La forza economica sta costringendo la Fed a essere più aggressiva

Martedì abbiamo appreso che i datori di lavoro statunitensi avevano un record di 11,5 milioni di posti di lavoro a marzo. Questo è, forse, il segnale più luminoso che l’economia è in piena espansione, poiché assumere lavoratori non è a buon mercato; molti datori di lavoro lo farebbero solo se non avessero più il personale di cui hanno bisogno.

Attualmente, solo 5,9 milioni di persone sono disoccupate. Cioè, ci sono circa due lavori per un disoccupato. La mancata corrispondenza significa che i dipendenti hanno molte opzioni, il che significa che hanno troppa leva per chiedere una retribuzione maggiore. In effetti, i datori di lavoro pagano a un tasso storico.

Ma domanda crescente, aperture di lavoro record և salari più alti… cattivo?

La Federal Reserve և Molti economisti non lo dicono in modo rude. Ma questo è effettivamente il loro messaggio.

Condizione del gioco:La domanda di beni e servizi è significativamente superiore all’offerta 1, che ha spinto l’inflazione per decenni. Ciò è in parte dovuto al fatto che salari più alti significano costi più elevati per le imprese, molte delle quali aumentano i prezzi per mantenere la redditività. Ironia della sorte, questi salari più elevati hanno contribuito a rafforzare le già solide finanze dei consumatori, che sono disposte a pagare, consentendo così alle imprese di continuare ad aumentare i prezzi.

Si può aggiungere che questa crescente domanda è stata alimentata dalla creazione di posti di lavoro (cioè un fenomeno in cui qualcuno diventa qualcosa non guadagnando nulla). In effetti, gli Stati Uniti hanno finora creato ben 2,1 milioni di posti di lavoro nel 2022.

Il Bureau of Labor Statistics ha una misura chiamata Weekly Gross Wage Index, che è il prodotto di ore, salari e ore lavorate. Si tratta di un indicatore approssimativo della capacità di spesa nominale totale della forza lavoro. Questa cifra è aumentata del 10% su base annua ad aprile, dal 9,5% di aprile 2021. Prima dell’epidemia, la tendenza era intorno al 5%.

Questa combinazione di crescita dell’occupazione e crescita dei salari ha solo esacerbato il problema dell’inflazione.

E così, al momento, la soluzione migliore sembra essere quella di inasprire la politica monetaria per rendere un po’ più difficili le condizioni finanziarie, il che dovrebbe portare a un congelamento della domanda, che a sua volta dovrebbe alleviare alcune di queste persistenti pressioni inflazionistiche.

In altre parole, la Fed sta lavorando per ottenere buone notizie dall’economia, perché quelle buone notizie sono davvero cattive.2

La Fed sta cercando di ridurre la “domanda in eccesso”

Con una mossa ampiamente prevista, la Fed ha alzato i tassi di interesse a breve di 50 punti base mercoledì, dallo 0,75% all’1,00%. Questo è stato il più grande aumento in una singola dichiarazione della Banca centrale dal maggio 2000.

Inoltre, il presidente della Fed Jerome Powell ha annunciato l’intenzione del Federal Open Market Committee (cioè il Federal Monetary Committee per definire la politica monetaria) di mantenere i tassi di crescita aggressivi.

“Presupponendo che le condizioni economiche e finanziarie si stiano sviluppando in linea con le aspettative, c’è un ampio senso nel Comitato che si debbano aggiungere ulteriori 50 punti base al tavolo per i prossimi due incontri”, ha affermato Powell. “Il nostro obiettivo principale è utilizzare i nostri strumenti per riportare l’inflazione al nostro obiettivo del 2%”.

Per essere chiari, la Fed non sta cercando di forzare l’economia in una recessione. Piuttosto, cerca di soddisfare la domanda in eccesso, che si riflette nel fatto che vengono creati più posti di lavoro rispetto ai disoccupati, più in linea con l’offerta.

“C’è molta domanda in eccesso”, ha detto Powell.

Il presidente della Fed Jerome Powell (Getty Images)

Il presidente della Fed Jerome Powell (Getty Images)

Attualmente ci sono enormi conseguenze economiche, tra cui un aumento del risparmio dei consumatori e un aumento degli ordini di capitale, che dovrebbero stimolare la crescita economica per mesi, se non anni. E quindi c’è spazio per l’economia per liberarsi della pressione della domanda senza entrare in recessione.

