La missione LightSail 2 sta per bruciare nell’atmosfera terrestre

La navicella LightSail 2 ha catturato questa immagine del Madagascar e di parte del Mozambico l'11 giugno 2022.

La navicella LightSail 2 ha catturato questa immagine del Madagascar e di parte del Mozambico l’11 giugno 2022.
Immagine:: Unione planetaria

Negli ultimi tre anni, un piccolo pagnottaUn gigante con un’astronave grande come una pagnotta le ali veleggiano sui raggi del sole Bassa orbita terrestre. LightSail 2 è sopravvissuto di gran lunga alla sua durata ed è stato dimostrato che le vele solari possono effettivamente essere utilizzate per il volo navicella spaziale Ma il suo viaggio intorno al nostro pianeta sta purtroppo volgendo al termine poiché l’atmosfera terrestre trascina il veicolo spaziale verso il basso, dove alla fine brucerà. fiamme atmosferiche.

Società planetaria Vela leggera 2: lanciato a giugno 2019 e aprì il suo 344 piedi quadrati (32 metri quadrati) vela solare un mese dopo. Solo due settimane dopo aver spiegato le ali, LightSail 2 ha scalato 2 miglia (3,2 chilometri): questo tentativo ha avuto successo. Ma negli ultimi mesi, LightSail 2 ha perso costantemente quota il tasso di interesse. Ora naviga a un’altitudine media di circa 390 miglia (627 km).), scendono da circa 446 miglia (718 km) all’inizio della missione, secondo la Società Planetaria.

Gli scienziati dietro la missione si aspettano che LightSail 2 entri nell’atmosfera terrestre entro i prossimi mesi, ma non hanno una data precisa. Durante il rientro, la navicella si muoverà in questo modo così rapidamente che creerà un’onda di pressione di energia davanti a sé, provocando il riscaldamento dell’aria circostante e bruciando la LightSail in un velo infuocato.

Le vele solari scorrono sui fotoni del Sole, producendo piccole esplosioni. slancio che spostare l’astronave; come i fotoni colpiscono le ali di LightSail, spingendo il veicolo spaziale più lontano dal Sole. Se un veicolo spaziale riesce a superare l’attrazione dell’atmosfera terrestre, può raggiungere altitudini molto elevate.

Durante la sua missione, LightSail 2 ha goduto di alti e bassi (letteralmente). L’orbita a volte perso pochi metri di altezza al giorno e talvolta acquisito pochi metri. Ma dopo tre anni di navigazione intorno alla Terra, sperimentale il dispositivo cominciato provare ripida discesa di altezza a causa di diversi fattori.

Questo grafico mostra l'altezza media di LightSail nel tempo (mostrata in blu).

Questo grafico mostra l’altezza media di LightSail nel tempo (mostrata in blu).
Illustrazione: Unione planetaria

Quando il veicolo spaziale è sceso, la densità dell’atmosfera è aumentata rapidamente, provocando la resistenza atmosferica. Il LightSail si è schiantato nell’atmosfera particelle come ha viaggiato velocità raggiungendo 20.000 mph (32:000 km/h), che fa rallentare il veicolo spaziale. “Il nostro caso è più estremo della maggior parte dei veicoli spaziali perché l’area della nostra vela è molto ampia rispetto alla massa del veicolo spaziale”.a Planetary Society ha scritto a dichiarazione. “Immagina di lanciare un sasso rispetto a un pezzo di carta. La gravità atmosferica fermerà la carta molto più velocemente della roccia”.

Ironia della sorte, il Sole ha funzionato anche contro LightSail 2. Quando il Sole è più attivo, fa caldo L’alta atmosfera terrestre facendolo espandere ad altitudini più elevate. all’inizio di durante la missione, il Sole stava attraversando parte del suo ciclo di 11 anni, ma il nostro ospite stella ultimamente ha rivitalizzato le sue attività per questo periodo massimo solare. Questo ha ha creato un’atmosfera più denso a quote più elevate, anche raggiungendo la navicella spaziale, facendo tirare verso il basso LightSail 2.

Il terzo fattore che porta alla perdita di LightSail è più umano che cosmico. Missione sofferta errori di comunicazione dovuti a malfunzionamento apparecchiature presso la stazione di terra. Durante l’interruzione delle comunicazioni, il team non è stato in grado di inviare dati al veicolo spaziale, causandone la deriva soffrire, anche leggermente.

Sebbene LightSail 2 presto incontrerà la sua morte infuocata, l’eredità dell’astronave vivrà. L’orbita ha ispirato molte altre missioni, Compreso Esploratore NEA della NASA missione su un asteroide vicino alla Terra (prevista per agosto), Sistema di vela solare composito avanzato della NASA Per testare il materiale del boma della vela in orbita terrestre (previsto per il lancio intorno alla metà del 2022)e: della NASA Incrociatore solare (lancio previsto nel 2025). L’età della vela solare sembra essere si avvicina rapidamente.

Di più. LightSail 2, spingendo la luce solare, aumenta la sua orbita di 10.500 piedi in sole due settimane

Leave a Comment

Your email address will not be published.