La lotta per l’abito da “Mago di Oz” da 1,5 milioni di dollari trovato in un magazzino

Non è un arcobaleno su questa asta commemorativa di Hollywood.

Una donna dello stato del Wisconsin ha intentato una causa per fermare la vendita di un pezzo di storia del cinema perduto da tempo, il tubino bianco e blu di Judy Garland nel film “Il mago di Oz”, che potrebbe costare 1,5 milioni di dollari .

L’iconico abito, una delle cinque varianti del classico abito di Garland Dorothy del 1939, sarà messo all’asta da Bonhams a Los Angeles il 24 maggio su richiesta della Washington Catholic University, dove è stato trovato in una scatola di scarpe. dentro l’armadio l’anno scorso.

“Dopo tutto questo tempo, sono solo sorpreso,’ l’hanno trovato.’

“Voglio solo sapere chi possiede questo… Vorrei vedere i documenti”, ha aggiunto.

L’abito, con il nome di Garland sul fondo della camicetta corta in organza color crema e sotto l’etichetta, era un regalo dell’attrice McCambridge allo zio di Hartke, il reverendo Gilbert Hartke, noto per i suoi diritti. Il prete-professore, che ha fondato il dipartimento di recitazione dell’università, sta impugnando la causa da 3 milioni di dollari della famiglia davanti al tribunale federale di Manhattan. Non è chiaro come McCambridge abbia ottenuto il vestito.

Barbara Ann Hartke afferma nella causa che l’abito appartiene alla proprietà di suo zio, l’archimandrita Gilbert W. Hartke, morto nel 1986.
Eli Branson / @elifromchi:

“Ho incontrato Mercedes McCambridge diverse volte e il mio ricordo è principalmente del suo amore per lo zio Gibb”, ricorda Hartke. “Lo ha aiutato a combattere l’alcolismo. “Era un’idea che questo è stato dato a Gibb da lui per profondo apprezzamento”.

Il premio Oscar McCambridge, contemporaneo di Garland, meglio conosciuto per la sua interpretazione di Linda Blair ne L’esorcista, è stato un pittore che ha vissuto all’università dal 1972 al 1973.

L’abito del “Mago di Oz”, una delle sole due versioni complete del costume ancora conosciute, viene offerto da $ 800.000 a $ 1,2 milioni prima dell’asta. Nel 2015, un altro vestito di Dorothy sopravvissuto è costato più di $ 1,5 milioni.

L'abito, con il nome di Garland scritto sul fondo dell'organo color crema sotto la camicetta, era un regalo dell'attrice Mercedes McCambridge allo zio di Hartke, il reverendo Gilbert Hartke.
L’abito, con il nome di Garland scritto sul fondo dell’organo color crema sotto la camicetta, era un regalo dell’attrice Mercedes McCambridge allo zio di Hartke, il reverendo Gilbert Hartke.
Attraverso REUTERS; Di Bonhams

“Non c’è stato alcuno sforzo per raggiungere noi o qualcuno in famiglia. Era proprio lì, era in questa scatola, և andiamo subito alla gara, էր basta. È stato trovato qualcos’altro?” Hartke, un insegnante in pensione di una scuola pubblica di Chicago, è rimasto sorpreso.

Padre Hartke, il più giovane di sette figli cresciuti nel nord di Chicago, è morto nel 1986 all’età di 79 anni per insufficienza cardiaca. Era una figura ben nota a Washington, DC, consigliando presidenti da Harry Truman a Jimmy Carter, insegnando al futuro drammaturgo Walter Kerry ad attori come John Voight e Henry Gibson.

Per il resto della famiglia Hartke, è stato un vortice per diversi giorni dopo aver appreso dell’asta di abbigliamento attraverso i telegiornali, dice il nipote Tony Lehmann.

“In questo momento ci stiamo concentrando su ‘Quale diritto di proprietà?'”, Ha detto Lehmann, 60 anni.

L’Università Cattolica “ha appena ignorato la famiglia qui”, ha detto l’avvocato Anthony Scordo.

Il college ha insistito con The Post dicendo che era “il proprietario legale dell’abito”. Եր L’attrice Mercedes McCambridge ha donato l’abito a p. Hartke come professore di recitazione all’Università Cattolica”.

La sua “intenzione [was] donare il costume per sostenere gli studenti drammatici dell’Università Cattolica. “Si è deciso di mettere all’asta l’abito per sostenere gli studenti”.

L’università ha aggiunto che padre Hartke, come sacerdote domenicano, “giurò di povertà. Giurò di non accettare regali, di non accettarli come sua proprietà personale, e al momento della sua morte non aveva alcun oggetto tangibile nella sua proprietà”.

Barbara Hartke dice che non c’è motivo di affrettare la vendita.

“Non evaporerà”, ha detto del vestito. “Penso che abbia preso una decisione ragionevole. “Qual è il messaggio che vogliamo qui? Qual è il tributo di zio Gibb? Per la sua gentilezza և è Mercedes McCambridge և per le brave persone che si sono preoccupate per lui. Penso che tutte queste cose dovrebbero essere prese in considerazione”.

Bonhams non ha risposto a una richiesta di commento.

Leave a Comment

Your email address will not be published.