Ecco di più dalla conferenza stampa di mercoledì di Powell (con l’aggiunta di link pertinenti).

Sarebbe una situazione molto più rischiosa se non ci fosse una domanda eccessiva, fatta eccezione per le risorse finanziarie dei consumatori e delle imprese. Ma questo non è il caso ora.

E così mentre alcuni economisti affermano che il rischio di recessione è in aumento, molti non lo vedono come il loro scenario principale per il prossimo futuro.

È una cattiva notizia per le azioni? Non è necessario che.

Quando la Fed decide che è ora di congelare l’economia, lo fa nel tentativo di inasprire le condizioni finanziarie, il che significa che i costi di finanziamento stanno aumentando. In generale, ciò significa una combinazione di tassi di interesse più elevati, valutazioni di mercato inferiori dei titoli, dollari più forti e standard di prestito più severi.

Questo significa che i titoli sono destinati a diminuire?

Ebbene, il falco della Fed è sicuramente un rischio per il titolo. Ma nulla è chiaro quando si tratta di prevedere i prezzi delle azioni.

In primo luogo, la storia ci dice che le azioni di solito salgono quando la Fed inasprisce la politica monetaria. Ha senso ricordare che la Fed sta inasprindo la politica monetaria quando pensa che l’economia stia guadagnando slancio.

Tuttavia, la prospettiva di tassi di interesse elevati è decisamente preoccupante. Molti esperti del mercato azionario, come il miliardario Warren Buffett, generalmente concordano sul fatto che tassi di interesse più elevati sono inferiori per le valutazioni rispetto al rapporto P/E dei prossimi 12 mesi (NTM).

Ma la parola chiave è “valutazioni”, non azioni. Non è necessario che i prezzi delle azioni scendano a valutazioni più basse fintanto che le aspettative sugli utili aumentano. E le aspettative sui ricavi sono cresciute. E infatti, le valutazioni sono in calo da mesi.

Il grafico Jonathan Golub di Credit Suisse mostra questa dinamica. Come si può notare, NTM P/E ha un andamento inferiore rispetto a fine 2020. Tuttavia, i prezzi delle azioni sono generalmente aumentati durante questo periodo. Nonostante la recente correzione del mercato, l’S&P 500 è oggi più alto di quanto non fosse quando le valutazioni hanno iniziato a scendere. Come mai? Perché il reddito per i prossimi 12 mesi, infatti, è solo aumentato.

Per essere chiari, non vi è alcuna garanzia che le azioni non continueranno a scendere dai livelli più alti di gennaio. E, naturalmente, è possibile che la crescita futura dei ricavi diventi negativa se l’ambiente economico si deteriora.

Per il momento, tuttavia, le prospettive di profitto rimangono considerevolmente flessibili, il che potrebbe fornire un supporto per i prezzi delle azioni, che attualmente stanno subendo vendite tipiche.

Altro da Tker.

Indietro 🪞 scena 🪞:

📉📈📉📈: Le azioni stanno peggiorandoL’S&P 500 è sceso di appena 0,20% per concludere una settimana incredibilmente volatile. L’S&P è aumentato del 2,99% mercoledì, il più grande rally di un giorno dal 18 maggio 2020. Il giorno successivo è sceso del 3,56%, il secondo giorno peggiore dell’indice.

(Fonte: <a href="https://twitter.com/JillMislinski/status/1522714967023095809" rel="nofollow noopener" թիրախ="_դատարկ" data-ylk="slk:@JillMislinski" դաս ="հղում ">@JillMislinski:</a>) “data-src =” https://s.yimg.com/ny/api/res/1.2/w3reUeu62hPgXJgI6dYVSw–/YXBwaWQ9aGlnaGxhbmRlcjt3PTk2MA–/https://substackcdn.com/wage/ , q_auto: buono, fl_progressive: ripido / https% 3A% 2F% 2Fbucketeer-e05bbc84-baa3-437e-9518-adb32be77984.s3.amazonaws.com% 2Fpubblico% 2Fimages% 2Ff5544db4-66d8-4202-894 ” >:<noscript><img alt=@JillMislinski:) “src =” https://s.yimg.com/ny/api/res/1.2/w3reUeu62hPgXJgI6dYVSw–/YXBwaWQ9aGlnaGxhbmRlcjt3PTk2MA–/https://substackcdn.com/image1fet_, : buono, fl_progressive: ripido / https% 3A% 2F% 2Fbucketeer-e05bbc84-baa3-437e-9518-adb32be77984.s3.amazonaws.com% 2Fpubblico% 2Fimages% 2Ff5544db4-66d8-4202-8944-03b ” caas-img “/>:

