La Russia lancia missili dopo il cessate il fuoco di Mariupol, l’UE guarda alle sanzioni petrolifere

  • I missili russi hanno colpito parti dell’Ucraina orientale e meridionale
  • Le potenze occidentali promettono armi più pesanti per rafforzare le difese dell’Ucraina
  • “Questo è il momento migliore in Ucraina”, ha detto Johnson, riferendosi a Churchill.

ZAPORICIA, Ucraina (Reuters) – La Russia ha attaccato martedì un’acciaieria Azovstal nel porto ucraino di Mariupol dopo che martedì è stato rotto un cessate il fuoco quando circa 200 civili sono rimasti intrappolati nonostante un’evacuazione mediata dalle Nazioni Unite. .

I missili russi hanno colpito l’est e altre parti dell’Ucraina meridionale, prendendo di mira le discariche di attrezzature militari occidentali avanzate, e la Gran Bretagna ha affermato che un governo sostenuto dall’Ucraina occidentale sconfiggerebbe l’invasione russa e ne assicurerebbe la libertà.

La Russia ha sparato sulle regioni orientali e meridionali dell’Ucraina dopo aver catturato la capitale, Kiev, a marzo. L’attacco è stato accolto da sanzioni più severe da parte delle potenze occidentali, comprese le forniture di armi più pesanti all’Ucraina, compresi i sistemi di difesa aerea e l’artiglieria a lungo raggio.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

La Commissione europea dovrebbe revocare il divieto sul petrolio russo martedì nel tentativo di rafforzare la presa su Mosca. Il Congresso degli Stati Uniti sta valutando un pacchetto di aiuti militari da 33 miliardi di dollari e il Regno Unito questa settimana ha promesso ulteriori 375 milioni di dollari in aiuti alla difesa.

“Questo è il momento migliore in Ucraina per essere ricordato e raccontato alle generazioni future”, ha detto il primo ministro britannico Boris Johnson in un video discorso al parlamento ucraino, facendo eco alle parole di Churchill nel 1940, quando la Gran Bretagna era in pericolo di invasione. ։ fu sconfitto dalla Germania nazista.

Martedì le forze russe hanno cercato di attaccare Azovstal, ha detto ai media ucraini il capo della polizia di pattuglia di Mariupol. L’attacco è iniziato dopo che l’aviazione russa ha bombardato la zona di notte, ha detto all’agenzia di stampa ucraina “Pravda” il vice comandante del reggimento Azov dell’acciaieria.

Il ministero della Difesa russo ha dichiarato che le forze ucraine hanno utilizzato il cessate il fuoco per stabilire nuove postazioni di tiro e che le forze sostenute dalla Russia stanno ora “iniziando a distruggere” quelle posizioni.

Sulle rive della costa del Mar Nero, missili ad alta precisione hanno colpito un aeroporto vicino al porto di Odessa, dove erano immagazzinati droni e munizioni fornite dagli alleati statunitensi ed europei all’Ucraina, ha affermato il ministero della Difesa russo. L’Ucraina ha confermato il lancio di razzi a Odessa.

La guerra, lanciata dal presidente russo Vladimir Putin il 24 febbraio, si è in gran parte concentrata sulle province orientali di Donetsk e Luhansk, alcune delle quali erano già occupate dai separatisti sponsorizzati dalla Russia.

Le truppe russe stanno cercando di circondare la grande forza ucraina lì, attaccando da tre direzioni con massicci bombardamenti lungo il fronte.

In un’intervista pubblicata martedì, papa Francesco ha affermato di aver chiesto di incontrare Putin a Mosca nel tentativo di porre fine alla guerra, ma non ha ricevuto risposta. Per saperne di più Il presidente francese Emanuel Macron parlerà con Putin martedì, secondo l’ufficio di Macron. leggi di più

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha affermato che la politica di Putin è imperialista, che sosterrà Finlandia e Svezia se decideranno di aderire alla NATO.

“Nessuno può presumere che il presidente e il governo russi non violeranno altrimenti il ​​diritto internazionale”, ha affermato Scholz.

