La Fed chiede 3 milioni di dollari a Paul Manafort per la non divulgazione dei conti offshore

“La causa civile di oggi chiede un premio in denaro per non aver presentato una dichiarazione dei redditi contro il signor Manafort”, ha affermato l’avvocato Jeffrey Neiman in una nota. “Sig. Manafort era consapevole che il governo avrebbe intentato una causa, poiché da mesi cercava di risolvere questa questione civile. Tuttavia, il governo ha insistito per intentare questa causa semplicemente per mettere in imbarazzo il signor Manafort. ”

Il ministero della Giustizia ha rifiutato di commentare la causa.

All’inizio di questo mese, Manafort ha detto a POLITICO che sarebbe tornato presto al lavoro, facendo quella che ha definito “consulenza aziendale generale”.

Nel 2018 ad Alessandria, V. 2014: La giuria è stata divisa 11-1 a favore di Manafort da quegli articoli, secondo interviste con la giuria.

La causa del Dipartimento di Giustizia sostiene che gli avvocati federali hanno concluso che la grazia di Trump non si applicava alle accuse del 2013-2014, così come agli altri otto punti su cui la giuria non è stata in grado di raggiungere una decisione unanime.

Lo stesso giorno in cui Trump si è dimesso nel gennaio 2021, l’ex parlamentare di Mueller, Andrew Weissman, ha pubblicato un commento legale su Just Security, sostenendo che il perdono di Trump di Manafort era formulato male e non copriva le accuse per cui non era mai stato condannato in Virginia. . Notando che Manafort è stato rimandato a casa dopo aver scontato solo sette anni e mezzo di prigione, Weissman afferma che la condanna di Manafort è così modesta che il Ministero della Giustizia dovrebbe prendere in considerazione la possibilità di perseguire nuovamente lui con 10 false accuse. In Virginia, come altre accuse, gli è stato negato dopo aver accettato di raggiungere un accordo con la squadra di Mueller per evitare un secondo processo a Washington.

“La reimposizione di una sentenza appropriata, inflitta da due tribunali, non è quindi solo equa nel sistema dello stato di diritto, ma può aumentare la probabilità di conoscere finalmente la verità”, ha scritto Weissmann, osservando che Manafort sapeva più di quanto lui stesso. In precedenza, ha ammesso i legami di Trump con la Russia. Weissmann ha osservato che Manafort aveva accettato tutte le accuse contro di lui come parte dell’accordo di mediazione e che aveva accettato di rinunciare a qualsiasi prescrizione applicabile.

Weissman ha rifiutato di commentare la causa intentata giovedì.

Gli avvocati del Dipartimento di Giustizia sembravano avere una visione più ampia della grazia di Trump rispetto a Weissman. Circa un mese dopo, gli avvocati del governo hanno chiesto un’amnistia quando hanno detto a un giudice federale che stavano interrompendo gli sforzi per porre fine al sequestro di tre proprietà di Manafort, inclusa la sua lussuosa tenuta di Long Island.

“L’amministrazione ha deciso che, a causa della piena grazia incondizionata del presidente Trump, è necessario terminare il procedimento per la confisca delle quattro proprietà che sono state oggetto di procedimenti di pignoramento in corso”, hanno scritto gli avvocati del Dipartimento di Giustizia. La decisione ha aperto la strada alla Bank of Chicago, che ha fornito a Manafort prestiti garantiti da proprietà da sequestrare o rivendere. (Alla fine dello scorso anno, la banca ha annunciato che prevedeva di realizzare profitti multimilionari dai prestiti Manafort dopo la vendita della garanzia.)

Se il Dipartimento di Giustizia avrebbe potuto tentare di perseguire Manafort per presunta trattenuta di rivelazioni finanziarie, la nuova causa potrebbe segnalare che gli avvocati del Dipartimento della Difesa hanno concluso che una causa civile è un modo più appropriato per punire ulteriormente un ex funzionario della campagna di Trump rispetto alla nuova iniziativa. . procedimento penale.

La nuova causa sostiene che Manafort non ha rispettato tutti i suoi conti all’estero se il saldo totale del suo conto ha superato $ 10.000. Mentre la causa sostiene che Manafort non ha depositato 22 conti esteri nel 2013, la denuncia sostiene che 19 di quei conti avevano un “saldo zero” a metà dell’anno successivo. Due dei conti all’epoca avevano saldi inferiori a $ 200.000 e il saldo di uno era di circa $ 443.000, secondo la causa.

Secondo la denuncia, tutti i conti erano intestati a società offshore che Manafort controllava o avevano una firma sulle banche coinvolte. Diversi anni fa, i pubblici ministeri affermano che Manafort ha utilizzato i conti per trattenere i fondi dal suo lavoro di consulenza politica in Ucraina, ma ha trasferito parte del denaro per pagare immobili, paesaggistica e vestiti costosi negli Stati Uniti. . Inoltre non ha pagato le tasse sulla maggior parte del denaro lasciato all’estero o sul denaro che ha usato per saldare i debiti qui, affermano i pubblici ministeri.

Leave a Comment

Your email address will not be published.