L’S&P è attualmente in calo del 14,4% dal massimo storico di 4.818 del 4 gennaio. Maggiori informazioni sulla volatilità del mercato questo:, questo: և: questo:.

💼: Creazione di posti di lavoroI datori di lavoro statunitensi hanno aggiunto 428.000 posti di lavoro sani ad aprile, secondo i dati BLS pubblicati venerdì. Questo era significativamente più alto dei 380.000 posti di lavoro che gli economisti si aspettavano. Il tasso di disoccupazione era del 3,6%. Maggiori informazioni sullo stato del mercato del lavoro questo:.

📊: La crescita dell’attività di servizio è congelataSecondo uno studio dell’Institute of Supply Management, ad aprile l’attività dei servizi ha subito un rallentamento. Da Anthony Niss, Presidente dell’ISM Services Business Research Committee. “E’ proseguita la crescita nel settore dei servizi, che si è ampliato negli ultimi 147 mesi, tranne due. L’indice composito ha registrato una battuta d’arresto, principalmente a causa del numero limitato di forza lavoro e del rallentamento nella crescita dei nuovi ordini. L’attività commerciale resta forte. Tuttavia, l’inflazione elevata, i limiti di capacità, le sfide logistiche sono ostacoli e la guerra Russia-Ucraina continua a incidere sui costi dei materiali, in particolare carburante e prodotti chimici.

Su per la strada!

Non c’è storia più grande nell’economia al momento della direzione dell’inflazione. Pertanto, tutti gli occhi saranno puntati sul rapporto sull’indice dei prezzi al consumo (CPI) di aprile, pubblicato mercoledì mattina. Gli economisti stimano che l’IPC sia aumentato dell’8,1% su base annua, in calo dall’8,5% di marzo. Escludendo i prezzi di generi alimentari ed energetici, si stima che il principale CPI sia aumentato del 6,1%, in calo rispetto al 6,5% di marzo.

Dai un’occhiata al calendario qui sotto da The Transcript, dove alcuni grandi nomi annunceranno i loro risultati finanziari trimestrali questa settimana.

1. Non entreremo qui in tutte le sfumature dei problemi della catena di approvvigionamento (ad esempio, carenza di manodopera negli Stati Uniti, blocchi legati al COVID in Cina, guerra in Ucraina che interrompe la produzione e il commercio). Tuttavia, sappiamo che i problemi della catena di approvvigionamento persistono, il che si riflette nei costanti tempi di consegna lenti dei fornitori.

Per quelli di voi che non conoscono Tker, ho scritto un po’ su quanto le notizie economiche siano state buone notizie “cattive”. Puoi leggere di più a riguardo qui, qui, qui e qui.

3. Investire in azioni non è facile. Ciò significa che devi superare molta instabilità a breve termine mentre aspetti quei guadagni a lungo termine. Tutti sono invitati a provare a cronometrare il mercato, vendere e acquistare, cercando di ridurre al minimo le perdite a breve termine. Ma, ovviamente, il rischio è perdere grandi rally che si svolgono in periodi di volatilità, che possono causare danni irreversibili al reddito a lungo termine. (Leggi di più qui, qui և qui). Ricorda, c’è un intero settore di professionisti che mirano a conquistare il mercato. Pochi sono in grado di eccellere in un dato anno, pochi di questi eccellenze sono in grado di continuare quell’indicatore anno dopo anno.

Leggi le ultime notizie finanziarie և economiche da Yahoo Finance

Segui Yahoo Finanza Twitter:, Facebook:, Instagram:, Flipboard:, LinkedIn:և: Youtube:

Leave a Comment

Your email address will not be published.