Dopo l’invasione dell’Ucraina il 24 febbraio, i bombardamenti russi hanno raso al suolo le città, ucciso migliaia di civili e costretto più di cinque milioni a fuggire dal Paese.

La Russia definisce le sue azioni una “operazione speciale” per disarmare l’Ucraina e proteggerla dai fascisti.

Ucraina և L’Occidente dice che le accuse fasciste sono infondate, che la guerra è un atto di aggressione inedito.

Le foto di Reuters hanno mostrato granate a propulsione a razzo sparate lunedì contro Azovstal, un’acciaieria di epoca sovietica su larga scala, da un sito di lancio su un camion russo.

I combattimenti sono scoppiati dopo che è stato raggiunto un cessate il fuoco intorno al complesso, che negli ultimi giorni ha permesso a diversi gruppi di civili di fuggire da una riserva di caccia ucraini a Mariupol.

Il sindaco di Mariupol Vadim Boychenko ha detto di sperare che la prima colonna di sfollati raggiunga martedì la città di Zaporozhye controllata dall’Ucraina, aggiungendo che più civili sono rimasti intrappolati nei bunker e nei tunnel sotto il complesso, con circa 100.000 rimasti in città.

“Ti svegli la mattina e piangi, piangi la sera. “Non so affatto dove andare”, ha detto Tatiana Bushlanova, residente a Mariupol. . leggi di più

Mariupol è un obiettivo importante per la Russia poiché cerca di isolare l’Ucraina dal mare e collegare i territori controllati dalla Russia a sud-est.

La Commissione europea dovrebbe completare il sesto pacchetto di sanzioni dell’UE contro la Russia a Bruxelles martedì, compreso un possibile embargo sugli acquisti di petrolio russo. La Germania si è detta pronta a sostenere un embargo petrolifero immediato.

La donna afferma che l’esportazione di energia della Russia verso l’Europa, che finora è stata in gran parte esente da sanzioni internazionali, sta finanziando lo sforzo bellico del Cremlino.

“Questo pacchetto dovrebbe includere passi chiari per bloccare le entrate della Russia dalle risorse energetiche”, ha detto Zelensky in un videomessaggio notturno.

Secondo l’Energy Research Center for Clean Air, i paesi dell’UE hanno pagato più di 47 miliardi di euro (47,43 miliardi di dollari) alla Russia per petrolio e gas dalla sua invasione dell’Ucraina.

Gli ambasciatori dei paesi dell’UE discuteranno le sanzioni proposte durante una riunione di mercoledì. Martedì Putin ha risposto con un decreto per consentire sanzioni economiche di ritorsione contro Stati stranieri “ostili”. leggi di più

La seconda città più grande dell’Ucraina, Kharkov, è stata bombardata dai primi giorni dell’invasione, ha detto martedì l’esercito ucraino.

Lo stato maggiore ucraino ha affermato che stava difendendo il suo avvicinamento a Kharkov dalla città di Izium sul fiume Donetsk, a circa 120 km (75 miglia) a sud-est, poiché le forze russe hanno lasciato una scia di distruzione. Provincia di Lugansk.

Secondo l’Ufficio del Presidente dell’Ucraina, alcuni altri distretti di Donetsk sono costantemente sotto tiro e le autorità regionali stanno cercando di evacuare i civili dalla prima linea.

Almeno nove civili sono stati uccisi in un bombardamento russo a Donetsk martedì, ha detto il governatore distrettuale. Le forze armate ucraine hanno dichiarato che le forze russe stanno cercando di catturare la città di Rubizhne.

La Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente i resoconti del campo di battaglia ucraino.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Pavel Polituk a Ki, Michel Rose a Parigi, Kylie McLellan e Max Hunder a Londra, Sarah Marsh a Berlino, Philip Pulela in Vaticano; Scritto da Simon Cameron-Moore և Frank Jack Daniel; A cura di Lincoln Feast և Nick Macfie

I nostri standard. Principi di Thomson Reuters Trust.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *