in Polonia Daniel Fried, membro del Consiglio Atlantico, afferma che il presidente russo Vladimir Putin può sperare che gli europei tollereranno l’occupazione come un modo per porre fine al sanguinoso conflitto. Ma ha detto che le palesi atrocità russe, come nella città di Bucha, dove i civili sarebbero stati torturati e decapitati, renderebbero più difficile per i sostenitori occidentali dell’Ucraina attaccare la pace annessa.

“Questo programma funziona se vince”, ha detto Fried di Putin. “Il problema è che Putin può rivendicare il territorio non sulla base di aver battuto gli ucraini, ma sulla base di una richiesta sontuosa che non può difendere”.

Funzionari occidentali affermano che l’esercito russo è teso nove settimane dopo il suo attacco, ma potrebbe ancora colpire strategicamente l’Ucraina meridionale, inclusa la città costiera di Mariupol, dove i pesanti bombardamenti non sono riusciti a raggiungere in sicurezza molti civili.

Parlando ai giornalisti in condizione di anonimato secondo le regole di Biden, un funzionario della difesa statunitense ha affermato che le truppe russe stavano facendo “progressi minimi” nei loro tentativi di impadronirsi della regione del Donbas.

“In alcuni casi, francamente, il modo migliore per descriverlo sarebbe l’anemia”, ha detto il funzionario. In molti casi, le forze russe si sono ritirate dopo aver catturato la città, consentendo alle forze ucraine di riprendere l’area, ha affermato il funzionario, aggiungendo che le forze russe hanno ora lanciato un’offensiva intorno alla città ucraina di Izumi, che è stata inizialmente occupata dalle forze russe. nel mese di marzo.

Il ministero della Difesa britannico ha dichiarato che più di un quarto delle unità russe inviate in Ucraina sono state danneggiate al punto da essere probabilmente “inefficace al combattimento”. Il ministero ha affermato che potrebbero volerci anni prima che la Russia riorganizzi la sua élite dilaniata dalla guerra.

Dato il flusso accelerato di armamenti occidentali verso le forze ucraine, i rapporti su sfide logistiche e inversione di tendenza sul campo di battaglia suggeriscono una via fiscale per la Russia mentre si avvicina alle tradizionali celebrazioni del Giorno della Vittoria del 9 maggio. Gli analisti ritengono che quella data possa dare a Putin l’opportunità di presentare le sue opinioni sui risultati della guerra al pubblico russo.

Poiché il difetto del “jack in the box” ha condannato alcuni carri armati russi

Il Pentagono non è stato in grado di confermare se Gerasimov sia stato ferito, secondo alcuni media.

Allo stesso tempo, il ministero della Difesa russo ha dichiarato in un aggiornamento a Telegram che le forze russe avevano distrutto una vasta gamma di armi ucraine, inclusi depositi di armi, droni, stazioni missilistiche e sistemi antiaerei.

Anche se la lotta per il controllo della regione del Donbass procedeva lentamente, intensi attacchi russi continuarono a Mariupol, dove i civili si trovarono sotto assedio per settimane di punizione. La strategica città portuale, se catturata, fornirà a Mosca un ponte terrestre dalla Russia alla Crimea.

Il capo della polizia di pattuglia regionale di Donetsk, Mikhail Vershinin, ha affermato che circa 200 civili, tra cui circa 20 bambini, sono rimasti intrappolati nell’acciaieria Azovstal a Mariupol, dove civili e militanti si sono rifugiati sottoterra. Secondo quanto riferito, circa 100 non combattenti sono stati evacuati dall’enorme complesso durante il fine settimana.

Vershinin ha detto che spera che i civili, i feriti, i combattenti possano essere ritirati dalla centrale nucleare se verrà raggiunto un accordo tra Russia e Ucraina.

In caso contrario, ha detto: “La Russia sta semplicemente spazzando via ciò che resta della pianta dalla faccia della terra. Questo non sarà facile, perché in un modo o nell’altro ci difenderemo fino all’ultimo combattente”.

“Ci saranno perdite per la Russia. “Perderà completamente la sua precaria reputazione”, ha detto Vershinin. “E saremo distrutti. … È una tale storia. “

Il “fantasma di Ki” non è morto. Non è mai stato reale dall’inizio, dice l’Ucraina.

Un nuovo sondaggio del Washington Post-ABC News mostra che la maggioranza degli americani bipartisan è a favore di maggiori sanzioni contro la Russia;

Allo stesso tempo, il governo israeliano ha reagito con rabbia alle osservazioni del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov che accusava il presidente ucraino Vladimir Zelensky di sostenere il nazismo ebraico, suggerendo che “anche Hitler aveva sangue ebreo”.

Il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid ha detto che l’ambasciatore russo in Israele sarà richiamato a causa dei commenti di Lavrov, che ha definito “imperdonabili e offensivi”.

Il primo ministro Naftali Bennett ha affermato che le parole del funzionario russo “non sono giuste, le loro intenzioni sono sbagliate”.

Mentre i funzionari stranieri ucraini hanno chiesto un’evacuazione più organizzata dei civili dalle aree più colpite dell’Ucraina, lunedì un flusso costante di veicoli civili è arrivato nella città orientale di Zaporozhye, prendendo di mira coloro che cercano sicurezza dalla frontiera della regione, la Russia. – Territori occupati.

Molti sono arrivati ​​in auto private con la scritta “bambini” sul parabrezza in russo. I passeggeri all’interno erano esausti.

Il secondo tragico funerale di Andrei Voznenko

I viaggi una volta semplici hanno richiesto ore o addirittura giorni mentre i soldati russi perquisivano i cellulari delle famiglie e gli effetti personali in ciascuno di dozzine di posti di blocco. Alcuni hanno detto che passavano le notti in macchina, per strada, nei campi o nelle chiese.

Dopo settimane di tentativi falliti di lasciare la città di Enerhodar, una giovane coppia ha detto di essersi svegliata lunedì trovando i loro telefoni cellulari pieni di messaggi. La strada che porta a Zaporozhye era stata aperta.

“Siamo appena saltati in macchina”, ha detto Yuri, che, come molti civili interrogati sul luogo di evacuazione, ha chiesto di non essere nominato per motivi di sicurezza dei membri della famiglia ancora nel territorio controllato dalla Russia.

Ha detto che lui e la sua ragazza, Victoria, avevano fatto visita ai loro genitori pochi giorni prima dell’invasione, progettando di rimanere brevi. Quando la guerra ha inghiottito la città, sono rimasti intrappolati. L’occupazione che ne seguì sembrava “terroristica”, ha detto.

Lunedì, la coppia ha testato il percorso per convincere la famiglia di Victoria che era sicuro. Prima del loro arrivo a Zaporozhye, Yuri stava lottando con le lacrime. Anche Victoria piangeva al telefono di sua madre. “Siamo al sicuro, mamma”, gli disse. “Siamo al sicuro.”

Lavlak ha riferito da Zaporozhye. Stern segnalato dall’Ucraina Mukacho. Lavde Morris a Berlino, Steve Hendrix a Gerusalemme, Dan Lamot a Washington և Hannah Allam a Lviv, Ucraina, hanno contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment

Your email address will not be published.